Larisa Iordache

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Larisa Iordache
Larisa2.jpg
Larisa Iordache nel 2015
Nome Larisa Andreea Iordache
Nazionalità Romania Romania
Altezza 150 cm
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Specialità Trave, corpo libero
Società CSS Dinamo
Carriera
Nazionale
2008-2012 Romania Romania juniores
2012- Romania Romania
Palmarès
Olimpiadi 0 0 1
Mondiali 0 2 2
Europei 6 7 3
Per maggiori dettagli vedi qui
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Londra 2012 Squadra
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Nanning 2014 Individuale
Argento Nanning 2014 Corpo libero
Bronzo Anversa 2013 Corpo libero
Bronzo Glasgow 2015 Individuale
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Birmingham 2010 (jr.) Corpo libero
Oro Bruxelles 2012 Squadra
Oro Bruxelles 2012 Corpo libero
Oro Mosca 2013 Trave
Oro Sofia 2014 Squadra
Oro Sofia 2014 Corpo libero
Argento Birmingham 2010 (jr.) Trave
Argento Birmingham 2010 (jr.) Squadra
Argento Bruxelles 2012 Trave
Argento Mosca 2013 Individuale
Argento Mosca 2013 Volteggio
Argento Mosca 2013 Corpo libero
Argento Sofia 2014 Trave
Bronzo Birmingham 2010 (jr.) Individuale
Bronzo Sofia 2014 Volteggio
Bronzo Cluj-Napoca 2017 Trave
FISU International University Sport Federation.svg Universiadi
Oro Taipei 2017 Individuale
Oro Taipei 2017 Corpo libero
Bronzo Taipei 2017 Trave
Olympic flag.svg Festival olimpico della gioventù europea
Oro Trebisonda 2011 Individuale
Oro Trebisonda 2011 Trave
Oro Trebisonda 2011 Corpo libero
Argento Trebisonda 2011 Volteggio
Argento Trebisonda 2011 Parallele
Argento Trebisonda 2011 Squadra
Transparent.png Coppa del Mondo
Oro Glasgow 2013 Individuale
Oro Anadia 2013 Trave
Oro Anadia 2013 Corpo libero
Oro Doha 2013 Trave
Oro Doha 2014 Trave
Oro Doha 2014 Corpo libero
Oro Doha 2014 Volteggio
Oro Stoccarda 2014 Individuale
Oro Glasgow 2014 Individuale
Oro Koper 2017 Parallele
Oro Koper 2017 Trave
Argento Stoccarda 2013 Individuale
Argento Doha 2013 Corpo libero
Argento Doha 2013 Volteggio
USA Flag Map.svg American Cup
Bronzo New York 2012 Individuale
Transparent.png Campionati Nazionali Rumeni
Oro 2013 Individuale
Oro 2013 Parallele
Oro 2013 Trave
Oro 2014 Individuale
Oro 2014 Volteggio
Oro 2014 Parallele
Oro 2014 Corpo libero
Oro 2015 Individuale
Oro 2015 Squadra
Oro 2015 Parallele
Oro 2015 Trave
Oro 2015 Corpo libero
Oro 2016 Individuale
Oro 2016 Parallele
Argento 2013 Squadra
Argento 2013 Corpo libero
Argento 2014 Trave
Argento 2016 Trave
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 agosto 2017

Larisa Andreea Iordache (Bucarest, 19 giugno 1996) è una ginnasta rumena, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012 e sei volte campionessa europea.

I suoi attrezzi migliori sono la trave e il corpo libero.

Carriera Juniores[modifica | modifica wikitesto]

Larisa Iordache nel 2009 sul podio della competizione Top Gym

Larisa inizia a praticare ginnastica artistica con la CSS Dinamo Club di Bucarest all'età di quattro anni e mezzo. Nel 2008 entra a far parte della squadra rumena juniores, dove inizia ad allenarsi con Ramona Micu, Adela Popa, Cristian Moldovan e Lacramioara Moldovan.[1] La sua carriera come ginnasta juniores è ricca di successi e medaglie internazionali: vince quattro medaglie ai Campionati Europei di Birmingham (un oro, due argenti e un bronzo) e sei medaglie alle Olimpiadi Europee Giovanili (tre ori e tre argenti).[2][3]

2009-2010: Campionessa Europea Juniores[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 vince il prestigioso trofeo Top Gym in Belgio. Vince inoltre la medaglia d'oro alla trave e il bronzo nel concorso a squadre; arriva settima alle parallele asimmetriche.[4] La serie di successi internazionali continua con la partecipazione al Campionato Internazionale Rumeno, dove ottiene i punteggi più alti delle ginnaste senior sia alla trave sia al corpo libero.[5]

L'anno successivo viene selezionata per partecipare ai Campionati Europei di Birmingham. Diventa campionessa europea al corpo libero insieme alla russa Anastasija Grišina, vince l'argento alla trave e nel concorso a squadre, il bronzo nel concorso individuale. Inoltre, arriva quarta al volteggio.

2011: Campionessa Olimpionica Europea Juniores[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 vince il concorso generale individuale in diverse competizioni internazionali, come il Gym-Festival di Trnava (con 59.500 punti) e nell'incontro contro la Gran Bretagna (58.300 punti).[2] Il successo più importante dell'anno lo ottiene partecipando alle EYOF, le Olimpiadi Giovanili. Qui, vince il concorso individuale e diventa campionessa alla trave e al corpo libero. Inoltre, vince la medaglia d'argento alle parallele asimmetriche, al volteggio e con la squadra rumena.[2][3]

Carriera Senior[modifica | modifica wikitesto]

2012: Successo ai Campionati Europei di Bruxelles[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2012, Larisa fa il suo debutto internazionale come seniores partecipando all'American Cup di New York. Arriva terza nel concorso generale individuale dietro Jordyn Wieber e Alexandra Raisman. Il mese seguente compete con alcune connazionali alla World Cup di Doha. Dopo una caduta alla trave durante le qualificazioni, compete solo alle parallele asimmetriche arrivando al quarto posto. In aprile prende parte a un'amichevole con la Francia e la Germania. Qui, esegue il suo nuovo corpo libero nel quale è compreso uno dei più difficili elementi del Codice dei Punteggi: il Silivas.[6]

A maggio contribuisce a far vincere alla squadra rumena l'oro ai Campionati Europei di Bruxelles. Individualmente si qualifica per la finale al corpo libero, alla trave e alle parallele asimmetriche. Larisa e Anastasija Grišina sono le uniche due ginnaste ad essersi qualificate per tre finali ad attrezzo. Si ritira dalla finale alle parallele asimmetriche, vince l'oro al corpo libero e l'argento alla trave, dietro alla connazionale e medaglia d'oro ad Atene 2004 Cătălina Ponor.

Olimpiadi di Londra[modifica | modifica wikitesto]

Insieme alle connazionali Diana Bulimar, Diana Chelaru, Sandra Izbașa e Cătălina Ponor entra a far parte della squadra olimpica che parteciperà ai Giochi della XXX Olimpiade.

Il 29 luglio, con la giornata di qualificazione femminile, inizia la sua avventura olimpica. Compete in tutti e quattro gli attrezzi e contribuisce a far qualificare la squadra rumena al quarto posto, con un complessivo di 176.264, dietro la Cina terza classificata di qualche decimo (176.637).[7] Individualmente, a causa di un problema al piede, svolge dei discreti esercizi in tutti e quattro gli attrezzi: 15.100 al volteggio, 14.100 alla trave, 14.800 alle parallele asimmetriche e 13.800 al corpo libero, a causa di una caduta. Si qualifica per il concorso individuale al nono posto.

Il 31 luglio compete a volteggio e corpo libero per la finale a squadre. Con degli altissimi punteggi, 15.100 al volteggio e 15.200 al corpo libero, vince il bronzo insieme alla squadra rumena, che è presente sul podio olimpico dalle Olimpiadi di Montréal 1976.

2013: Campionati Europei di Mosca e bronzo mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Larisa viene iscritta per quattro tappe di World Cup: l'American Cup, la Roche-sur-Yon World Cup, la Cottbus World Cub (con la compagna di squadra Diana Bulimar) e la Doha World Cup. Non partecipa alle prime tre competizioni a causa di un infortunio. A Doha vince l'oro alla trave e l'argento al corpo libero.

Viene scelta, insieme a Diana Bulimar, per rappresentare la Romania ai Campionati Europei di Mosca. Larisa è considerata come una delle favorite per vincere il concorso generale individuale, infatti riesce a qualificarsi col primo punteggio. Tuttavia arriva seconda in finale, dietro alla russa Alija Mustafina che la rimonta durante l'ultima rotazione alle parallele. Vince altre due medaglie d'argento: al volteggio, insieme all'olandese Noel van Klaveren e al corpo libero. Diventa campionessa europea a trave.

Partecipa, nel mese di settembre, ai Campionati Nazionali dove vince il titolo all-around. Diviene, inoltre, campionessa nazionale a trave, parallele e vice-campionessa al corpo libero, dietro Sandra Izbasa.

Viene scelta per rappresentare la sua nazione ai Campionati Mondiali di Anversa, dal 30 settembre al 6 ottobre. Durante le qualificazioni svolge un buon salto al volteggio (14.933), una buonissima trave (15.266), un buon corpo libero (14.333), ma commette un grave errore alle parallele (13.166). Riesce a qualificarsi per il concorso individuale al quarto posto, per la finale a trave al primo posto e per quella a corpo libero al terzo posto. Durante il concorso individuale Larisa svolge dei buoni esercizi al volteggio (15.033), alle parallele (14.200), un'inaspettata caduta dalla trave non la fa andare oltre un 13.700 e compromette la gara. Infine, nonostante un buon corpo libero (14.700) non riesce a vincere nessuna medaglia e finisce al quarto posto come nei preliminari. Durante la finale a trave cade ancora una volta e non riesce a diventare campionessa mondiale di specialità fermandosi al settimo posto con 13.933; dopo questa delusione, riesce a vincere un bronzo al corpo libero con un punteggio di 14.600, dietro all'italiana Vanessa Ferrari di 33 millesimi e alla statunitense Simone Biles di quattro decimi.

2014: Campionati Europei di Sofia e Campionati Mondiali di Nanning[modifica | modifica wikitesto]

Iordache agli Europei di Sofia 2014

Partecipa ai Campionati Europei di Sofia, dove è l'unica a qualificarsi per tutte le finali di specialità e l'unica ad aver vinto due medaglie d'oro. Nella finale a squadre vince la medaglia d'oro insieme alla Romania. Nelle finali di specialità conquista la medaglia di bronzo al volteggio (14.533), d'argento alla trave (14.800) e la medaglia d'oro al corpo libero, a pari merito con Vanessa Ferrari (14.800). Avendo vinto quattro medaglie, è la ginnasta più decorata della competizione.

In ottobre viene selezionata per partecipare ai Campionati Mondiali di Nanning, in Cina. Con 59.765 punti, arriva seconda nel concorso individuale, dietro solo a Simone Biles (60.231). Nelle finali di specialità vince la medaglia d'argento al corpo libero (14.800) e, a causa di una caduta, arriva quinta alla trave. Con la squadra rumena si posiziona al quarto posto.

Viene invitata, insieme a Marius Berbecar, al Memorial Arthur Gander del 29 ottobre. Con un errore nell'ultima diagonale al corpo libero (13.500), si posiziona al secondo posto a soli due decimi dalla vincitrice Daria Spiridonova.[8] A fine anno Iordache partecipa alle Coppe del Mondo di Stoccarda e di Glasgow. A Stoccarda vince il titolo individuale (59.766) davanti a Jessica López e Kim Bui. Ottiene il punteggio più elevato in ogni evento a eccezione delle parallele asimmetriche.[9] A Glasgow Iordache realizza il punteggio più alto in ogni evento guadagnando l'oro individuale con 59.232 punti, con quasi tre punti di vantaggio sulla seconda classificata Elsabeth Black.[10]

2015: Campionati Mondiali di Glasgow[modifica | modifica wikitesto]

Iordache avrebbe dovuto partecipare alla Coppa del Mondo di Doha e di Cottbus, ma è stata estromessa da un infortunio alla caviglia.[11] In seguito manca anche i Campionati Europei di Montpellier, mentre gli esami scolastici le impediscono di partecipare ai I Giochi europei di Baku.[12]

Torna a competere il 12 settembre in occasione dell'incontro amichevole con la Francia, vincendo l'oro individuale con il punteggio complessivo 58.150 e contribuendo alla vittoria della squadra rumena.[13] Il 24 settembre viene convocata nella selezione che parteciperà ai Campionati Mondiali di Glasgow, insieme a Cătălina Ponor, Diana Bulimar, Laura Jurca, Ana Maria Ocolişan, e Silvia Zarzu.[14] La prestazione della nazionale rumena ai Mondiali, che nel frattempo ha perso Ponor che si è dovuta sottoporre a un intervento chirurgico, è disastrosa. Alle qualificazioni Iordache ottiene un deludente punteggio individuale (55.698) dopo avere compromesso l'esercizio al corpo libero ed essere caduta alle parallele asimmetriche e alla trave.[15] La squadra rumena termina al tredicesimo posto, non riuscendo a qualificarsi per le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Iordache termina le qualificazioni per la gara individuale al sedicesimo posto, ma in finale si riprende, vincendo la medaglia di bronzo col punteggio 59.107 dietro Gabrielle Douglas e Simone Biles.

Dopo i campionati mondiali Iordache prende parte al Memorial Arthur Gander, vincendo l'oro individuale davanti alla tedesca Pauline Schäfer e a Diana Bulimar.[16]

Infortunio nel 2016[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di marzo, Larisa Iordache si frattura in allenamento un dito della mano ed è costretta a sottoporsi a un intervento chirurgico.[17] È costretta a saltare il Test Event olimpico di Aprile, e la Romania non riesce a qualificare una squadra completa alle Olimpiadi.[18] Sebbene sia ritornata a competere in diverse occasioni, inclusi due incontri amichevoli e i campionati nazionali rumeni dove ha vinto il suo quarto titolo individuale consecutivo, la mancanza di preparazione derivante dall'infortunio le è costata il posto alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Si è comunque recata a Rio come sostituta di Cătălina Ponor, che ha ricevuto anche l'onore di essere la portabandiera della Romania.

Dopo i Giochi olimpici Iordache conferma la sua volontà di continuare, con l'intenzione di prepararsi per gli Europei casalinghi di Cluj-Napoca 2017.

2017[modifica | modifica wikitesto]

A marzo Iordache torna a gareggiare in occasione della Sainté Gym Cup di Saint-Étienne,[19] vincendo l'oro alle parallele asimmetriche (13.850) e la medaglia d'argento alla trave (12.050).[20] Ad aprile partecipa ai campionati europei classificandosi terza alla trave, dopo aver acceduto alla finale in prima posizione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RO) Loreta Popa, Noua Nadia, Jurnalul, 3 marzo 2008. URL consultato il 4 aprile 2017.
  2. ^ a b c (EN) Amanda Turner, Iordache, Tulloch Win EYOF All-Around Titles, su International Gymnast Magazine, 28 luglio 2011. URL consultato il 4 aprile 2017.
  3. ^ a b (EN) Amanda Turner, Iordache, Tulloch Win Again as EYOF Ends, su International Gymnast Magazine, 29 luglio 2011. URL consultato il 4 aprile 2017.
  4. ^ (EN) 12th Top Gym - Bars Final, Gym Results. URL consultato il 4 aprile 2017.
  5. ^ (EN) Romanian International 2010, Gym Results. URL consultato il 4 aprile 2017.
  6. ^ (EN) Oh, the places you'll go Larisa, 22 aprile 2012. URL consultato il 4 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2012).
  7. ^ (EN) Overview Team All Around, su london2012.com. URL consultato il 4 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2013).
  8. ^ Memorial Gander – Trionfa Spiridonova, battuta Iordache!, Olimpiazzurra, 29 ottobre 2014. URL consultato il 4 aprile 2017.
  9. ^ (EN) Amanda Turner, Iordache Wins Stuttgart World Cup, su International Gymnast Magazine, 29 novembre 2014. URL consultato il 4 aprile 2017.
  10. ^ (EN) Amanda Turner, Iordache, Vernyayev Defend Titles in Glasgow, su International Gymnast Magazine, 6 dicembre 2014. URL consultato il 4 aprile 2017.
  11. ^ (EN) Bea Gheorghisor, Larisa Iordache to skip 2015 Euros, su thecouchgymnast.com, 24 marzo 2015. URL consultato il 4 aprile 2017.
  12. ^ (EN) Olympic medallist Bulimar leads Romanian Gymnastics team, su baku2015.com, 25 maggio 2015. URL consultato il 4 aprile 2017.
  13. ^ (EN) 2015 International Teams Competition ROU-FRA (PDF), su romgym.ro, 12 settembre 2015. URL consultato il 4 aprile 2017.
  14. ^ (EN) Romanian Women's Team Named for Worlds, su International Gymnast Magazine, 24 settembre 2015. URL consultato il 4 aprile 2017.
  15. ^ (EN) Bea Gheorghisor, Prelims Subdivision 1; Romania and Spain, su thecouchgymnast.com, 23 ottobre 2015. URL consultato il 4 aprile 2017.
  16. ^ (EN) 2015 Arthur Gander Memorial Results, su thegymter.net, 10 novembre 2015. URL consultato il 4 aprile 2017.
  17. ^ (EN) Amanda Turner, Iordache Out of Rio Qualification with Injury, su International Gymnast Magazine, 9 marzo 2016. URL consultato il 4 aprile 2017.
  18. ^ (EN) Julia Fincher, Report: Gymnast Catalina Ponor, not Larisa Iordache, will represent Romania in Rio, su NBC Olympics, 12 maggio 2016. URL consultato il 4 aprile 2017.
  19. ^ Stefano Villa, VIDEO – Ginnastica, Larisa Iordache è tornata in gara dopo oltre un anno! La Romania si aggrappa a lei, su oasport.it, 26 marzo 2017. URL consultato il 4 aprile 2017.
  20. ^ (EN) 2017 Sainté Gym Cup Results, thegymter.net, 26 marzo 2017. URL consultato il 4 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]