Chiese di Prato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Prato.

La Cattedrale di Prato
San Domenico
San Francesco
San Niccolò
Santa Maria del Soccorso
Santi Vincenzo e Caterina de' Ricci
San Pier Forelli

Lista delle chiese di Prato.

Inquadramento storico-artistico[modifica | modifica wikitesto]

La città stessa di Prato deve la sua nascita all'insediamento tra il castellare degli Alberti e la pieve di Santo Stefano (oggi Duomo), con uno sviluppo degli insediamenti religiosi per certi versi tipico, legato agli ordini mendicanti stabilitisi agli angoli della città di allora, i quali diedero origine a vasti complessi chiesastici e conventuali tutt'oggi esistenti.

Se il Duomo resta insuperato per la qualità del corredo artistico (con alcuni capolavori di artisti chiamati dalla vicina Firenze, i quali spesso trascorsero a Prato anni di intensa creatività artistica), le altre chiese principali contengono spesso opere meno note ma di ottima fattura, spaziando dal basso medioevo fino all'epoca moderna.

Centro[modifica | modifica wikitesto]

Fuori dal centro[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Sant'Andrea a Tontoli.
Ruderi della chiesa di San Biagio a Cavagliano.
La pieve di Sant'Ippolito in Piazzanese.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]