Diego Confalonieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diego Confalonieri
Diego Confalonieri Trophee Monal 2012 n01.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 189 cm
Peso 75 kg
Scherma Fencing pictogram.svg
Specialità Spada
Squadra Carabinieri
Palmarès
Giochi Olimpici 0 0 1
Mondiali 0 1 1
Europei 0 0 4
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 10 agosto 2008

Diego Confalonieri (Bresso, 11 aprile 1979) è uno schermidore italiano della specialità della spada.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nella società del A.S. Bresso sotto la guida dei maestri Saverio La Feltra e Luca Bellezze, Confalonieri fa il suo esordio internazionale agli europei di Bourges 2003 dove ottiene un terzo posto a squadre. Mentre nella prova individuale continua a rimanere lontano dal podio, nel 2006 a Smirne arriva un altro bronzo europeo a squadre. Dal 2005 partecipa anche alla Coppa del Mondo di scherma dove ha raggiunto due settimi posti.

Il terzo posto individuale ai Campionato mondiale di scherma 2007 di San Pietroburgo e la vittoria ai Campionati italiani del 2007 sono il preludio ad una buona olimpiade a Pechino 2008, dove ottiene il bronzo nella prova a squadre, e sfiora le semifinali nella prova individuale.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Pechino 2008: bronzo nella spada a squadre.
2007 - San Pietroburgo: argento nella spada a squadre e bronzo individuale.
2003 - Bourges: bronzo nella spada a squadre.
2006 - Smirne: bronzo nella spada a squadre.
2008 - Kiev: bronzo nella spada a squadre.
2009 - Plovdiv: bronzo nella spada a squadre.
7° 2005 - 2006
7° 2006 - 2007
  • 1° 2000 - 2007 - 2008 - 2010

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 1º settembre 2008. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Diego Confalonieri, su quirinale.it. URL consultato il 17 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]