Gianni Fochi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gianni Fochi

Gianni Fochi (all'anagrafe Giovanni) (Pisa, 12 giugno 1950[1]) è un chimico, giornalista e divulgatore scientifico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del letterato di origine parmigiana Franco Fochi[2] e dell'insegnante di scuola media Valeria Musco, frequenta il liceo classico Galileo Galilei di Pisa e si laurea in chimica nel 1973 presso l'Università degli studi di Pisa, ottenendo nel 1981 il diploma di perfezionamento (dottorato) in chimica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.

A partire dagli anni settanta svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell'Università di Pisa, presso il Politecnico federale di Zurigo e all'istituto Istituto Guido Donegani di Novara.

Ha insegnato Chimica generale e inorganica presso varie facoltà dell'Università di Pisa, e ha tenuto per quattordici anni il corso seminariale di termodinamica per le matricole presso la Scuola Normale Superiore.

Tra il 2001 e il 2002 ha fatto parte del comitato promotore del movimento "Galileo 2001, per la libertà e la dignità della scienza".[3] e in seguito con alcuni membri di tale comitato, fra cui Franco Battaglia, Giovanni Carboni, Franco Panizon e Carlo Pelanda ha fatto parte del comitato scientifico di supporto al commissario dell'ANPA Renato Angelo Ricci.

Dal 2003 al 2005 è docente al Master in Scienze Ambientali del Pontificio Ateneo Regina Apostolorum (Università Europea di Roma).

Attività divulgativa[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1988 si dedica alla divulgazione scientifica[4], iscrivendosi a partire dal 1990 all'Ordine dei giornalisti e, successivamente, all'UGIS e all'European Union of Science Journalists' Associations, collaborando per Tuttoscienze de La Stampa, L'Osservatore Romano, Le Scienze, Kos, Studi Cattolici,[5] Focus, Il Sole 24 Ore, Corriere della Sera e la rivista on line The Alchemist.

Nel novembre 1993 inizia una collaborazione di quattordici anni con La Chimica e l'Industria dove curerà le rubriche "Errare humanum est" e in seguito "Specchio Deformante", dedicate al rapporto fra il mondo della chimica e quello dei mass media. La collaborazione si chiude a inizio 2008 su richiesta di altre testate con cui Fochi collabora, per evitare di lavorare per due editori concorrenti.[6]

Autore di manuali scientifici e testi divulgativi,[7][8] pubblica nel 1990 "La chimica ragionata", un libro di testo per le scuole medie superiori che usa come metodo l'approfondimento degli effetti per individuare le cause dei fenomeni chimici e in ultima istanza le leggi che li regolano[9], a cui segue nel 1999 Il segreto della Chimica[10], poi tradotto anche in castigliano per le Ediciones Robinbook dove descrive l'onnipresenza delle trasformazioni chimiche nella vita quotidiana.[11]. Il libro riscuote largo consenso di pubblico e di critica,[12] e al 2010 raggiunge la sua terza edizione tascabile con la TEA.[13]

Nel 2005 esce per le Edizioni ETS il volume "Chimica da capire. Compendio di chimica generale con brevi cenni di chimica inorganica descrittiva", un testo di carattere prevalentemente didattico[14][15]

Nell'aprile 2010 pubblica Fischi per fiaschi nell'Italiano scientifico,[8] una sorta di dizionario[4] che raccoglie 45 termini scientifici molto usati nel linguaggio corrente e paragiornalistico spiegandone i significati reali e analizzandone gli usi approssimativi o impropri, spesso in netto contrasto con i primi.[13][16][17][18]

Nel 2012 esce La Chimica fa bene[19] nel quale si rivolge in particolare al pubblico più giovane per difende l'immagine della chimica e dell'industria chimica, esponendo le sue idee personali sul deterioramento che quest'ultima ha subito nel corso degli ultimi decenni e mostrando il suo scetticismo per le mode ecologiste ed ambientaliste[20][21] Il libro presenta un Fochi polemista anche contro l'industria, colpevole di fare superficialmente propri slogan ambientalisti logori ed abusati per migliorare la propria immagine senza intavolare invece discussioni approfondite e critiche sui più gravi inconvenienti sanitari e ambientali del passato.[22]

Diritti gay e Legge 194[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 febbraio 2017 Fochi interviene all'incontro “La nuova frontiera dei diritti”[1]. L'evento, organizzato dalla Scuola Normale Superiore di Pisa [2], vede la presenza di Maria Elena Boschi, sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel suo intervento il ricercatore definisce l'omosessualità un "desiderio distorto" e attacca la Legge 194 sull'interruzione volontaria di gravidanza: "Da quando è stata introdotta oltre 6 milioni sono stati ammazzati". Inoltre, rivolgendosi a Boschi relativamente all'approvazione della Legge sulle unioni civili, Fochi afferma: "Penso che Dante la metterebbe insieme con Semiramide che libito fé licito in sua legge" ovvero sia all'Inferno.

Onorificenze e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianni Fochi, La chimica ragionata, De Agostini Scuola, 1994.
  • Gianni Fochi, Il segreto della chimica, Longanesi, 1999, p. 292.
  • Gianni Fochi, Chimica da capire. Compendio di chimica generale con brevi cenni di chimica inorganica descrittiva, Pisa, Edizioni della Normale, 2009, p. 251.
  • Gianni Fochi, Fischi per fiaschi nell'Italiano scientifico, Longanesi, 2010, p. 124, ISBN 978-88-304-2688-7.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Quaderni della Direzione n.5 - elenco degli allievi dal 1813 al 1998, Pisa, Scuola Normale Superiore, 1999, p. 258.
  2. ^ Maria Pia Forte, Catalizzami l'adrenalina, in La Gazzetta di Parma, 17 aprile 2010, p. 5.
  3. ^ L'espresso, nº 47, 2001, p. 81, http://books.google.it/books?id=wtPlAAAAMAAJ&q=%22gianni+fochi%22&dq=%22gianni+fochi%22&hl=it&sa=X&ei=6wYaU56XNsSNtQaY8YH4DA&ved=0CD0Q6AEwADgU. URL consultato il 13 giugno 2014.
  4. ^ a b Santa di Salvo, Il Sapere scientifico? Parole in libertà (PDF), in Il Mattino, 21 marzo 2010. URL consultato il 28 giugno 2014.
  5. ^ a b Premio Giornalistico per la Divulgazione Scientifica "Voltolino" - premiati 2000, su premiovoltolino.it. URL consultato il 10 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 6 dicembre 2013).
  6. ^ Gianni Fochi, Un arrivederci. Dopo una lunga collaborazione Gianni Fochi saluta i lettori, in La Chimica e l'Industria, nº 1, gennaio/febbraio 2008, p. 141.
  7. ^ Elena Galardoni, L’allarme smog a Milano? In realtà l’aria è più pulita, in Il Giornale, 25 ottobre 2011. URL consultato il 19 aprile 2014.
  8. ^ a b Gabriella Bona, Paroloni scientifici... a sproposito, in Risveglio popolare, 21 maggio 2010, p. 9.
  9. ^ Massimiliano Alberizzi, il laboratorio nobilita l'uomo, in Il Corriere, 9 aprile 1994. URL consultato il 13 giugno 2014.
  10. ^ Elena Galardoni, La chimica della cioccolata, in Il Corriere della Sera, 19 dicembre 1999, p. 26. URL consultato il 20 giugno 2014.
  11. ^ Franco Prattico, Sette giorni in libreria - La chimica un'amante segreta, la Repubblica, 27 settembre 1999, p. 34. URL consultato il 30 giugno 2014.
  12. ^ L'italiano scientifico? Chiedilo a Dante, in Sky TG 24, 8 maggio 2010. URL consultato il 10 luglio 2014.
  13. ^ a b Andrea Bartelloni, Gli equivoci della scienza, in Il Corriere del Sud, 6 aprile 2010. URL consultato l'8 luglio 2014.
  14. ^ Luigi Campanella, La Chimica e l'Industria, marzo 2010, p.116
  15. ^ Sergio Soriani, In libreria: Gianni Fochi - Chimica da capire, Laboratorio 2000, maggio 2010, p. 71
  16. ^ g.a., Quando i giornali non amano la scienza (PDF), Il Venerdì, 9 aprile 2010, p. 71. URL consultato il 29 giugno 2014.
  17. ^ Dna e osmosi, questione di percentuale., La Gazzetta di Parma, 11 maggio 2010, p. 27.
  18. ^ Piccolo vocabolario per l'italiano scientifico (PDF), Le Scienze, luglio 2010, p. 109. URL consultato il 20 giugno 2014.
  19. ^ Gianni Fochi, In difesa della chimica., La Nuova Bussola Quotidiana, 7 aprile 2013. URL consultato il 16 giugno 2014.
  20. ^ Anna Raspolli, Recensione.”La Chimica fa bene” con l’Introduzione al libro., Società Chimica Italiana. URL consultato il 13 giugno 2014.
  21. ^ Cesare Cavalleri, Se la chimica non è solo veleni e... diossina, Avvenire, 7 novembre 2012. URL consultato il 16 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  22. ^ Franco Battaglia, Recensioni -La chimica fa bene, in Alimenta, XXI, nº 3, marzo 2013, p. 51.
  23. ^ FEDERCHIMICA: 29 I PREMIATI (2), in Adn Kronos, 30 marzo 1992. URL consultato il 25 giugno 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN121243246 · ISNI (EN0000 0001 1701 6488 · LCCN (ENno2010081753 · WorldCat Identities (ENno2010-081753