Epitelio olfattivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'epitelio olfattivo è un tessuto epiteliale, o neuroepitelio, presente nella parte posteriore della cavità nasale[1], costituito da ghiandole in grado di captare il segnale chimico, rilevato tramite chemocettori, in nervoso; è costituito da tre diversi tipi di cellule, i neuroni olfattivi, le cellule basali e le cellule di sostegno[1]. I neuroni olfattivi sono cellule bipolari, cioè presentano un unico dendrite apicale che arriva alla superficie dell’epitelio e si suddivide in numerose ramificazioni che contengono i recettori specifici per gli stimoli odorosi e un assone trasmette le informazioni al sistema nervoso centrale. Hanno vita breve, per cui vanno rimpiazzati continuamente e il serbatoio staminale è costituito dalle cellule basali. Le cellule di sostegno hanno funzione di sostegno e secernete. Il muco costituisce l'ambiente ideale per il legame delle molecole odorose ai recettori olfattivi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b olfatto in "Dizionario di Medicina", su www.treccani.it. URL consultato il 16 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biologia