Captain Sensible

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Captain Sensible
Captain Sensible as maid.jpg
Captain Sensible en travesti in un concerto del 2007
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenerePunk rock[1]
(con i The Damned)
Rock gotico[1]
New wave[2]
Periodo di attività musicale1970 – in attività
Strumentochitarra elettrica, basso, voce
EtichettaA&M, Deltic, Griffin Music, Humbug, Scratch, Frontier, Demon, Roadrunner, Chiswick, Ace, Castle
Gruppi attualiThe Damned, Dead Men Walking
Album pubblicati25
Studio14
Live10
Raccolte1
Sito ufficiale

Captain Sensible, pseudonimo di Raymond Burns (Balham, 24 aprile 1954), è un cantante, chitarrista, compositore e bassista britannico, cofondatore dei Damned.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lasciato i Damned nel 1984, Captain Sensible ha intrapreso una carriera da solista, pubblicando sette album.

Nel 2006 ha fondato un partito, il Blah! Party,[3] dopo essere stato precedentemente membro del Green Party.

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Con i Damned[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Damned.

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Con i Dead Men Walking[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) The Damned, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 10 settembre 2020.
  2. ^ (EN) Captain Sensible, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 10 settembre 2020. Modifica su Wikidata
  3. ^ (EN) The Blah! Party, su blahparty.org (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2006).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Federico Guglielmi, Le guide pratiche di RUMORE - Punk, Pavia, Apache edizioni, 1994.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN26244239 · ISNI (EN0000 0000 5546 7696 · Europeana agent/base/65893 · LCCN (ENn91080696 · GND (DE134343263 · BNF (FRcb138921415 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n91080696