Miracolo eucaristico di Ferrara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santuario del Preziosissimo Sangue (Chiesa di Santa Maria in Vado, Ferrara)

Il miracolo eucaristico di Ferrara secondo la tradizione sarebbe avvenuto nel 1171 nell'omonima città: mentre un sacerdote celebrava la messa, l'ostia consacrata, diventata carne, avrebbe sanguinato[1].

La storia[modifica | modifica sorgente]

Il 28 marzo 1171, giorno di Pasqua, nella chiesa ferrarese di Santa Maria in Vado, durante la solenne Celebrazione eucaristica presieduta dal priore Pietro da Verona, assistito da padre Bono, padre Leonardo e padre Aimone, allo spezzar del pane l'ostia consacrata sarebbe divenuta carne, e ne sarebbe uscito un forte fiotto di sangue che avrebbe macchiato la piccola e bassa volta sovrastante l'altare[2].

Udita la notizia, che aveva fatto subito il giro della città, accorsero l'allora arcivescovo Amato e l'omologo di Ravenna, Gherardo: ascoltati i testimoni oculari, dichiararono che quello era vero e realissimo sangue miracoloso di Nostro Signore[3].

Il presunto miracolo è citato anche da altre fonti: nel 1197 Giraldo Cambrense scrisse la Gemma Ecclesiastica, ricordando l'evento. Papa Eugenio IV, in una bolla del 30 marzo 1442, scrisse che la Chiesa di Santa Maria in Vado "deve essere onorata, perché in essa il corpo e sangue di Cristo apparvero manifestamente durante la messa". Papa Benedetto XIV ricordò l'episodio nel "De servorum Dei beatificatione et beatorum canonizatione".[4]

Le macchie di sangue sono custodite in un piccolo tempio all'interno della basilica, affidata attualmente alla Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue, fondata da San Gaspare del Bufalo.

Tra i pellegrini illustri sono annoverati i seguenti papi: Alessandro III (1177), Urbano III (1187), Eugenio IV (1438), Clemente VIII (1598), Pio IX (1857) e Giovanni Paolo II il 20 settembre 1990.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Raffaele Iaria, I miracoli eucaristici in Italia, Edizioni Paoline, 2005, pp. 32-36
  2. ^ Raffaele Iaria, Opera citata, p. 33
  3. ^ C.Lella, Basilica di Santa Maria in Vado. Santuario del Prodigioso Sangue, Ferrara, 2000
  4. ^ Raffaele Iaria, Op. cit., p.34

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Sergio Meloni e Istituto San Clemente I Papa e Martire, I miracoli eucaristici e le radici cristiane dell'Europa, ESD Edizioni Studio Domenicano, 2007
  • Catalogo della Mostra internazionale "I MIRACOLI EUCARISTICI NEL MONDO", Prefazione del cardinale Angelo Comastri, Edizioni San Clemente, 2006
  • Renzo Allegri, Il sangue di Dio. Storia dei miracoli eucaristici, Ancora Editrice, 2005
  • Raffaele Iaria, I miracoli eucaristici in Italia, Edizioni Paoline, 2005
  • C.Lella, Basilica di Santa Maria in Vado. Santuario del Prodigioso Sangue, Ferrara, 2000
  • Nicola Nasuti, L'Italia dei prodigi eucaristici, Edizioni Cantagalli, 1997

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo