Enrico di Brunswick-Lüneburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Enrico di Brunswick-Lüneburg, detto Enrico il Mite (... – 3 dicembre 1416), duca di Brunswick-Lüneburg, fu principe di Lüneburg dal 1388 al 1409 assieme al fratello Bernardo I di Brunswick-Lüneburg, dal 1400 al 1409 in coreggenza nel principato di Wolfenbüttel, e dal 1409 alla sua morte, come solo principe di Lüneburg.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il quarto figlio di Magnus II di Brunswick-Lüneburg.

Partecipò alla persecuzione degli uccisori del fratello Federico, eletto re dei Romani e ucciso nel 1400, rivendicando l'Eichsfeld, possesso dell'arcivescovo di Magonza, che era stato sospettato di essere stato la mente dell'uccisione. Solo nel 1405, venne ratificata una pace tra il ducato di Brunswick-Lüneburg e l'arcivescovato.

Nel 1404, venne rapito dal conte Bernardo di Lippe; dopo aver pagato un riscatto, venne liberato e, successivamente, col supporto del re Rupert di Germania, si vendicò di Bernardo.

Alla morte del conte Gerardo di Schleswig, marito di sua sorella, difese strenuamente lo Schleswig insieme all'Holstein dall'invasione danese voluta dalla regina Margherita I.

Sposò Sofia, figlia di Vratislavo VI di Pomerania, da cui ebbe due figli. Alla morte della prima moglie, nel 1406, si risposò con Margherita (c. 1389 – 1471), figlia del langravio Ermanno d'Assia, nel 1409, da cui ebbe un solo erede di cui ci sia rimasta memoria.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Duca di Brunswick e Lüneburg e principe di Lüneburg Successore
Venceslao di Sassonia 1388-1416 Guglielmo IV il Vittorioso
Predecessore Duca di Brunswick e Lüneburg e principe di Wolfenbüttel Successore
Federico I 1400-1409 Bernardo I
Controllo di autorità VIAF: 67305497 · GND: 120754975