Dalbergia nigra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Dalbergia nigra
Immagine di Dalbergia nigra mancante
Stato di conservazione
Status iucn2.3 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Fabales
Famiglia Fabaceae
Sottofamiglia Faboideae
Tribù Dalbergieae
Genere Dalbergia
Specie D. nigra
Nomenclatura binomiale
Dalbergia nigra
(Vell.) Benth., 1860

Dalbergia nigra (Vell.) Benth., 1860 è un albero della famiglia delle Fabaceae[2], endemico del Brasile. È noto come palissandro brasiliano, palissandro Rio o palissandro di Bahia.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Vive solamente in Brasile, dalle foreste degli stati di Bahia, Espírito Santo, Minas Gerais, Rio de Janeiro e São Paulo.[1]

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List classifica Dalbergia nigra come specie vulnerabile.[1]

La specie è inserita nella Appendice I della Convention on International Trade of Endangered Species (CITES).[3]

Caratteristiche ed usi del legname[modifica | modifica wikitesto]

Legname

Il legname di questo palissandro è particolarmente pregiato, tanto da aver portato la pianta a un livello di guardia. A causa della scarsa offerta negli ultimi anni il mercato si è rivolto ad altre specie, in particolare il palissandro indiano (Dalbergia latifolia), meno denso e più facile da lavorare.
Il colore varia considerevolmente da pianta a pianta. Solitamente marrone scuro con venature ben evidenti in nero, ma non mancano esemplari di colore marrone chiaro striati di rosa e di verde. Ha un profumo gradevole di rosa con aromi di vaniglia o altre orchidee.
Come altri palissandri è impiegato nella costruzione di pavimenti e mobili di pregio, per impiallacciature e nell'ebanisteria. Gli scarti possono venire usati per manici di attrezzi, scacchiere e altro. Nella fabbricazione di strumenti musicali il palissandro brasiliano è apprezzato per strumenti a percussione, tastiere e altre parti di cordofoni, in particolare per fondi e fasce di chitarre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Varty, N. 1998, Dalbergia nigra, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  2. ^ (EN) Dalbergia nigra, in The Plant List. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  3. ^ (EN) CITES - Appendices I, II and III (PDF), in Convention On International Trade In Endangered Species Of Wild Fauna And Flora, International Environment House, 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica