Giulia Steingruber

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giulia Steingruber
2015 European Artistic Gymnastics Championships - Floor - Medalists 10.jpg
Giulia Steingruber (2015)
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 160 cm
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Specialità Volteggio, Corpo Libero
Società TV Gossau
Carriera
Nazionale
Svizzera Svizzera
Palmarès
Transparent.png Coppa del Mondo
Oro Doha 2015 Volteggio
Oro Osijek 2014 Corpo Libero
Oro Doha 2015 Corpo Libero
Argento Osijek 2014 Volteggio
Argento Doha 2015 Trave
Bronzo Stoccarda 2012 Individuale
Bronzo Greensboro 2014 Individuale
Bronzo Doha 2013 Volteggio
Bronzo Osijek 2014 Trave
Bronzo Varna 2015 Trave
Bronzo Varna 2015 Corpo Libero
European Olympic Committees logo.svg  Giochi Europei
Oro Baku 2015 Volteggio
Oro Baku 2015 Corpo libero
Argento Baku 2015 Individuale
Bronzo Baku 2015 Trave
Wikiproject Europe (small).svg  Europei
Oro Montpellier 2015 Individuale
Oro Mosca 2013 Volteggio
Oro Sofia 2014 Volteggio
Argento Montpellier 2015 Volteggio
Bronzo Bruxelles 2012 Volteggio
Bronzo Sofia 2014 Corpo libero
Bronzo Montpellier 2015 Corpo libero
Transparent.png  Campionati nazionali svizzeri
Oro Svizzera 2013 Individuale
Oro Svizzera 2014 Individuale
Oro Svizzera 2013 Volteggio
Oro Svizzera 2014 Volteggio
Oro Svizzera 2013 Parallele
Oro Svizzera 2014 Parallele
Oro Svizzera 2013 Trave
Argento Svizzera 2014 Trave
Oro Svizzera 2013 Corpo Libero
Oro Svizzera 2014 Corpo Libero
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al aprile 2015

Giulia Steingruber (San Gallo, 24 marzo 1994) è una ginnasta svizzera. Campionessa d'Europa nel concorso individuale nel 2015, due volte (2013 e 2014) campionessa europea al volteggio. Medaglia d'argento europea al volteggio nel 2015 e di bronzo nel 2012. E' anche la campionessa nazionale svizzera 2013 e 2014. I suoi attrezzi di punta sono il volteggio e il corpo libero.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

2011: Campionati del Mondo di Tokyo[modifica | modifica wikitesto]

In primavera, comepete ai Campionati europei, classificandosi nona nel concorso generale e sesta al volteggio. Viene selezionata per partecipate ai Campionati del Mondo di Tokyo in Ottobre. Si classifica sedicesima nel concorso individuale e quinta al volteggio.

2012: Europei di Bruxelles; Olimpiadi di Londra; Coppa del Mondo di Stoccarda[modifica | modifica wikitesto]

Vince la medaglia di bronzo al volteggio ai Campionati europei. Partecipa alle Olimpiadi di Londra 2012, unica ginnasta svizzera, classificandosi quattordicesima nel concorso generale individuale, con un punteggio complessivo di 56.148.[1][2]

Dopo le Olimpiadi, compete alla Swiss Cup di Zurigo dove vince la medaglia d'argento. Compete anche alla Coppa del Mondo di Stoccarda dove vince la medaglia di bronzo nel concorso individuale.

2013: Europei di Mosca, Mondiali di Anversa[modifica | modifica wikitesto]

A marzo viene selezionata per far parte della squadra nazionale che partecipa al Trofeo Città di Jesolo. Il 16 e 17 marzo compete all'Internationaux de France, tappa valida per il circuito di Coppa del mondo. Dopo la prima giornata di gara, Giulia riesce a qualificarsi al volteggio, parallele e corpo libero, classificandosi in finale rispettivamente al primo, primo e sesto posto. Alla World Cup di Doha vince la medaglia di bronzo al volteggio[3].

Viene convocata per partecipare ai Campionati Europei di Mosca, dove arriva terza nel concorso individuale, ma a causa di un pareggio le viene assegnato il quarto posto, a favore della rumena Diana Bulimar. Nella finale al volteggio vince l'oro davanti a Larisa Iordache e Noël Van Klaveren, al corpo libero arriva sesta.

A settembre vince i Campionati Nazionali e viene selezionata per partecipare ai Campionati Mondiali di Anversa. Durante le qualificazioni, arriva ottava nel concorso individuale, quinta al volteggio e settima al corpo libero. Nella finale all-around, migliora il punteggio di qualificazione e finisce settima. Al corpo libero arriva quinta (14.333) alla pari con la statunitense Kyla Ross e al volteggio finisce quarta, con una media di 15.233.

2014: American Cup[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di Gennaio, viene annunciata la sua partecipazione all'American Cup, in Marzo. A Febbraio, viene annunciata la partecipazione anche alla Tokyo World Cup di Aprile. Partecipa alla American Cup. Con tre buoni esercizi vince la medaglia di bronzo individuale dietro alle statunitensi Elizabeth Price e Brenna Dowell. Più tardi nello stesso mese si infortuna al ginocchio in allenamento e si ritira dalle ultime due tappe di coppa del mondo a Doha e Tokyo. Si riprende in tempo per competere alla Osijek World Cup, dove vince l'oro al corpo libero, l'argento al volteggio, il bronzo alla trave e si classifica quinta alle parallele.

Partecipa agli Europei di Sofia 2014: nella finale a squadre la Svizzera termina all'8º posto. Nella finale di specialità al volteggio vince la medaglia d'oro con 14,666 punti; in quella al corpo libero la medaglia di bronzo (14.500); in quella alla trave invece finisce in ultima posizione a causa di una caduta (13.200).

Viene invitata, insieme a Claudio Capelli e Caterina Barloggio, al Memorial Arthur Gander del 29 ottobre. Esegue due buoni salti al volteggio (14.400 - 14.500), ma cade durante l'esercizio alla trave (13.350). Finisce la gara al quarto posto.[4]

2015: Coppa del Mondo di Doha; Campionessa d'Europa; Giochi Europei di Baku[modifica | modifica wikitesto]

Ritorna in competizione all' Austrian Team Open nel mese di febbraio, dove vince l'oro nel concorso individuale e l'argento con la squadra. Vince poi l'oro al volteggio e al corpo libero e l'argento alla trave alla Coppa de mondo di Doha a Marzo.

Ai Campionati europei di Montpellier in Francia, si qualifica prima per le finali al volteggio e corpo libero, seconda nel concorso individuale e settima alla finale alle parallele. E' la prima ginnasta svizzera a vincere il titolo individuale europeo passando avanti alla russa Maria Kharenkova e all'inglese Ellie Downie. Nelle finali ad attrezzo, non riesce a difendere il titolo al volteggio, vince invece l'argento dietro alla russa Maria Paseka. Si classifica poi sesta alle parallele e conferma la sua medaglia di bronzo al corpo libero.

In Maggio, vince il bronzo a trave e alle parallele alla Coppa del Mondo di Varna. In Giugno, rappresenta la svizzera ai Giochi europei di Baku. Vince la medaglia d'argento nel concorso individuale dietro solo alla russa Aliya Mustafina. Si qualifica per la finale a volteggio e corpo libero. Il 20 giugno vince la medaglia d'oro al volteggio e al corpo libero e di bronzo alla trave,

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Women's Individual All-Around. URL consultato il 25-4-2013.
  2. ^ Giulia Steingruber in Official site of the London 2012 Olympic and Paralympic Games. URL consultato il 29 luglio 2012.
  3. ^ International Gymnast Magazine Online - Five Take Titles at Doha World Challenge Cup
  4. ^ Memorial Gander – Trionfa Spiridonova, battuta Iordache!, Olimpiazzurra, 29 ottobre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]