Era Istrefi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Era Istrefi
Era Istrefi 2018.jpg
Istrefi alla finale del campionato mondiale di calcio 2018 a Mosca
NazionalitàKosovo Kosovo
Albania Albania
GenerePop[1]
Periodo di attività musicale2013 – in attività
EtichettaNesër Records, Ultra Music, RCA Records, Sony Music

Era Istrefi (Pristina, 4 luglio 1994) è una cantante kosovara-albanese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata nella capitale kosovara dal giornalista Nezir Istrefi e dalla cantante Suzana Tahirsylaj, è la sorella della popolare cantante Nora Istrefi. È cittadina dell'Albania dal 2016.[2]

Era ha pubblicato il suo singolo di debutto Mani për money nel 2013. Il suo stile presenta sonorità urban e testi in lingua albanese ghega con sparse frasi in inglese. Nel 2014 è stata nominata ai VideoFest Awards in quattro categorie, vincendone tre: Migliore artista emergente, Migliore performance e Miglior styling.[3]

A dicembre 2015 è uscito BonBon, il singolo che ha lanciato Era Istrefi nel mercato internazionale, ottenendo oltre mezzo miliardo di visualizzazioni su YouTube e dischi d'oro in Australia,[4] Canada,[5] Danimarca,[6] Germania,[7] Italia[8] e Paesi Bassi,[9] e uno di platino in Francia.[10] Oltre alla versione originale in albanese, di BonBon è stata pubblicata anche una versione in inglese per il mercato statunitense.[11] Il successo del brano le ha fruttato a febbraio 2016 un contratto con le etichette discografiche Sony Music e Ultra Records.[12] Nel 2017 Era ha vinto uno European Border Breakers Award a riconoscimento del suo successo globale.[13] Nel 2018 ha pubblicato il singolo Live It Up, uno dei brani ufficiali del campionato mondiale di calcio.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013 – Mani për money
  • 2014 – A po don?
  • 2014 – E dehun (con Mixey)
  • 2014 – 13
  • 2015 – Njo si ti
  • 2015 – Shumë pis (con Ledri Vula)
  • 2016 – BonBon
  • 2017 – Redrum (con Felix Snow)
  • 2017 – No I Love Yous (con French Montana)
  • 2018 – Live It Up (con Nicky Jam e Will Smith)
  • 2018 – Prisoner
  • 2018 – Oh God (con Konshens)
  • 2019 – Nuk e di (con Nora Istrefi)
  • 2019 – No Maybes (con Ilkay Sencan e Arash)

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ben Beaumont-Thomas, Official World Cup song to feature Will Smith, Nicky Jam and Era Istrefi, su theguardian.com, The Guardian. URL consultato il 20 agosto 2021.
  2. ^ (EN) Era Istrefi requires Albanian citizenship, meets with President Nishani, su ocnal.com. URL consultato il 19 febbraio 2018.
  3. ^ Bella e tremendamente brava: l'albanese Era Istrefi è la nuova star del pop, su bergamonews.it. URL consultato il 19 febbraio 2018.
  4. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2016 Singles, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 20 agosto 2021 (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2020).
  5. ^ (EN) Era Istrefi – Gold/Platinum, su musiccanada.com, Music Canada. URL consultato il 19 febbraio 2018.
  6. ^ (DA) BonBon, su ifpi.dk, IFPI Danmark. URL consultato il 20 agosto 2021.
  7. ^ (DE) Era Istrefi – Gold-/Platin-Datenbank, su musikindustrie.de, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 19 febbraio 2018.
  8. ^ BonBon (certificazione), su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 19 febbraio 2018.
  9. ^ (NL) Goud & Platina, su nvpi.nl, Nederlandse Vereniging van Producenten en Importeurs van beeld- en geluidsdragers. URL consultato il 18 aprile 2020.
  10. ^ (FR) Era Istrefi – Les certifications, su snepmusique.com, SNEP. URL consultato il 20 agosto 2021.
  11. ^ (EN) Mike Wass, Era Istrefi Drops English Version Of Global Smash "BonBon", su idolator.com, Idolator. URL consultato il 19 febbraio 2018.
  12. ^ (SQ) Era Istrefi firmos me Sony Music, su gazetaexpress.com, Gazeta Express. URL consultato il 19 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2017).
  13. ^ (EN) ERA ISTREFI announced as winner of 2017 European Border Breakers Awards (EBBA), su europeanborderbreakersawards.eu, European Border Breakers Awards. URL consultato il 19 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2018).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN121147095080825081856 · ISNI (EN0000 0004 5968 3934 · BNF (FRcb170632897 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-121147095080825081856