Caterina di Sassonia-Lauenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caterina di Sassonia-Lauenburg
Catherine of Sweden (1531) effigy 2007.jpg
Scultura raffigurante Caterina di Sassonia-Lauenburg sulla sua tomba
Regina consorte di Svezia
In carica 24 settembre 1531 – 23 settembre 1535
Altri titoli duchessa di Sassonia-Lauenburg
Nascita Ratzeburg, 24 settembre 1513
Morte Stoccolma, 23 settembre 1535
Luogo di sepoltura Cattedrale di Uppsala
Casa reale Casa di Ascania
Padre Magnus I di Sassonia-Lauenburg
Madre Caterina di Braunschweig-Lüneburg
Consorte di Gustavo I di Svezia
Religione luteranesimo
cattolicesimo

Caterina di Sassonia-Lauenburg (Ratzeburg, 24 settembre 1513Stoccolma, 23 settembre 1535) figlia di Magnus I, duca di Sassonia-Lauenburg, e di Caterina di Braunschweig-Lüneburg, fu la prima moglie di Gustavo I di Svezia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Scelta come sposa da Gustavo I che ambiva, per avere supporto nella sua politica di riforma, a rinforzare i suoi legami con il mondo protestante e ad avvicinare la Svezia alla Danimarca (la sorella maggiore di Caterina, Dorotea, era moglie del futuro re di Danimarca Cristiano III), Caterina sposò Gustavo nel giorno del suo diciottesimo compleanno. Dal loro matrimonio nacque nel 1533 il futuro Erik XIV di Svezia.

Caterina non imparò mai lo svedese e il matrimonio fu segnato da continui litigi e scontri, culminati, durante la visita in Svezia del neo incoronato Cristiano III di Danimarca, nell'accusa da lei mossa al marito di tramare per l'uccisione del re danese.

Caterina morì poco dopo la ripartenza di Cristiano in circostanze mai ben chiarite. Gli oppositori di Gustavo fecero circolare la voce che fosse stata uccisa a martellate da Gustavo stesso, tuttavia non si hanno altre prove a supporto e la famiglia di Caterina non accusò mai apertamente Gustavo.

È sepolta nella cattedrale di Uppsala con il marito e le altre due mogli di lui.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Regina di Svezia Successore
Isabella d'Asburgo 1531 - 1535 Margherita Eriksdotter Leijonhufvud
Controllo di autoritàVIAF: (EN86137775 · GND: (DE137979533 · CERL: cnp01172778