Focometro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il focometro è un dispositivo fotografico utilizzato in camera oscura e destinato alla stampa su carta fotografica da pellicola negativa in bianco e nero o a colori.

Principio di funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

Lo strumento, simile ad un minuscolo microscopio, è composto da uno specchio e da una lente d'ingrandimento. Posto sotto la luce dell'ingranditore e con uno spezzone di pellicola inserito, facilita la messa a fuoco di precisione del fotogramma da stampare, riflessa verso la lente dallo specchio dello strumento. Infatti per assicurarsi che la messa a fuoco sia corretta è necessario osservare all'interno della lente e regolare la messa a fuoco dell'ingranditore finché non si notino dei puntini; questi sono i sali d'argento. Ciò significa che l'immagine è proiettata sulla carta esattamente come risulta sulla pellicola e che quindi la messa a fuoco della pellicola sulla carta è perfetta.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Andreas Feininger, La nuova tecnica della fotografia, Milano, 1970. ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fotografia Portale Fotografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fotografia