Duca d'Aosta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Duca d'Aosta
Corona araldica
Stemma
ParìaNobiltà italiana, titolo dinastico di Casa Savoia
Data di creazione1845
Creato daVittorio Emanuele II
Primo detentoreAmedeo di Savoia
Attuale detentoreAimone di Savoia Aosta
Trasmissionemaschio primogenito

Duca d'Aosta è un titolo nobiliare appannaggio di casa Savoia. Nei secoli fu conferito a vari principi della dinastia, normalmente secondogeniti del monarca regnante. Esso può essere paragonato quindi ai titoli di duca di York, duca d'Orléans, duca di Södermanland e duca d'Albany.

Il principe Amedeo di Savoia-Aosta, il secondo figlio di re Vittorio Emanuele II di Savoia, è stato il primo Duca d'Aosta che ha avuto eredi maschi cui trasmettere il titolo. I titoli sussidiari del Duca d'Aosta sono, tramite le nozze del duca Amedeo con Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna, principe della Cisterna e di Belriguardo, marchese di Voghera e conte di Ponderano. Il titolo di Ponderano è stato creato nel 1559, di Voghera nel 1618, di Cisterna e Belriguardo nel 1670. Il titolo di Duca d'Aosta è utilizzato da luglio 2006 da Aimone di Savoia-Aosta (1967), che è sposato con la Principessa Olga di Grecia, figlia minore del principe Michele di Grecia.

Duca d'Aosta, prima creazione (1701)[modifica | modifica wikitesto]

Duca d'Aosta, seconda creazione (1723)[modifica | modifica wikitesto]

  • Vittorio Amedeo di Savoia (1723-1725)

Duca d'Aosta, terza creazione (1731)[modifica | modifica wikitesto]

  • Emanuele Filiberto di Savoia (1731-1735)

Duca d'Aosta, quarta creazione (1738)[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Francesco di Savoia (1738-1745)

Duca d'Aosta, quinta creazione (1759)[modifica | modifica wikitesto]

Duca d'Aosta, sesta creazione (1845)[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S. Bertoldi, Aosta. Gli altri Savoia, Rizzoli, Milano, 1987

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Casa Savoia Portale Casa Savoia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Casa Savoia