Ghiandola endocrina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Una ghiandola endocrina (da endo=dentro e crino=verso) è una ghiandola di origine epiteliale che secerne ormoni. L'insieme di ghiandole e cellule endocrine costituiscono il sistema endocrino. Queste ghiandole sono prive del dotto escretore, e quindi versano gli ormoni direttamente nel sangue e, attraverso questo, raggiungono tutti gli organi e i tessuti, a differenza delle altre ghiandole che, mediante appositi condotti, secernono i loro liquidi nelle cavità del corpo (ad esempio, le ghiandole salivari nella bocca, il pancreas nell'intestino...).

Le ghiandole del sistema endocrino vengono suddivise in quattro gruppi:

Ghiandole a struttura epiteliale[modifica | modifica wikitesto]

  • Ipofisi:si trova attaccata all'ipotalamo e si divide in due lobi, secernenti ormoni diversi. Il lobo anteriore o adenoipofisi, produce l'ormone somatotropo (GH) che controlla la crescita; la prolattina (PRL) che controlla lo sviluppo del seno e induce la produzione del latte; gli ormoni luteinizzante(LH) e follicolostimolante (FSH) che contribuiscono al controllo delle gonadi sia maschili che femminili: l'LH nell'uomo stimola le cellule di Leydig nei testicoli a produrre testosterone, mentre l'FSH stimola le cellule del Sertoli, anch'esse nel testicolo, a produrre la proteina legante gli androgeni; nella donna l'LH stimola la formazione del corpo luteo a partire dalle cellule del follicolo ovarico, mentre l'FSH stimola la maturazione delle cellule del follicolo fino all'ovulazione; l'tireotropina (TSH) che stimola la tiroide a produrre diversi ormoni tra i quali la tiroxina, indispensabili al controllo del metabolismo.Inoltre l'ipofisi anteriore produce l'ormone adrenocorticotropo, ACTH che regola l'attività della corteccia surrenale. La parte posteriore dell'ipofisi o neuroipofisi, secerne l'ormone antidiuretico (ADH) (detto anche vasopressina) che controlla l'equilibrio idrico dell'organismo. Anche l'ossitocina, che fa contrarre l'utero nel parto e la muscolatura liscia della prostata, viene prodotta dall'Ipofisi posteriore.
  • Tiroide: è situata nella parte frontale del collo (in stretta contiguità con le cartilagini che compongono la laringe) e produce due importanti ormoni, la tiroxina e la triiodotironina, che controllano il metabolismo del corpo umano.
  • Paratiroidi: sono quattro piccole ghiandole poste dietro alla tiroide, che secernono il paratormone, che controlla il metabolismo specifico del calcio e del fosforo.
  • Ghiandole surrenali: si trovano al di sopra dei reni e agiscono sul sistema neurovegetativo con l'adrenalina e la noradrenalina; inoltre secernono il cortisone e l'idrocortisone, attraverso i quali viene regolato il metabolismo del sodio e del potassio, il bilancio idrico e il metabolismo delle proteine e dei carboidrati.

Altri organi con attività endocrina[modifica | modifica wikitesto]

  • Pancreas: regola il metabolismo del glucosio grazie all’insulina e al glucagone, prodotti entrambi da gruppi di cellule denominate isole di Langerhans.
  • Gonadi: le ovaie, nella donna, attraverso gli ormoni estrogeni sviluppano i caratteri sessuali primari e secondari e regolano le funzioni sessuali; prodotto dalle cellule del corpo luteo è il progesterone che prepara l'utero alla gravidanza. I testicoli nell'uomo secernono il testosterone che controlla i caratteri sessuali secondari e stimola la crescita delle ossa e dei muscoli.
  • Rene: anche il rene svolge un'attività endocrina. Esso infatti produce la renina, un enzima in grado di promuovere la liberazione di aldosterone, che a sua volta promuove il riassorbimento di acqua nei tubuli distali con un conseguente aumento della pressione arteriosa.
  • Timo: si trova dietro lo sterno, nella parte superiore del torace e svolge un certo ruolo nella risposta immunitaria, trasformando i linfociti in linfociti T.
  • Milza: è situata nella cavità addominale e durante la vita fetale partecipa alla funzione di formazione dei globuli rossi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]