Air Arabia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Air Arabia
Air Arabia Logo.svg
Air Arabia Airbus A320-214 A6-ABT Running For Take Off (8219311549).jpg
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATAG9
Codice ICAOABY
Identificativo di chiamataARABIA
Inizio operazioni di volo28 ottobre 2003
Descrizione
HubAeroporto Internazionale di Sharja
Hub secondariAeroporto Internazionale di Ras al-Khaima
AlleanzaArab Air Carriers Organization
Flotta44 (+6 ordini)
Destinazioni115
Controllate
Azienda
Tipo aziendaSocietà per azioni
Fondazione3 febbraio 2003 a Sharjah
StatoEmirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
SedeSharjah
Persone chiave
  • Abdullah bin Mohammed Al Thani
    (Presidente)
  • Adel Ali
    (Amministratore delegato)
  • Dipendenti2 302  (2013)
    SloganPay less, fly more
    Sito webwww.airarabia.com
    Bilancio economico
    FatturatoGreen Arrow Up.svg AED 3,7 miliardi  (2014)
    ProfittoGreen Arrow Up.svg AED 5,054 milioni  (2014)
    Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia
    Un Airbus A320-200 di Air Arabia

    Air Arabia è una compagnia aerea a basso costo basata a Sharjah negli Emirati Arabi Uniti, opera voli verso il Medio Oriente, l'Asia e l'Europa. Il suo hub principale è l'Aeroporto Internazionale di Sharjah. Ha una base minore presso l'Aeroporto Internazionale di Ras al-Khaima e tre compagnie controllate, Air Arabia Egypt, Air Arabia Jordan e Air Arabia Maroc, basate rispettivamente ad Alessandria d'Egitto, Amman e Casablanca. È quotata presso la Borsa di Dubai.

    Air Arabia è membro della Arab Air Carriers Organization (Organizzazione Araba dei Trasporti Aerei).

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    Air Arabia è stata costituita il 3 febbraio 2003 da un decreto del sultano bin Muhammad Al-Qasimi III, Emiro di Sharjah e membro del Consiglio Supremo degli Emirati Arabi Uniti, diventando la prima compagnia aerea low-cost della regione.[1] Ha iniziato le operazioni il 28 ottobre 2003 con il volo dall'aeroporto Internazionale di Sharjah all'aeroporto Internazionale del Bahrein. La compagnia ha avuto il bilancio in attivo sin dal primo anno di attività.[1]

    Joint venture[modifica | modifica wikitesto]

    Air Arabia ha creato joint venture in tre aeroporti internazionali.

    Air Arabia Maroc[modifica | modifica wikitesto]

    Nell'aprile 2009 Air Arabia, insieme ad una cordata di investitori marocchini, ha fondato Air Arabia Maroc. La compagnia, basata presso l'aeroporto di Casablanca-Muhammad V, opera voli verso destinazioni europee utilizzando una flotta composta da 6 Airbus A320-200.[2]

    Air Arabia Egypt[modifica | modifica wikitesto]

    Nel settembre 2009 Air Arabia e Travco Group, uno dei principali tour operator egiziani, hanno fondato Air Arabia Egypt.[3] La compagnia, basata presso l'aeroporto di Alessandria d'Egitto, opera voli verso il Medio Oriente utilizzando una flotta composta da 3 Airbus A320-200.

    Air Arabia Jordan[modifica | modifica wikitesto]

    Nel gennaio 2015 Air Arabia ha annunciato l'acquisizione di una quota del 49% di Petra Airlines dal gruppo RUM, detentore delle quote rimanenti. La compagnia, ribattezzata Air Arabia Jordan nel maggio dello stesso anno, ha base presso l'aeroporto Internazionale Regina Alia di Amman ed utilizza due Airbus A320-200 per le rotte verso Il Medio Oriente ed il mar Rosso.[4]

    Fly Yeti[modifica | modifica wikitesto]

    Nel 2007 Air Arabia, in accordo con Yeti Airlines, ha aperto una base a Kathmandu per effettuare voli a basso costo verso Asia e Medio Oriente. La compagnia, chiamata Fly Yeti, è stata chiusa nel 2008[5] a causa sia dell'incerta situazione politica ed economica presente in Nepal che della mancanza di sostegno del governo locale.

    Flotta[modifica | modifica wikitesto]

    A maggio 2017 la flotta di Air Arabia è composta come segue:[6]

    Flotta Air Arabia
    Aerei In uso In ordine Passeggeri
    (Economy)
    Note
    Airbus A320-200 49 0 162-168 Età media 3.2 anni

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ a b (EN) Air Arabia Investor Presentation (PDF), su airarabia.com. URL consultato il 29 aprile 2017.
    2. ^ (EN) The Shephard News Team, Air Arabia Maroc officially launched, su shephardmedia.com, 02 maggio 2009. URL consultato l'8 maggio 2017.
    3. ^ (EN) Profile for Air Arabia Egypt, su aerotransport.org. URL consultato l'8 maggio 2017.
    4. ^ (EN) Profile for Air Arabia Jordan, su aerotransport.org. URL consultato l'8 maggio 2017.
    5. ^ (EN) List of companies for: fly yeti, su aerotransport.org. URL consultato l'8 maggio 2017.
    6. ^ (EN) Air Arabia Fleet Details and History, su planespotters.net. URL consultato l'8 maggio 2017.

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]