Biblioteca comunale centrale Antonio Tiraboschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Biblioteca comunale centrale Antonio Tiraboschi
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàBergamo
IndirizzoVia San Bernardino 74
Caratteristiche
ISILIT-BG0290
Numero opere106.000
ArchitettoMario Botta (ampliamento del 2004)
Apertura1975
Sito web
Coordinate: 45°41′14.06″N 9°39′47.66″E / 45.687239°N 9.663239°E45.687239; 9.663239

La Biblioteca Antonio Tiraboschi è una biblioteca situata nel centro di Bergamo.

Inaugurata inizialmente nel 1975 come piccola biblioteca del quartiere "San Tomaso", in un edificio dell'inizio del XX secolo (ex mercato ortofrutticolo, progettato da Ernesto Pirovano), venne intitolata nel 1986 al linguista e storico bergamasco Antonio Tiraboschi.

Al centro di un progetto di ampliamento e rivalutazione, nel 2004 il progetto architettonico venne affidato all'architetto ticinese Mario Botta che sviluppò un edificio dal forte carattere moderno e del tutto calato sui tratti distintivi del proprio stile come l'utilizzo di rivestimenti in mattoni e l'alternanza di queste superfici piene con ampie vetrate dalle forme stilizzate, ravvisabili anche in altri suoi progetti.[1]

L'inaugurazione avvenne in data 1º giugno 2004: la superficie totale usufruibile dal pubblico è pari a 2.500 metri quadrati disposti su cinque piani, con circa 500 posti a sedere.[2]

La biblioteca raccoglie un totale di 152.820 libri (dei quali 45.000 a scaffale aperto).[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario Botta, su ediliziainrete.it, edilizia in rete. URL consultato l'8 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2008).
  2. ^ a b “Tiraboschi”: una moderna biblioteca pubblica per la città di Bergamo (PDF), su bibliotecheoggi.it, biblioteche oggi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]