Dunkleosteus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Dunkleosteus
Dunkleosteus at Cleveland Museum of Natural History small.jpgDunkleosteus skull QM email.jpg
crani fossili di Dunkleosteus (1 m circa di lunghezza)
Stato di conservazione
Fossile
Periodo di fossilizzazione: Devoniano
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Placodermi
Ordine Arthrodira
Famiglia Dinichthyidae
Genere Dunkleosteus
Specie Dunkleosteus terrelli

Il Dunkleosteus era un placoderma, vertebrato, è stato l'animale con il morso più potente mai registrato, oltre 10 tonnellate di kg. L' aspetto più impressionante di questo animale è costituito dalle dimensioni: secondo le stime, la sua lunghezza variava da otto a circa dieci metri, mentre il suo peso oscillava da tre a sette tonnellate. Per via di determinate caratteristiche come la peculiare dentatura, si ipotizza che il Dunkleosteus fosse un predatore attivo. Il nome scientifico dell'animale significa letteralmente "(Animale delle ossa di Dunkle)", in onore dello studioso che per primo lo descrisse.

Anatomia[modifica | modifica wikitesto]

La testa e i primi tre metri del corpo del Dunkleosteus erano coperti da placche ossee molto resistenti, mentre la parte posteriore e la coda non erano corazzate. Questo animale era provvisto di una speciale articolazione nella corazza tra la testa ed il torace, che probabilmente serviva a incrementare l'angolo di apertura della bocca. Le mascelle del Dunkleosteus erano dotate di piastre gnatali, strutture simili a spessi ed aguzzi denti e di funzione chiaramente analoga. Potevano arrivare ad una tonnellata o più di peso.

L'era dei pesci[modifica | modifica wikitesto]

Il Dunkleosteus visse nei mari durante il Devoniano, un periodo geologico che iniziò circa 408 milioni di anni fa. Conosciuto anche come "l'era dei pesci", il Devoniano vide l'apparizione e l'evoluzione di una gran varietà di pesci. Il Dunkleosteus faceva parte dei Placodermi, un antico gruppo di vertebrati dotati di pinne appaiate e di aguzzi denti, anche se nel caso del Dunkleosteus l'apparato boccale non era caratterizzato da veri e propri denti bensì da estroflessioni ossee mascellari. La maggior parte dei paleontologi ritiene che i Placodermi non siano gli antenati dei pesci attuali, ma un gruppo estintosi senza lasciare discendenti.

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Ricostruzione di Dunkleosteus terrelli esposta al MUSE
  • Il Dunkleosteus compare nella serie televisiva Mostri del mare e nel videogioco Turok.
  • Nel videogioco per Android e iOS Hungry Shark Evolution è possibile utilizzare un Dunkleosteus; tuttavia viene descritto come molto più grande del normale (la lunghezza massima che può raggiungere nel gioco è di ben 30 metri). Può anche essere utilizzato nel sequel Hungry Shark World.
  • Appare anche nel film Megalodon (2004). Tuttavia nel film è presente un errore: l'animale è descritto come considerevolmente più piccolo di quanto non fosse in realtà (viene detto che era lungo 2,5 metri).
  • Nel videogame per Android "Jurassic Park:Builder",nella sezione del Parco Acquatico,il primo esemplare che sarà possibile creare sarà appunto una coppia di Dunkleosteus.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]