Tiosolfato d'ammonio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
tiosolfato d'ammonio
Ammonium thiosulfate.svg
Nome IUPAC
diammonio tiosolfato
Nomi alternativi
ammonio tiosolfato
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare(NH4)2S2O3
Massa molecolare (u)148,21 g/mol
Aspettosolido bianco
Numero CAS7783-18-8
Numero EINECS231-982-0
PubChem6096946
SMILES
[O-]S([O-])(=O)=S.[NH4+].[NH4+]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)1,64 g/cm³ (23 °C)
Solubilità in acqua1800 g·l−1(20 °C)[1]
Temperatura di fusione150 °C (423 K) (decomposizione)
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg)2890 mg·kg−1 (ratto, per os)[1]
Indicazioni di sicurezza
Frasi H--
Consigli P-- [2]

Il tiosolfato d'ammonio è un sale inorganico d'ammonio dell'acido tiosolforico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido cristallino bianco, avente odore di ammoniaca.

Esso si scioglie rapidamente e completamente in acqua, mentre è poco solubile in acetone e insolubile in etanolo e etere dietilico[3].

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Il tiosolfato d'ammonio può essere ottenuto:

2 NH3 + SO2 + H2O → (NH4)2SO3
(NH4)2SO3 + S → (NH4)2S2O3
2 NH4HCO3 + SO2 + H2O → (NH4)2SO3 + 2 H2O + CO2↑
(NH4)2SO3 + S → (NH4)2S2O3

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Il tiosolfato d'ammonio si decompone a temperatura superiore a 150 °C, sviluppando ossidi di zolfo, ammoniaca, ossidi di azoto[1].

Uso del tiosolfato di ammonio[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzo in agricoltura[modifica | modifica wikitesto]

Il tiosolfato d'ammonio è utilizzato in agricoltura come fertilizzante in grado di fornire alle piante azoto ammoniacale[6]. Inoltre, il tiosolfato d'ammonio, in formulazione adatta, è usato per il diradamento dei fiori delle pomacee e delle drupacee. Infatti il tiosolfato di ammonio brucia i fiori aperti non fecondati. Dalle ricerche condotte dal Centro di Consulenza (Beratungsring) dell'Alto Adige, i prodotti commerciali contenenti tiosolfato di ammonio più adatti allo scopo sono GER ATS e Azos 300, perché bruciano i fiori non fecondati aperti senza bruciare le foglie e le altre parti verdi delle piante trattate. Il diradamento, nel melo, è una pratica fondamentale per ottenere produzioni di qualità. Il problema del diradamento è particolarmente importante nella varietà di mele Fuji sulla quale non sono efficaci, o sono scarsamente efficaci, altri diradanti.

Utilizzo in fotografia[modifica | modifica wikitesto]

Il tiosolfato di ammonio è anche un componente dei fissaggi fotografici e radiografici "rapidi". Infatti, i fissatori a base di tiosolfato d'ammonio agiscono più rapidamente dei fissatori a base di tiosolfato di sodio[7]. Nei fissatori concentrati, il tiosolfato d'ammonio è in soluzione al 40-45%; in quelli pronti all'uso, è in soluzione al 10-15%.

Altri utilizzi industriali[modifica | modifica wikitesto]

Il tiosolfato d'ammonio è utilizzato anche nell'estrazione di oro e argento, in presenza di rame come catalizzatore, in un processo ecocompatibile alternativo a quello maggiormente utilizzato che impiega lo ione cianuro[8]. Inoltre il tiosolfato d'Ammonio, viene utilizzato nella reazione tra idrossido di sodio e alluminio, per evitare il surriscaldamento della reazione. Per l'elevato costo, si tende ad estrarre il tiosolfato di ammonio dal tabacco, infondendolo, prima di aggiungere il resto dei reagenti.

Inoltre, come indicato da alcune ricerche, può essere utilizzato nella termodistruzione di rifiuti, come additivo a miscele di carbone-rifiuti, per ridurre la formazione di diossine e furani[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]