Sofia di Meclemburgo-Güstrow

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sofia di Meclemburgo-Güstrow
Sophiemecklenburgdenmark.jpg
Ritratto di Hans Knieper, c.1572
castello di Rosenborg, Copenaghen
Regina consorte di Danimarca e Norvegia
In carica 1572–1588
Nascita Wismar, 4 settembre 1557
Morte Nyköping, 14 ottobre 1631
Luogo di sepoltura Cattedrale di Roskilde
Padre Ulrico III, duca di Meclemburgo-Güstrow
Madre Elisabetta di Danimarca
Consorte Federico II di Danimarca

Sofia di Meclemburgo-Güstrow (Wismar, 4 settembre 1557Nyköping, 14 ottobre 1631) fu regina di Danimarca e di Norvegia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sofia era figlia del duca Ulrico III di Meclemburgo-Güstrow e della principessa Elisabetta di Danimarca (figlia di Federico I di Danimarca e di Sofia di Pomerania). Attraverso suo padre, discendeva da Giovanni di Danimarca.

Il 20 luglio 1572 sposò a Copenaghen il re di Danimarca Federico II.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Sofia e Federico ebbero sette figli:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Magnus II di Meclemburgo-Schwerin Enrico IV di Meclemburgo-Schwerin  
 
Dorotea di Brandeburgo  
Alberto VII di Meclemburgo-Güstrow  
Sofia di Pomerania-Wolgast Eric II di Pomerania-Wolgast  
 
Sofia di Pomerania-Stolp  
Ulrico III di Meclemburgo-Güstrow  
Gioacchino I di Brandeburgo Giovanni I di Brandeburgo  
 
Margherita di Sassonia  
Anna di Brandeburgo  
Elisabetta di Danimarca Giovanni di Danimarca  
 
Cristina di Sassonia  
Sofia di Meclemburgo-Güstrow  
Cristiano I di Danimarca Dietrich di Oldenburg  
 
Edvige di Schauenburg  
Federico I di Danimarca  
Dorotea di Brandeburgo-Kulmbach Giovanni l'Alchimista  
 
Barbara di Sassonia-Wittenberg  
Elisabetta di Danimarca  
Boghislao X di Pomerania Eric II di Pomerania-Wolgast  
 
Sofia di Pomerania-Stolp  
Sofia di Pomerania  
Anna Jagellone Casimiro IV di Polonia  
 
Elisabetta d'Asburgo  
 

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN261055644 · ISNI (EN0000 0003 8147 1500 · LCCN (ENn97113621 · GND (DE124970826 · CERL cnp01034696 · WorldCat Identities (ENlccn-n97113621