Charlie McCoy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charlie McCoy
Charlie McCoy (1990)
Charlie McCoy (1990)
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Country
Periodo di attività 1961 – in attività
Strumento armonica a bocca, chitarra

Charlie McCoy (Oak Hill, 28 marzo 1941) è un armonicista statunitense, interprete soprattutto di musica country.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Imparò a suonare l'armonica a bocca e la chitarra all'età di otto anni, e dopo qualche anno anche la chitarra basso e la tromba. La sua prima registrazione come suonatore di armonica è del 1961, col brano I Just Don't Understand di Ann-Margret, per la RCA. In seguito fu scritturato dalla Monument Records e la sua reputazione crebbe notevolmente. Il singolo Candy Man, di Roy Orbison, vendette oltre un milione di copie negli Stati Uniti.

Il suo primo album, The World, uscì nel 1967, e nel 1972 Good Time Charlie raggiunse la prima posizione nella classifica americana della musica country, e The Fastest Harp in the South la seconda posizione. Nel 1973 l'album The Real McCoy ricevette un Grammy Award per il miglior album strumentale di musica country.

In seguito a questi successi molti artisti famosi lo vollero come armonicista , tra cui Elvis Presley, Perry Como, Joan Baez, Johnny Cash, Paul Simon, Ringo Starr e Cliff Richard. Suonò la chitarra nella famosa canzone Desolation Row di Bob Dylan.

Charlie McCoy ha fatto molte tournée, oltre che negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone, e ha registrato numerosi album per case discografiche danesi, francesi e tedesche.

In maggio 2009 è stato ammesso nella Country Music Hall of Fame.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Nota: l'elenco può essere incompleto.

  • The Real McCoy (versione 1968), 1968
  • The World of Charlie McCoy, 1967
  • The Real McCoy, 1972
  • Charlie McCoy, 1972
  • Good Time Charlie, 1973
  • The Fastest Harp in the South, 1973
  • The Nashville Hit Man, 1974
  • Charlie McCoy Christmas, 1974
  • Charlie My Boy, 1975
  • Harpin' The Blues, 1975
  • Play It Again Charlie, 1976
  • Country Cookin' , 1977
  • Charlie McCoy's Greatest Hits, 1978
  • Appalachian Fever, 1979
  • One For the Road, 1986
  • Harmonica Jones, 1987
  • Another Side of Charlie McCoy, 1988
  • Charlie McCoy's 13th, 1988
  • Candle Light, Wine & Charlie, 1989
  • Beam Me Up Charlie, 1989
  • International Incident, 1990
  • Out On A Limb, 1991
  • Live in Paris, 1992
  • International Airport, 1992
  • American Roots, 1995
  • Precious Memories, 1998
  • La Légende Country, 1998/2011
  • Classic Country: Charlie McCoy, 2003
  • Live in Brno 2004, 2004
  • Charlie McCoy (1928-1932), 2005
  • A Celtic Bridge: from Nashville to Dublin, 2007
  • Over The Rainbow, 2009
  • Classic Country Hymns, 2009
  • Choo Choo Ch'Boogie, 2010
  • Charlies Christmas Angels, 2010
  • Lonesome Whistle: A Tribute to Hank Williams, 2011
  • Smooth Sailing, 2013
  • Celtic Dreams, 2015

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Alcune partecipazioni come strumentista:

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Grammy Award: 1973 per l'album "The Real McCoy".
  • Country Music Association Awards: "Instrumentalist of the Year" nel 1972 e 1973.
  • Academy of Country Music: "Instrumentalist of the Year" nel 1977, 1978, 1979, 1980, 1981, 1983, 1988 e 1989.
  • Ammesso nella Country Music Hall of Fame in maggio 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN7577441 · ISNI: (EN0000 0001 1467 1460 · BNF: (FRcb13932112h (data)
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica