Elettromotrici STEFER MR 300

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MR 300
Automotrice
Anni di costruzione 1976
Anni di esercizio 1976-2010
Costruttore Stanga, TIBB, CGE
Lunghezza 19 605 mm
Altezza 3 610 mm
Capacità 48 posti a sedere
Scartamento 1 435 mm
Interperno 11 000 mm
Passo dei carrelli 2 600 mm
Massa a vuoto 42 t
Rodiggio Bo’Bo’
Diametro ruote 900 mm
Velocità massima omologata 100 km/h
Alimentazione elettrica da linea aerea
1 500 V CC
Dati tratti da:
Formigari, Muscolino, pp. 121-122

Le elettromotrici MR 300 della STEFER erano una serie di elettromotrici monocabina utilizzate per l'esercizio della metropolitana Termini-Laurentina e della ferrovia Roma-Lido.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le elettromotrici MR 300 furono costruite nel 1976 per affiancare ed integrare le precedenti MR 100 e MR 200 in uso sulla metropolitana Termini-Laurentina[1].

In seguito vennero utilizzate anche sulla ferrovia Roma-Lido[2].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di elettromotrici monocabina, destinate a viaggiare accoppiate in permanenza[1].

Le MR 300 ricordano nella struttura generale le precedenti MR 100 e MR 200, ma tecnicamente sono più avanzate e simili alle coeve MA 100 in uso sulla linea A[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vittorio Formigari e Piero Muscolino, La metropolitana a Roma, Cortona, Calosci, 1983.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]