Ernesto Pirovano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Nuovo

Ernesto Pirovano (Milano, 1866Milano, 1934) è stato un architetto italiano modernista che ha operato prevalentemente in Lombardia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

A Bergamo progettò, fra l'altro, oltre la facciata del Palazzo Nuovo, il vecchio mercato ortofrutticolo in fondo a Via Paleocapa e la facciata del cimitero monumentale.

Curò la progettazione del villaggio industriale di Crespi d'Adda, uno degli esempi meglio conservati al mondo di archeologia industriale e Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO dal 1995.

Fra il 1902 e il 1904 realizzò la celebre Casa Ferrario nella centrale via Spadari a Milano, nella quale spiccano le decorazioni in ferro battuto disegnate da Alessandro Mazzucotelli.[1]

Nel 1906 progettò il Cimitero Monumentale di Mantova.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Galleni, Daniele, PIROVANO, Ernesto, in Dizionario biografico degli italiani, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. Bellini, S. Locatelli (a cura di). Il completamento della facciata di Palazzo Nuovo a Bergamo, opera dell'arch. Ernesto Pirovano. Milano, Politecnico, Facolta di architettura, 1994-1995.
  • Luigi Cortesi. Crespi d'Adda: villaggio ideale del lavoro. Bergamo, Grafica e Arte, 1995. ISBN 8872011728.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27982251 · ISNI (EN0000 0000 7867 8189 · GND (DE12356171X · ULAN (EN500083609
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie