Chiesa di Santa Maria in Vado

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santa Maria in Vado
Ferrara, santa maria in vado, interno 02.JPG
L'interno della chiesa
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna Emilia-Romagna
LocalitàFerrara
Religionecattolica
TitolareMaria
Arcidiocesi Ferrara-Comacchio
ArchitettoBiagio Rossetti
Stile architettonicorinascimentale
Inizio costruzione1495

Coordinate: 44°49′49.03″N 11°37′39.59″E / 44.830286°N 11.627664°E44.830286; 11.627664

La basilica canonicale dell'Annunciazione di Santa Maria in Santa Maria in Vado e santuario del Prodigioso Sangue, Parrocchia dell'Annunziata si trova a Ferrara in via Borgovado 3. Il nome deriva da un guado (vado) del Po, che si trovava nelle vicinanze. Una chiesetta è documentata fin dal X secolo. Nel 1171 fu sede di un miracolo eucaristico: spezzando l'ostia consacrata durante una funzione religiosa, da essa zampillò sangue bagnando la volta che copriva l'altare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa venne costruita nel 1495 da Biagio Rossetti, dopo aver parzialmente demolita la chiesetta di Santa Maria Anteriore che si trovava sulla stessa area.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esterno[modifica | modifica wikitesto]

La facciata in cotto presenta un portale marmoreo di Andrea Ferreri.

Interno[modifica | modifica wikitesto]

L'interno è riccamente decorato, con tre navate, transetto e abside.

Sull'altare maggiore si trova la pala raffigurante l'Annunciazione opera di Camillo Filippi, padre di Bastianino, datata non oltre il 1560.

Principale realizzatore dei dipinti che decorano i soffitti della navata centrale, del transetto e del coro è stato il pittore ferrarese Carlo Bononi coadiuvato Giulio Cromer nella Presentazione al tempio di Maria. Teleri di Domenico Mona decorano il presbiterio. Nel catino absidale è raffigurata la Gloria del Santo Nome, sempre di Carlo Bononi dipinta a olio su intonaco tra il 1616 e il 1621.

Il braccio sinistro del transetto ospita un organo monumentale cinquecentesco, mentre il braccio destro è sede del santuario del Preziosissimo Sangue, che incorpora la volticina, dove si presume che le macchioline miracolose siano ancora visibili. Questa ricca cappella è dotata di scaletta per salire al livello delle macchie miracolose.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]