Chiese di Prato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Prato.

La Cattedrale di Prato
San Domenico
San Francesco
San Niccolò
Santa Maria del Soccorso
Santi Vincenzo e Caterina de' Ricci
San Pier Forelli

Lista delle chiese di Prato.

Inquadramento storico-artistico[modifica | modifica wikitesto]

La città stessa di Prato deve la sua nascita all'insediamento tra il castellare degli Alberti e la pieve di Santo Stefano (oggi Duomo), con uno sviluppo degli insediamenti religiosi per certi versi tipico, legato agli ordini mendicanti stabilitisi agli angoli della città di allora, i quali diedero origine a vasti complessi chiesastici e conventuali, affacciati su piazze tutt'oggi esistenti.

Un episodio singolare e felice negli esiti fu l'edificazione di un santuario, promossa da Lorenzo il Magnifico che incaricò il suo architetto preferito Giuliano da Sangallo: la basilica di Santa Maria delle Carceri, che rappresenta uno dei primi edifici in cui andava maturando la riflessione, tutta rinascimentale, sulla pianta centrale. Un tabernacolo miracoloso fu all'origine del santuario, e altrettante immagini prodigiose offrirono l'occasione per creare altri importanti edifici sacri fuori le mura, come Santa Maria del Soccorso e Santa Maria della Pietà.

Singolare è poi l'esistenza entro le mura di due grandi complessi monastici monumentali ancora attivi: San Niccolò (oggi in gran parte occupato da un convitto scolastico) e San Vincenzo. La presenza in quest'ultimo della mistica santa Caterina de' Ricci, fece sì che venisse promosso a cavallo tra Sei e Settecento un completo rinnovo della chiesa conventuale, attuato dagli artisti della corte medicea, al termine del quale ricevette il titolo basilica minor.

Se il Duomo resta insuperato per la qualità del corredo artistico (con capolavori di artisti chiamati dalla vicina Firenze, i quali spesso trascorsero a Prato anni di intensa creatività artistica), le altre chiese principali contengono spesso opere meno note ma di ottima fattura, spaziando dal basso medioevo fino all'epoca moderna.

Centro[modifica | modifica wikitesto]

Fuori dal centro[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Sant'Andrea a Tontoli.
Ruderi della chiesa di San Biagio a Cavagliano.
La pieve di Sant'Ippolito in Piazzanese.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]