Camera oscura (sviluppo fotografico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Camera oscura portatile ottocentesca
Moderna camera oscura per sviluppo e stampa in bianco e nero

La camera oscura per sviluppo fotografico è una stanza, oscurata o illuminata da una lampada di sicurezza che emette luce inattinica rossa o giallo-verde, destinata allo sviluppo, fissaggio e stampa fotografiche. A causa dei materiali pancromatici utilizzati lo sviluppo della pellicola o della lastra deve essere fatto nel buio totale.

Attrezzatura[modifica | modifica sorgente]

L'attrezzatura per una camera oscura comprende generalmente:

Per lo sviluppo
  • tank a tenuta di luce per lo sviluppo e fissaggio dei negativi
  • timer, per regolare i secondi e minuti di bagno della pellicola
  • termometro, per tenere a temperatura i bagni chimici durante lo sviluppo della pellicola
  • forbici speciali per il taglio dei negativi
  • apposite mollette per appendere i negativi ad asciugare
  • bottiglie per la conservazione dei bagni di sviluppo, arresto e fissaggio
  • misurini graduati
  • prodotti chimici
Per la stampa
  • ingranditore
  • focometro (strumento che agevola la messa a fuoco dell'immagine proiettata sulla stampa)
  • marginatore (strumento per tener ferma la carta e mascherarne i margini così da mantenerli bianchi)
  • torchietto detto provinatore per stampe per contatto, oppure uno spesso vetro per comprimere le pellicole sulla carta
  • esposimetro dedicato per il tempo di esposizione della carta sensibile (in alternativa è necessario eseguire delle prove con pezzetti di carta sensibile)
  • carta fotografica
  • vaschette per il trattamento delle carte in bianco e nero
  • pinze per manipolare la carta
  • tamburo per le stampe a colori
  • bottiglie per la conservazione dei bagni di sviluppo, arresto e fissaggio
  • misurini graduati
  • prodotti chimici

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]