Il suo onore gridava vendetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Duello all'ultimo sangue)
Il suo onore gridava vendetta
Duello all'ultimo sangue
Titolo originale Gun Fury
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1953
Durata 83 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,75 : 1
Genere western
Regia Raoul Walsh
Soggetto Kathleen B. Granger, George Granger, Robert A. Granger
Sceneggiatura Irving Wallace, Roy Huggins
Produttore Lewis J. Rachmil
Casa di produzione Columbia Pictures Corporation
Fotografia Lester White
Montaggio James Sweeney, Jerome Thoms
Musiche Mischa Bakaleinikoff, Arthur Morton
Scenografia Ross Bellah
Trucco Dotha Hippe
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il suo onore gridava vendetta (Gun Fury) è un film statunitense del 1953 diretto da Raoul Walsh. Il film è stato ridistribuito in Italia anche nel 1960 con il titolo Duello all'ultimo sangue.[1]

È un film western girato originariamente in 3-D [2] con protagonisti Rock Hudson, Donna Reed e Philip Carey. È basato sul romanzo del 1952 Ten Against Caesar di Kathleen B. Granger, George Granger e Robert A. Granger.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Vecchio West. Ben Warren sta tornando a casa dopo la guerra civile con la prospettiva di vivere tranquillamente il resto della sua vita come quella che diventerà sua moglie, Jennifer Ballard. Dopo una rapina ad una diligenza, Frank Slayton e la sua famigerata banda sudista lasciano Ben Warren in fin di vita, dandolo per morto, e fuggono con la sua donna, Jennifer. Dopo essersi ripreso dalle ferite, Warren comincia a mettersi sulle loro tracce, e, anche se inizialmente nessuno è disposto ad aiutarlo, riesce a reclutare due uomini che hanno giurato vendetta contro lo spietato Slayton, un nativo americano ed un ex appartenente alla banda di Slayton.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto da Raoul Walsh su una sceneggiatura di Irving Wallace e Roy Huggins con il soggetto di Kathleen B. Granger, George Granger e Robert A. Granger (autori del romanzo),[3] fu prodotto da Lewis J. Rachmil per la Columbia Pictures Corporation[4] e girato a Sedona in Arizona.[5]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito negli Stati Uniti nel 1953[6] al cinema dalla Columbia Pictures e per l'home video dalla Columbia TriStar Home video in VHS nel 1994 e in DVD nel 2005.[4]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[6]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Le tagline sono:[7]

  • "A WOMAN WRONGED...A MAN TO AVENGE HER!...and he rode south to do it!".
  • "Her honor cried out for vengeance...and he rode South to get it for her!".

Critica[modifica | modifica wikitesto]

« Niente che non sia già stato visto è in questo western a colori, diretto da Raoul Walsh sulla falsariga di altri suoi precedenti film della prateria. [...] Il tutto raccontato in tono d'ordinarla e quasi pigra amministrazione, su uno sfondo di natura velenosamente colorata, e ormai fissa e arcisaputa come un fondale dipinto. Peraltro gli ingredienti del western ci sono tutti, e chi ama il genere per il genere non avrà da lamentarsi. »
(Leo Pestelli[8])
« Storia, personaggi, attori principali, sono di ordinaria amministrazione »
(il Morandini[9])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Spettacoli - Oggi al Corso: Duello all'ultimo sangue, La Stampa, 11 giugno 1960
  2. ^ Scheda su Duello all'ultimo sangue di AllRovi
  3. ^ Duello all'ultimo sangue - IMDb - Cast e crediti completi, imdb.it. URL consultato il 5 settembre 2012.
  4. ^ a b Duello all'ultimo sangue - IMDb - Crediti per le compagnie di produzione e distribuzione, imdb.it. URL consultato il 5 settembre 2012.
  5. ^ Duello all'ultimo sangue - IMDb - Luoghi delle riprese, imdb.it. URL consultato il 5 settembre 2012.
  6. ^ a b Duello all'ultimo sangue - IMDb - Date di uscita, imdb.it. URL consultato il 5 settembre 2012.
  7. ^ (EN) Duello all'ultimo sangue - IMDb - Tagline, imdb.com. URL consultato il 5 settembre 2012.
  8. ^ Sullo schermo - Al Corso: Il suo onore gridava vendetta, di R. Walsh, La Stampa, 6 marzo 1955
  9. ^ Scheda di Duello all'ultimo sangue su MYmovies

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema