Danimarca-Norvegia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Danimarca-Norvegia
Danimarca-Norvegia – Bandiera Danimarca-Norvegia - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Dati amministrativi
Nome completo Danimarca-Norvegia
Nome ufficiale Danmark–Norge

Dänemark–Norwegen

Lingue ufficiali danese, tedesco
Lingue parlate islandese, norvegese, frisone, faroese, groenlandese
Capitale Copenaghen
Dipendente da Danimarca
Politica
Forma di Stato monarchia
Forma di governo
Re Re di Danimarca
Nascita 1524 con Federico I
Causa dissoluzione dell'Unione du Kalmar
Fine 1814 con Cristiano VIII di Danimarca
Causa il trono di Norvegia fu ceduto al re di Svezia
Territorio e popolazione
Bacino geografico Scandinavia
Territorio originale Danimarca
Economia
Valuta Rigsdaler danese, Rigsdaler norvegese
Religione e società
Religione di Stato Luteranesimo
Danimarca-Norvegia - Mappa
Evoluzione storica
Preceduto da Unione di Kalmar
Succeduto da Danimarca
Svezia-Norvegia

La Danimarca–Norvegia fu uno Stato dell'Europa del nord, esistito dal 1536 al 1814 ed univa i regni di Danimarca e Norvegia. Comprendeva anche le colonie norvegesi dell'Islanda, Groenlandia e Isole Fær Øer. A seguito della rottura dell'unione di Kalmar che raggruppava i regni di Norvegia, Danimarca e Svezia, i primi due si unirono di nuovo nel 1536. Quest'unione durò fino al 1814, anno in cui la Francia di Napoleone fu sconfitta e si tenne il congresso di Vienna che obbligò la Danimarca-Norvegia, sconfitta, a cedere la Norvegia alla Svezia. Al momento della separazione della Norvegia dalla Danimarca nel 1814, tutti i possedimenti ex-norvegesi, tra cui Groenlandia, Islanda, Isole Fær Øer e Indie Occidentali danesi rimasero alla Danimarca.

La Danimarca-Norvegia era formata dai seguenti territori: