Cecilia Robustelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

« La lingua non solo rispecchia una realtà in movimento, ma può svolgere una funzione ben più importante; quella di rendere più visibile quello stesso movimento e contribuire così ad accelerarlo in senso migliorativo[1] »

Cecilia Robustelli (Pontedera, ...) è una scrittrice, linguista e accademica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Pontedera, ha frequentato il Liceo Classico e si è laureata con lode in lettere (in glottologia) nel 1982 all'Università di Pisa, con la tesi di laurea Il suffisso latino -(t)ivus. È stata insegnante presso i licei classici di Volterra e di Pontedera, per proseguire gli studi universitari di perfezionamento scientifico e attività di ricerca prima a Pisa poi in Gran Bretagna e USA. Nel 1988 ha conseguito il Master of Arts in Linguistica Italiana e nel 1993 il dottorato di ricerca PhD in Linguistica Italiana, con la tesi di laurea Indagine diacronica sul construtto causativo italiano fare e infito presso l'University of Reading. È stata docente fino al 1997 presso l'università londinese Royal Holloway e l'università di Cambridge; ha svolto un anno di attività di ricerca scientifica come Fulbright Visiting Scholar presso Cornell University nel 1998.

Nel 2001 ha vinto il concorso presso l'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, diventando così professoressa associata e direttrice scientifica dei Corsi di Lingua e Cultura Italiana per Stranieri; si occupa in particolare della storia della grammatica, di linguistica storica, della politica linguistica italiana nell'Unione europea e del rapporto tra lingua e genere femminile nella lingua italiana.

Ha iniziato a collaborare nel 2001 con l'Accademia della Crusca nell'ambito del Progetto Biblioteche Speciali per il settore Cinque secoli di grammatiche, per proseguire come consulente per la politica linguistica dell'Accademia in ambito europeo per l'attività della European Federation of National Institutions for Language (EFNIL), di cui fa parte dell' Executive Committee.

È una delle ventisette personalità fondatrici della Rete REI e fa parte del Centro di Ricerca, Trasferimento e Alta Formazione di Linguistica Storica e Teorica (CLIEO) fondato dall'Accademia della Crusca[2]; è socia di Philological Society, di Society for Italian Studies, della Società di linguistica italiana, dell'Associazione per la Storia della Lingua Italiana, della Società Internazionale di Linguistica e Filologia Italiana, della American Association for Italian Studies (AAIS) e socia corrispondente dell'Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Modena; fa parte del network europeo Women in Leadership (WIL) promosso da Microsoft e dall'allora France Télécom.[3]

Ha pubblicato inoltre articoli per varie riviste, quali Crusca per voi (ed. Accademia della Crusca)[4], Limes, Studi di grammatica italiana, Studi e saggi linguistici, Modern language review, The italianist, Studi Italiani di Linguistica Teorica e Applicata, XXIX;[5][6] ha scritto voci e capitoli per le enciclopedie redatte dall'Istituto dell'Enciclopedia Italiana, dall'Accademia della Crusca e dall'Enciclopedia Treccani.[7]

Alcune opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Sindaco e sindaca. Il linguaggio di genere 2016, Accademia della Crusca e la Repubblica, Roma.[8]
  • Le lingue d'Europa patrimonio comune dei cittadini europei 2008, ed. Accademia della Crusca, di Marco Benedetti e Cecilia Robustelli, ISBN 978-92-79090-60-8.
  • Vivere l'intercultura 2007, ed. Stauffenburg, di Antonie Hornung e Cecilia Robustelli, ISBN 978-3-86057-636-6.[9]
  • Grammatici italiani del Cinque e del Seicento. Vie d'accesso ai testi 2006, ed. Mucchi, ISBN 978-88-7000-44-10.
  • Percorsi linguistici e filologici in Cultura Neolatina 2004, ed. Mucchi, ISBN 978-88-7000-400-7.
  • Causativi in italiano antico e moderno 2004, ed. Il fiorino, ISBN 978-88-7549-418-6.

Linee guida[modifica | modifica wikitesto]

Atti di convegno[modifica | modifica wikitesto]

  • L'italiano tra le lingue d'Europa, Atti del Convegno Internazionale 2008, Accademia della Crusca e DGI Unione Europea, a cura di Marco Benedetti e Cecilia Robustelli, ISBN 978-92-79090-60-8.
  • Storia della lingua e storia della cucina. Parole e cibo. Due linguaggi per la storia della società italiana. 2009, ed. Franco Cesati, a cura di Giovanna Frosini e Cecilia Robustelli, pp. 762, ISBN 978-88-7667-377-1.[14]
  • Lingue, istituzioni, territori: riflessioni teoriche, proposte metodologiche ed esperienze di politica linguistica 2005, Bulzoni Editore, a cura di Cristina Guardiano, Emilia Calaresu, Cecilia Robustelli e Augusto Carli, ISBN 978-88-7870-056-7.
  • La filologia romanza oggi. Atti della giornata di studi in memoria di Aurelio Roncaglia 2004, ed. Mucchi, ISBN 978-88-7000-403-8.[15]

Contributi[modifica | modifica wikitesto]

  • La differenza insegna pp. 64–75 in Genere, grammatica e grammatiche 2014, ed. Carocci Editore, di Serena Sapegno, ISBN 978-88-430-7434-1.
  • Il sessismo nella lingua italiana capitolo in Lingua italiana. Speciali ed. Istituto dell'Enciclopedia Italiana
  • Linguaggio e discriminazione. E femminicidio pp. 59–69 e Introducendo il tema Diritto e letteratura pp. 97–98 in Lingue e diritti 2014, Accademia della Crusca, di Nicoletta Maraschio, Domenico De Martino, Giulia Stanchina, ISBN 978-88-89369-58-6.
  • Il Vocabolario dell'Accademia della Crusca e i primi grandi vocabolari delle lingue europee pp. 127–137 in Lexical Challenges in a Multilingual Europe 2013, di Gerhard Stickel e Tamas Varadi, ISBN 978-3-631-64394-5.
  • European Linguistic Monitor (ELM) pp. 181–190 in Language Education in Creating a Multilingual Europe 2012, ISBN 978-3-631-63990-0.
  • La costruzione della lingua unitaria pp. 247–276 in Il secolo artusiano, 2012, Accademia della Crusca, di Giovanna Frosini e Massimo Montanari, ISBN 978-88-89369-40-1.
  • L'uso del genere femminile nell'italiano contemporaneo pp. da 1 a 18 in Politicamente o linguisticamente corretto? 2012, Commissione europea Bruxelles, di Michele Cortelazzo.[16]
  • Pari trattamento linguistico di uomo e donna pp. 181–198 su La buona scrittura delle leggi 2012, Camera dei deputati, di Roberto Zaccaria.[17]
  • Riflessioni sull'uso di italiano e inglese nella formazione scientifica secondaria con riferimento alle posizioni di EFNIL e REI pp. 274–277 su Fuori l'italiano dall'università? Inglese, internazionalizzazione, politica linguistica 2012, ed. Laterza, di Nicoletta Maraschio e Domenico De Martino, ISBN 978-88-420-9638-2.
  • Uso della lingua e valorizzazione delle differenze di genere nella gestione delle risorse umane pp. 115–123 su La rivoluzione organizzativa. Differenze di genere nella gestione delle risorse umane 2012, ed. Pisa University Press, di Rita Biancheri, ISBN 978-88-8492-840-5.
  • Donne che scrivono tra Otto e Novecento: dalle carte private ai saggi scientifici pp. 1–65 in Italia linguistica: gli ultimi 150 anni. Nuovi soggetti, nuove voci, un nuovo immaginario 2011, ed. Le lettere, di Elisabetta Benucci e Raffaella Setti, ISBN 978-88-6087-544-0.
  • Minoranze linguistiche: la situazione in Italia pp. 73–80 in National, Regional and Minority Languages in Europe 2011, ed. Peter Lang, di Gerhard Stickel, ISBN 978-3-631-60365-9.
  • Parole al femminile pp. 58–65 in Italia linguistica: gli ultimi 150 anni. Nuovi soggetti, nuove voci, un nuovo immaginario 2011, ed. Le Lettere, di Elisabetta Benucci e Raffaella Setti, ISBN 978-88-6087-544-0.
  • Le donne dell'Italia unita parlano italiano pp. 52–54 in La lingua italiana negli anni dell'Unità d'Italia 2011, ed. Silvana Editoriale, di Lucilla Pizzoli, ISBN 978-88-366-2185-9.
  • Lingua, genere e politica linguistica nell'Italia dopo l'Unità pp. 589–602 in Storia della lingua e storia dell'Italia unita. L'italiano e lo stato nazionale 2011, ed. Franco Cesati, a cura di Annalisa Nesi, Nicoletta Maraschio e Silvia Morgana, ISBN 978-88-7667-424-2.
  • Completive, frasi pp. 245–249 in Enciclopedia dell'italiano 2010, dell'Istituto della Enciclopedia italiana, ISBN 978-88-12-00040-1.
  • L'Accademia della Crusca e la Federazione Europea delle Istituzioni Linguistiche Nazionali (EFNIL): un impegno congiunto per il multilinguismo europeo pp. 223–231 su Esperienze di multilinguismo in atto, 2010, ed. Accademia della Crusca, di Nicoletta Maraschio, Domenico De Martino, Giulia Stanchina, ISBN 978-88-89369-23-4.
  • Camillo Giulio (Delminio) pp. 251–252, Pergamini Giacomo pp 1146–1147 e Giovan Battista Strozzi pp. 1449–1450 in Lexicon Grammaticorum, 2009, ed. Niemeyer Tubingen, di Harro Stammerjohann, ISBN 978-34-84730-68-7.
  • Varie voci per l'enciclopedia The Year's work in Modern Language Studies, XI. Italian Studies - Language 2008, ed. Modern Humanities Research Association Leeds, di Stephen Parkinson, ISBN 978-1-905981-82-3
  • Linguistic diversity and multilingualism: from a static landscape to a dynamic kaleidoscope pp. 325–342 su Threads in the complex fabric of language Studies in honour of Lavinia Merlini 2008, ed. Felici, di Antonio Bartacca, Marcella Bertuccelli Papi e Silvia Bruti ISBN 978-88-6019-225-7.
  • Comparative Linguistic Analysis of MS Chigi L VI 215 and Luciano, Dialogi, Venice, 1527 pp. 112–114 in Lucian of Samosata Vivus et Redivivus 2007, di Christopher Ligota e Letizia Panizza, ISBN 978-0-85481-138-0.
  • Mambelli, Marco Antonio, detto Cinonio voce in Dizionario biografico degli italiani 2007, ed. Istituto della Enciclopedia italiana, ISBN 978-88-12-00032-6.
  • Tipologie comunicative e scelte di genere nell'italiano contemporaneo pp. 133–146 su Identità e diversità nella lingua e nella letteratura italiana 2007, ed. Franco Cesati, ISBN 978-88-7667-339-9.
  • Italiano, lingua straniera nelle facoltà economiche e giuridiche delle Università della UE pp. 111–121 in Gli insegnamenti linguistici dell'area economico-giuridica in Europa. Il concetto di futurità nella codificazione linguistica 2006, ed. Egea, di Leandro Schena, Chiara Preite e Sara Vecchiato, ISBN 978-88-238-4114-7.
  • Latin and Volgare in Contact in the Sixteen Century: The Latin Model of Giambullari's Grammar pp. 42–54 in Rethinking Languages in Contact: The case of Italian 2006, ed. Legenda, di Anna Laura Lepschy e Arturo Tosi, ISBN 978-1-904713-13-5.
  • L'italiano professionale: linee di ricerca e applicazioni didattiche pp. 183–195 in Uno sguardo alle lingue professionali 2005, ed. Egea, di Giuseppe Bellini, Lavinia Merlini e Sara Vecchiato, ISBN 978-88-238-8019-1.
  • L'ordine delle parole e le costruzioni marcate nell'italiano contemporaneo: le frasi dichiarative pp. 125–141 in Prospettive sull'italiano come lingua straniera 2005, ed. Guerra, di Anna Laura Lepschy e Anna Rita Tamponi, ISBN 978-88-7715-766-9.
  • Presentazione pp. 9–12 Lingue, Istituzioni, Territori. Riflessioni teoriche, proposte metodologiche ed esperienze di politica linguistica 2005, Bulzoni Editore, ISBN 978-88-7870-056-7.
  • Varie voci per la Fabbrica dell'Italiano 2003, archivio digitale di accademici, a cura dell'Accademia della Crusca.
  • The simple sentence in Mediterranean languages: a computational approach pp 105–126 in Languages in the Mediterranean Area, Materiali Linguistici Università di Pavia 2000, ed. FrancoAngeli, di Sonia Cristofaro e Ignazio Putzu, ISBN 978-88-464-2232-3.
  • Nota su due costrutti della prosa di Bembo pp. 719–725 in Atti del XXI Congresso Internazionale di Linguistica e Filologia Romanza 1998, ed. Max Niemeyer Verlag, di G. Ruffino, ISBN 978-3-484503-62-5.
  • Fenomeni di cliticizzazione in italiano antico pp. 273–290 in Italiano e dialetti nel tempo. Saggi di grammatica per Giulio Lepschy 1996, Bulzoni Editore, ISBN 978-88-7119-888-0.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]