Guglielmo di Brunswick-Lüneburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Guglielmo di Brunswick-Lüneburg, detto "il Vittorioso" (13921482), fu duca di Brunswick-Lüneburg. Viene anche indicato come Guglielmo III o, erroneamente, Guglielmo IV.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio maggiore di Enrico di Brunswick-Lüneburg e della prima moglie, Sofia di Pomeriana[1]. Ereditò il ducato Lüneburg-Celle nel 1416 e spodestò lo zio Bernardo I di Brunswick-Lüneburg dal principato di Wolfenbüttel nel 1428.

Nel 1432, durante una campagna militare, venne deposto dal fratello Enrico il Pacifico e mantenne solo la parte ad ovest di Wolfenbüttel (sulla riva ovest del fiume Leine, separata dal resto dei domini dal vescovato di Hildesheim), che diverrà noto con il nome di Calenberg. Alla morte di Enrico, deceduto senza eredi nel 1473, rientrò in possesso di entrambe le parti di Wolfenbüttel.

Matrimonio ed eredi[modifica | modifica wikitesto]

Sposò nel 1423 Cecilia (morta nel 1449), figlia di Federico I di Brandeburgo. Dal matrimonio nacquero i seguenti figli[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN80584797 · GND (DE136198600 · CERL cnp01151219