Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

flydubai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Flydubai
Fly Dubai logo 2010 03.svg
FlyDubai, A6-FEM, Boeing 737-8KN (16455321231).jpg
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATAFZ
Codice ICAOFDB
Identificativo di chiamataSKY DUBAI
Inizio operazioni di volo1º giugno 2009
Descrizione
HubDubai
Flotta61 (+299 ordini)
Destinazioni94
Azienda
Fondazione18 marzo 2008 a Dubai
StatoEmirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
SedeDubai
Persone chiave
  • Ahmed bin Saeed Al Maktoum
    (Presidente)
  • Ghaith Al Ghaith
    (Amministratore delegato)
  • Kenneth Gile
    (Direttore operativo)
Dipendenti3 321  (2015)
SloganGet Going
Sito webwww.flydubai.com
Bilancio economico
ProfittoGreen Arrow Up.svg AED 100,7 milioni  (2015)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Dubai Aviation Corporation (in arabo: مؤسسة دبي للطيران‎),[1] conosciuta commercialmente come flydubai (in arabo: فلايدبي‎), è una compagnia aerea a basso costo emiratina di proprietà del Governo di Dubai che la fondò nel 2008 e ha come unica base il Terminal 2 dell'Aeroporto Internazionale di Dubai.[2] Ha iniziato i voli il 1º giugno 2009.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia venne fondata nel luglio 2008 dal governo di Dubai.[2] Nonostante Flydubai non faccia parte del The Emirates Group (anch'esso di proprietà del Governo di Dubai), Emirates supportò Flydubai durante la sua fase iniziale.[3] Il 14 luglio 2008 Flydubai firmò un ordine con Boeing al Farnborough Air Show per 50 Boeing 737-800 per un valore complessivo di 3,74 miliardi di dollari, con la possibilità di convertire l'ordine nei Boeing 737-900ER, aereo più capiente e con più autonomia rispetto al Boeing 737-800.

Il primo di questi aerei venne consegnato il 17 maggio 2009. I voli di linea iniziarono il 1º giugno successivo, con voli da Dubai a Beirut, in Libano e Amman, in Giordania. Da allora, il network della compagnia è stato notevolmente ampliato.

Il 13 febbraio 2013, Flydubai annunciò che era in trattative sia con Boeing che con Airbus per un ordine di ulteriori 50 velivoli.[4][5] Il 19 giugno dello stesso anno, la compagnia aerea comunicò che sarebbe stata aggiunta la business class a bordo dei suoi aerei.[6]

Il 15 novembre 2017, durante il Dubai Airshow 2017, Flydubai firma un ordine storico con Boeing per l'acquisto di

225 737 MAX 8[7]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Boeing 737-800 nella livrea della flydubai.

A gennaio 2018 la flotta di flydubai è composta dai seguenti aeromobili:[8]

Flotta di flydubai
Aereo In flotta Ordini Passeggeri
C Y Totale
Boeing 737-800 56 4 0 189 189
12 162 174
Boeing 737 MAX 8 6 295[9][7]
TBA
Totale 61 299

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

A maggio 2015, FlyDubai serve un totale di 94 destinazioni:

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 19 marzo 2016, il Volo Flydubai 981, operato da un Boeing 737-800 proveniente dall'Aeroporto Internazionale di Dubai, si schiantò in atterraggio all'Aeroporto di Rostov sul Don, in Russia, probabilmente a causa delle avverse condizioni meteorologiche, ancora da accertare, causando la morte di tutti i 55 passeggeri (44 russi, 8 ucraini, 2 indiani, 1 uzbeco) e dei 6 membri dell'equipaggio.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (AR) سياسة الخصوصية سياسة الخصوصية, su flydubai.com. URL consultato il 10 agosto 2011.
  2. ^ a b (EN) Terms and conditions, su flydubai.com. URL consultato il 21 giugno 2010.
  3. ^ (EN) Confident flydubai preparing for takeoff, su atwonline.com. URL consultato il 9 maggio 2015.
  4. ^ (EN) Budget Carrier FlyDubai In Talks For 50 Aircraft Order, in Reuters, 13 febbraio 2013. URL consultato il 27 giugno 2013.
  5. ^ (EN) FlyDubai Considers 50 New Aircraft, in Gulf News. URL consultato il 27 giugno 2013.
  6. ^ (EN) Introducing Business Class, su flydubai.com. URL consultato il 27 giugno 2013.
  7. ^ a b (EN) News Releases/Statements, su MediaRoom. URL consultato il 18 novembre 2017.
  8. ^ (EN) Flydubai Fleet in Planespotters.net, su planespotters.net. URL consultato il 30 maggio 2015.
  9. ^ (EN) flydubai finalizes order for 75+25 B737 MAX 8s, 11 B737-800NGs, su ch-aviation.ch, 1º gennaio 2014. URL consultato l'8 gennaio 2014.
  10. ^ Russia, aereo da Dubai si schianta in atterraggio a Rostov: 62 morti, su Repubblica.it. URL consultato il 19 marzo 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]