CSA (società di database)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La Cambridge Scientific Abstracts (CSA) era una divisione del Cambridge Information Group e fornitore di database online, con sede a Bethesda, nel Maryland, prima di fondersi con ProQuest di Ann Arbor, Michigan. CSA ha ospitato database di abstract e ha sviluppato l'indicizzazione tassonomica di articoli accademici. Questi database erano ospitati sulla piattaforma CSA Illumina e erano disponibili accanto a prodotti aggiuntivi come CSA Illustrata (indicizzazione di tabelle e figure). La società ha prodotto numerosi database bibliografici in diversi campi delle discipline artistiche e umanistiche, scienze naturali e sociali, e tecnologia.[1] Pertanto, la copertura comprendeva scienza dei materiali, scienze ambientali e gestione dell'inquinamento, scienze biologiche, scienze acquatiche e pesca, biotecnologia, ingegneria, informatica, sociologia, linguistica e altre aree.[2]

Aluminium Industry Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

L'Aluminium Industry Abstracts (AIA) era precedentemente noto come World Alum Abstracts (WAA). La copertura topica nella letteratura tecnica comprende alluminio, processi di produzione, prodotti, applicazioni e applicazioni aziendali. La copertura delle fonti comprende periodici, relazioni tecniche, atti di conferenze, brevetti, riviste specializzate, comunicati stampa e libri.

La copertura tematica, in ampie categorie, di questo database è l'industria dell'alluminio (compresi gli usi finali dell'alluminio), l'intermetallico di alluminio, informazioni commerciali, test e proprietà ingegneristiche, metallurgia estrattiva, fusione, fusione e fonderia, lavorazione dei metalli, minerali, estrazione, brevetti, ingegneria metallurgica e controllo di qualità (compresi i test).

Ceramic Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

CSA pubblica Ceramic Abstracts / World Ceramics Abstracts in collaborazione con CERAM Research Ltd. Questo database serve l'industria della ceramica. La copertura copre la letteratura globale disponibile sulla produzione, lavorazione, applicazione, proprietà e test di ceramiche tradizionali e avanzate. Inoltre, questo database è indicizzato per più di 3000 opere pubblicate di vari formati, tra cui letteratura scientifica e tecnica, compresi i mongrafi. La copertura temporale va dal 1975 ad oggi. Il documento più vecchio nel database ha una data di pubblicazione del 1971. Questo database viene aggiornato una volta al mese e circa 15.000 nuovi documenti vengono aggiunti ogni anno. La dimensione del database è superiore a 454.000 documenti. L'equivalente cartaceo di questo database è World Ceramics Abstracts e Ceramic Abstracts.[3]

Civil Engineering Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

I CSA/ASCE Civil Engineering Abstracts comprendono una copertura globale, indicizzata e estratta della letteratura tecnica di ingegneria civile. La copertura comprende anche i campi complementari di ingegneria forense, gestione dei servizi di ingegneria, marketing dei servizi di ingegneria, formazione ingegneristica, ingegneria meccanica, dinamica teorica e studi computazionali. Le pubblicazioni seriali e non seriali fanno parte di questo database. Più di 3000 titoli estratti comprendono libri, atti di conferenze, riviste specializzate, riviste scientifiche, brevetti, rapporti governativi, dissertazioni, newsletter di monografie e comunicati stampa. L'indicizzazione con un vocabolario controllato (12.500 termini) si riferisce anche a elementi come riferimenti citati, indirizzo e-mail dell'autore corrispondente e informazioni di contatto dell'editore. Con una dimensione del file di 1.372.711 documenti (luglio 2010), una frequenza di aggiornamento di una volta al mese, vengono aggiunti circa 40.000 documenti ogni anno e la copertura temporale va dal 1966 ad oggi.[4][5][6]

Computer and Information Systems Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

La copertura globale riguarda la ricerca e l'applicazione, che viene aggiornata su base mensile. Questo database accede a periodici, atti di conferenze, relazioni tecniche, riviste specializzate (compresi articoli di newsletter), brevetti, libri e comunicati stampa. Anche le pubblicazioni non seriali sono coperte. La ricerca e l'applicazione riguardano l'intelligenza artificiale, le applicazioni informatiche, la programmazione informatica, l'organizzazione dei sistemi informatici, l'hardware di calcolo Milieux, i sistemi informatici, la matematica dell'informatica e l'ingegneria del software.[7][8]

Earthquake Engineering Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

L'obiettivo principale di Earthquake Engineering Abstracts (EEA) è la copertura dell'ingegneria sismica e la mitigazione del rischio sismico. Questo database contiene 181.380 documenti che sono citazioni complete e abstract, 52.000 articoli di riviste, indici e abstract di importanti riviste di ricerca sull'ingegneria sismica, oltre a 40.000 abstract di atti (inclusi gli incontri principali). Altri 22.000 documenti includono abstract di monografie di ricerca e relazioni tecniche. La copertura delle fonti è per oltre 3.000 periodici, atti di conferenze, relazioni tecniche, articoli di riviste / newsletter, brevetti, libri e comunicati stampa. La copertura temporale è dal 1971 fino ai giorni nostri.[9]

Electronics and Communications Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

Electronics and Communications Abstracts indicizza i campi dell'ingegneria elettronica e delle comunicazioni; tra cui teoria, esperimenti, materiali, attrezzature e applicazioni. Le principali aree disciplinari sono teoria, circuiti, componenti e materiali, controllo e sistemi, sistemi di alimentazione, telecomunicazioni, fotonica e argomenti relativi all'elettronica o alle comunicazioni elettroniche.

La copertura temporale va approssimativamente dal 1981 ad oggi, con il documento più antico del 1961, il 50% degli indici del database è successivo al 1994. La copertura della letteratura comprende periodici, atti di conferenze, relazioni tecniche, articoli di riviste / newsletter, brevetti, libri e comunicati stampa. Viene aggiornato mensilmente e vengono aggiunti 25.000 documenti all'anno. A partire da giugno 2013 questo database conteneva più di 1.733.000 documenti.[10][11][12]

Engineered Materials Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

L'Engineered Materials Abstracts, istituito nel 1986, fornisce una copertura approfondita di polimeri, ceramiche e materiali compositi, inclusi materiali complessi e avanzati. In questo database sono citati anche i processi che coinvolgono questi materiali come la ricerca, le pratiche di fabbricazione, le proprietà e le applicazioni. Questo database elettronico contiene anche sottofile denominati ceramica, compositi e polimeri. Inoltre, questo database è indicizzato per più di 3.000 pubblicazioni pertinenti di vario tipo, o raggruppamenti, che sono correlati al contenuto della rivista scientifica. Le date di copertura vanno dal 1986 ad oggi. Il documento più vecchio nel database ha una data di pubblicazione del 1953. Inoltre, circa il 50% dei suoi documenti ha date di pubblicazione del 1993 o successive. Questo database viene aggiornato una volta al mese e circa 20.000 nuovi documenti vengono aggiunti ogni anno. A giugno 2010 la dimensione del database era superiore a 796.357 documenti.[13][14]

Advanced Polymers Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

Come sottofile di Engineered Materials Abstracts il focus di Advanced Polymers Abstracts sono informazioni tecniche sugli usi, la produzione e le proprietà di resine termoindurenti e termoplastiche. Questi materiali sono in competizione con i metalli per essere il materiale per le strutture. L'ampia copertura topica comprende stampaggio, elastomeri termoplastici, estrusione, sviluppo di materiali, miscele polimeriche, giunzione, incollaggio, sintesi, PVC, struttura a catena, test delle prestazioni, compounding e materie plastiche iniettate.

Environmental Sciences & Pollution Management[modifica | modifica wikitesto]

Questo database fornisce abstract e la copertura bibliografica completa della letteratura globale disponibile che riguarda le scienze ambientali e la gestione dell'inquinamento. Questo database può collegarsi a articoli completi di riviste elettroniche. Inoltre, questo database è indicizzato per più di 10.000 pubblicazioni pertinenti di vario tipo, o raggruppamenti, che sono correlati al contenuto delle riviste scientifiche. La copertura temporale è dal 1967 ad oggi. La frequenza di aggiornamento è una volta al mese, in cui vengono aggiunti circa 6.000 nuovi documenti. A giugno 2010 la dimensione del database era superiore a 3.366.269 documenti.[15]

La copertura tematica include l'inquinamento atmosferico, marino e delle acque dolci; rilevamento, monitoraggio e analisi dell'inquinamento; effetti delle fuoriuscite di petrolio; inquinamento puntuale e non puntuale; fognature e trattamento delle acque reflue; smaltimento industriale e municipale dei fanghi; rifiuti e rifiuti pericolosi; tossicologia dei pesticidi; metalli pesanti; prodotti chimici agricoli; valutazione del rischio e azione ambientale. La copertura delle fonti comprende articoli di riviste, atti di conferenze, libri e pubblicazioni governative.[16]

"Environmental Sciences & Pollution Management" è composto da dodici database bibliografici a componenti o sotto-file a cui è possibile accedere in modo indipendente. Questi sono:

  • Aquatic Pollution and Environmental Quality (ASFA 3)
  • Bacteriology Abstracts (Microbiology B)
  • Biotechnology Research Abstracts
  • Ecology Abstracts
  • Environmental Engineering Abstracts
  • Health and Safety Science Abstracts
  • Industrial and Applied Microbiology (Microbiology A)
  • Pollution Abstracts
  • Risk Abstracts
  • Sustainability Science Abstracts
  • Toxicology Abstracts
  • Water Resources Abstracts

Environmental Engineering Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

Environmental Engineering Abstracts fornisce abstract e la copertura bibliografica completa della letteratura globale disponibile che riguarda gli aspetti tecnologici e ingegneristici della qualità dell'aria e dell'acqua, della sicurezza ambientale e della produzione di energia. La copertura per argomenti generali comprende la letteratura pertinente in materia di miniere e attrezzature di cava, centrali nucleari, energia termoelettrica, energia mareomotrice ed eolica, trattamento di acque reflue e rifiuti industriali, sono inclusi anche l'analisi dell'acqua e le tecniche di trattamento. Sono indicizzate ed estratte 500 riviste primarie. La letteratura pertinente viene aggiunta da oltre 2.500 fonti, come monografie e atti di conferenze. La copertura temporale è dal 1990 ad oggi e il documento più antico è stato pubblicato nel 1973.[17][18]

Environmental Periodicals Bibliography[modifica | modifica wikitesto]

Environmental Periodicals Bibliography (EPB) è stata fondata nel 1972 dall'Istituto di studi ambientali dell'Accademia Internazionale di Santa Barbara. Questo database contiene oltre 500.000 citazioni indicizzate, che coprono tutti gli argomenti sull'ambiente rilasciati in riviste scientifiche, tecniche e divulgative. In questo database è anche inclusa una copertura completa di 500 riviste. Le citazioni sono organizzate per titolo di rivista e editore, e quando ci sono collegamenti alle rispettive citazioni, queste sono rese disponibili. CSA Illumina è un punto di accesso web e questo database è disponibile anche su CD-ROM.[19]

Health and Safety Science Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

Gli autori sono ProQuest - CSA Illumina e la University of Southern California. Questo database comprende la letteratura pertinente relativa alla salute pubblica, alla sicurezza e all'igiene sul lavoro. Ciò include anche rischi, pericoli e soluzioni plausibili che colpiscono le persone. La copertura topica comprende sicurezza aerea, sicurezza aerospaziale, sicurezza ambientale, sicurezza nucleare, sicurezza medica, sicurezza sul lavoro, ergonomia, inquinamento, smaltimento dei rifiuti, radiazioni, pesticidi, epidemie "e innumerevoli altri fenomeni che possono minacciare il pubblico, l'ambiente, o il luogo di lavoro stesso...". La versione stampata equivalente è "Health and Safety Science Abstracts (1981 - 2003)".[20][21]

CSA High Technology Research Database with Aerospace[modifica | modifica wikitesto]

Il CSA High Technology Research Database è un importante database di estrazione, indicizzazione e di categorizzazione nella struttura di CSA Illumina. È considerato l'equivalente online di International Aerospace Abstracts (IAA) e di Scientific and Technical Aerospace Reports (STAR dal 1962 al 1993). Questi sono elencati anche come controparti di stampa.[22][23]

Comprende quattro sottosezioni:

  • Aerospace and High Technology Database
  • Computer and Information Systems Abstracts
  • Electronics and Communications Abstracts
  • Solid State and Superconductivity Abstracts

Il database copre teoria, sperimentazione, applicazione, tecnologie emergenti e aziende coinvolte nelle scienze spaziali (tra cui aeronautica e astronautica), informatica e tecnologia dell'informazione, materiali a stato solido (compresi i dispositivi a stato solido), comunicazioni, geoscienza chimica e infine elettronica. Ulteriori ricerche, applicazioni e copertura dello sviluppo includono oltre 40 paesi, tra cui il Giappone e le nazioni dell'Europa orientale.

Sono disponibili oltre 10,7 milioni di documenti (febbraio 2011), con un aggiornamento mensile di circa 100.000 documenti e copertura temporale dal 1962 ad oggi. È indicizzato da riferimenti, abstract e 40.000 termini di vocabolario controllato.[22][23]

Aerospace & High Technology Database[modifica | modifica wikitesto]

L'Aerospace & High Technology Database è un database bibliografico che copre le scienze spaziali, l'aeronautica e l'astronautica. Questo database fornisce anche l'accesso a discipline complementari come l'elettronica, la chimica, la fisica, la geoscienza e le comunicazioni. L'equivalente cartaceo è International Aerospace Abstracts (IAA) e Scientific and Technical Aerospace Reports (STAR dal 1986 al 1993).

L'Aerospace & High Technology Database è stato pubblicato in due pubblicazioni cartacee, International Aerospace Abstracs (IAA) e Scientific and Technical Reports (STAR) Index. Questi sono stati poi incorporati nell'Aerospace Database, prodotto dall'American Institute of Aeronautics and Astronautics.[24][25]


International Aerospace Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

L'International Aerospace Abstracts è stato pubblicato dal Technical Information Service dell'American Institute of Aeronautics and Astronautics, con ISSN 0020-5842. Altri autori precedenti erano la National Aeronautics and Space Administration (NASA) e l'Institute of Aerospace Sciences. È stato pubblicato alternativamente con il Scientific and Technical Aerospace Reports nel 1963. International Aerospace Abstracts faceva parte della sezione International Aeronautical Abstracts della pubblicazione dal titolo Aerospace Engineering (ISSN 0096-669X).[26]

Scientific and Technical Aerospace Reports[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il sito web della NASA: a partire dal maggio 2011, i rapporti aerospaziali scientifici tecnici (Scientific and Technical Aerospace Reports - STAR) verranno ritirati, insieme ad altri prodotti di informazione scientifica e tecnica della NASA.[27]

Scientific and Technical Aerospace Reports (STAR) è una risorsa di informazioni che elenca citazioni e abstract della NASA e di informazioni scientifiche e tecniche relative al settore aerospaziale (STI). Aggiornato due volte alla settimana, STAR evidenzia le più recenti aggiunte al database aeronautico e spaziale della NASA. Attraverso questa risorsa, il programma STI della NASA fornisce un accesso tempestivo ai risultati di ricerca e sviluppo (R&S) più aggiornati in campo aerospaziale.[27]

La copertura tematica STAR comprende tutti gli aspetti dell'aeronautica e della ricerca e dello sviluppo spaziali, supporta la ricerca di base e applicata e l'applicazione, nonché gli aspetti aerospaziali delle risorse della Terra, lo sviluppo energetico, la conservazione, l'oceanografia, la protezione ambientale, il trasporto urbano e altri argomenti di alto livello nazionale. La quotazione è organizzata prima da 11 divisioni tematiche, poi all'interno di queste divisioni per 76 categorie di soggetti e include due indici: soggetto e autore.[27]

Solid State and Superconductivity Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

Il Solid State and Superconductivity Abstract (ISSN 0896-5900) fornisce una copertura online, internazionale, comprendente tutti gli aspetti della teoria, produzione e applicazione di materiali e dispositivi allo stato solido. Sono incluse le tecnologie di superconduttività ad alta e bassa temperatura. La copertura temporale va dal 1981 a oggi. Il documento più vecchio nel database ha una data di pubblicazione del 1970. Circa il 50% di questo database contiene documenti pubblicati dal 1992. Il database viene aggiornato una volta al mese. Ogni anno vengono aggiunti circa 40.000 nuovi documenti. A partire da giugno 2010, Solid State and Superconductivity Abstracts contiene oltre 967.000 documenti. Esiste un equivalente cartaceo con lo stesso nome.[28][29]

Mechanical Engineering Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

Mechanical Engineering Abstracts è una continuazione del già noto "ISMEC Bulletin" (v.1, n. 1, 10 luglio 1973) (ISSN 0306-0039), che sembra aver cessato la pubblicazione con questo titolo nel dicembre 1987 (v. 20, n. 6). L'ISMEC Bulletin è stato pubblicato da Cambridge Scientific Abstracts. Ora, Mechanical Engineering Abstracts è anche noto come "ISMEC, Mechanical Engineering Abstracts". Un altro titolo è "Information service in Mechanical Engineering Bulletin".[30][31][32][33]

La copertura temporale del Mechanical Engineering Abstracts è dal 1981 al 2002. Le informazioni attuali, al di là della copertura temporale, non fanno parte di questo database. Le informazioni attuali si trovano nel Mechanical & Transportation Engineering Abstracts (vedere la prossima sezione di seguito). A partire da maggio 2010, questo database conteneva più di 215.700 documenti.[34]

Ei Compendex è un co-editore di questo database. Di portata globale, l'ampia copertura tematica comprende teoria e applicazione nell'ingegneria meccanica, nell'ingegneria gestionale e nell'ingegneria della produzione. La copertura del formato comprende riviste scientifiche, articoli, documenti di conferenze, metodi, sviluppi e conclusioni (compresi i risultati della ricerca). Il pubblico di riferimento è composto da specialisti, ricercatori e ingegneri.[31][32][34]

Ulteriore copertura tematica include tutti gli aspetti dell'ingegneria meccanica. Altri argomenti trattati in questo database sono l'ingegneria aerospaziale, l'ingegneria automobilistica, l'architettura navale e l'ingegneria marina, l'ingegneria ferroviaria e la movimentazione dei materiali. Anche la tecnologia nucleare fa parte di questo database: fluidodinamica, idraulica, pneumatica e tecnologia del vuoto. Calore e termodinamica coprono forni industriali, riscaldamento di processo, riscaldamento degli ambienti, climatizzazione, refrigerazione e criogenia.[34][35]

Mechanical & Transportation Engineering Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

Mechanical & Transportation Engineering Abstracts fornisce citazioni, abstract e indicizzazione della letteratura in ingegneria meccanica e dei trasporti e di altri campi ingegneristici di supporto. Questo database è indicizzato per più di 3.000 pubblicazioni pertinenti di vario tipo correlate al contenuto scientifico delle riviste. Le date di copertura sono dal 1966 ad oggi. Il documento più vecchio nel database ha una data di pubblicazione del 1895; circa il 50% dei suoi documenti ha date di pubblicazione del 1988 o successive. La frequenza di aggiornamento è una volta al mese e circa 40.000 nuovi documenti vengono aggiunti all'anno.[36]

METADEX[modifica | modifica wikitesto]

METADEX è l'equivalente dei database Metals Abstracts, Metals Abstracts Index e Alloys Index. È specializzato nella copertura di tutti gli argomenti relativi ai metalli e alle leghe, che comprende le loro proprietà, produzione, applicazioni e sviluppo. METADEX è stata fondata nel 1966 e ora contiene oltre 1.425.000 riferimenti. Inoltre, questo database è indicizzato per più di 3.000 pubblicazioni pertinenti di vario tipo, o raggruppamenti, che sono correlati al contenuto di riviste scientifiche. Le date di copertura comprendono, approssimativamente, dal 1966 ad oggi. Il documento più vecchio nel database ha una data di pubblicazione del 1939. Tuttavia, circa il 50% dei suoi documenti ha date di pubblicazione del 1986 o successive. METADEX viene aggiornato una volta al mese. Ogni anno vengono aggiunti circa 45.000 nuovi documenti. A partire da giugno 2010 questo database conteneva più di 7.058.162 documenti.[37]

CSA Materials Research Database with METADEX[modifica | modifica wikitesto]

Notevoli banche dati sulle scienze dei materiali sono riunite sotto il CSA Materials Research Database with METADEX. I contenuti fino al livello di specialista sono accessibili, raccolti dalle discipline di scienza dei materiali, metallurgia, ceramica, polimeri e materiali compositi utilizzati nell'applicazione di ingegneria. Copre in profondità il processo industriale per tutti i metalli, le leghe, i polimeri, la ceramica e i materiali compositi. Ciò significa che la copertura approfondita delle materie prime include le loro lavorazioni e raffinazioni. La catena di lavorazione prosegue con una copertura approfondità anche della saldatura e la fabbricazione sviluppata per usi finali. Questo è seguito da prestazioni, corrosione e riciclaggio, in relazione a tutti i metalli, leghe, polimeri, ceramiche e materiali compositi. Inoltre, questo database è indicizzato per più di 3.000 pubblicazioni pertinenti di vario tipo, o raggruppamenti, che sono correlati a contenuti di riviste scientifiche.[38]

Questo database comprende quanto segue:

  • Aluminium Industry Abstracts
  • Ceramic Abstracts/World Ceramics Abstracts
  • Copper Technical Reference Library
  • Corrosion Abstracts
  • Engineered Materials Abstracts
  • Materials Business File
  • METADEX

CSA Sociological Abstracts[modifica | modifica wikitesto]

Il CSA Sociological Abstracts (SocioAbs) è una risorsa bibliografica affidabile e autorevole che fornisce citazioni, riassunti e indicizzazioni della letteratura in sociologia e discipline correlate nelle scienze sociali e comportamentali. Più in particolare, gli abstract di articoli di riviste, libri, capitoli di libri, dissertazioni, articoli per conferenze e citazioni per recensioni di libri sono indicizzati in un database classificato in serie di quasi 2.000 pubblicazioni. Il database è stato aggiornato per includere l'accesso ai backfile completi delle versioni di stampa del Sociological Abstracts dagli inizi nel 1952 ad oggi. Questo database viene aggiornato mensilmente con circa 30.000 documenti all'anno e la sua dimensione totale supera i 913.900 documenti.[39][40][41]

I temi trattati sono: cultura, struttura sociale, demografia, biologia umana, problemi ambientali dello sviluppo economico, condizioni di vita familiare, assistenza sociale, salute, medicina e diritto. Sono inclusi anche altri soggetti in tutto lo spettro sociologico quali sviluppo, differenziazione, arte, economia, istruzione, abuso di sostanze, dipendenza e studi sulle donne.

CSA Technology Research Database[modifica | modifica wikitesto]

Il CSA Technology Research Database è una piattaforma bibliografica aggiornata mensilmente con copertura temporale dal 1962 ad oggi. Combina un numero di database secondari: il Materials Research Database with METADEX, il CSA High Technology Research Database with Aerospace e il CSA Engineering Research Database. I formati trattati sono periodici, atti di conferenze, relazioni tecniche, articoli di riviste commerciali, articoli di newsletter, brevetti, libri e comunicati stampa. La copertura tematica copre le discipline scientifiche e tecnologiche e comprende la letteratura di scienza dei materiali, aerospaziale, edilizia, ingegneria meccanica, ingegneria elettrica e scienze dell'informazione. Questo database indicizza oltre 17,5 milioni di documenti.[42][43][44]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) CSA - Databases & Collections, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2009).
  2. ^ (EN) Barbara Quint, CSA Acquires Aerospace Database from American Institute of Aeronautics and Astronautics, in News Breaks, 18 settembre 2000. URL consultato l'11 aprile 2018.
  3. ^ (EN) Ceramic Abstracts/World Ceramics Abstracts, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2005).
  4. ^ (EN) Civil Engineering Abstracts, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2005).
  5. ^ (EN) Database Library - Civil Engineering Abstracts, Università del Wisconsin-Madison. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2011).
  6. ^ (EN) Civil Engineering Abstracts, su library.dialog.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2006).
  7. ^ (EN) Computer and Information Systems Abstracts, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2005).
  8. ^ (EN) Computer and Information Systems Abstracts, su library.dialog.com. URL consultato l'11 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2006).
  9. ^ (EN) Earthquake Engineering Abstracts, su library.dialog.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2006).
  10. ^ (EN) Electronics and Communications Abstracts, su library.dialog.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2006).
  11. ^ (EN) Electronics and Communications Abstracts, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2005).
  12. ^ (EN) Database Library - Electronics & Communications Abstracts, Università del Wisconsin-Madison. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2014).
  13. ^ (EN) CSA / ASCE Civil Engineering Abstracts, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2010).
  14. ^ (EN) Engineered Materials Abstracts, su library.dialog.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2008).
  15. ^ (EN) Environmental Sciences and Pollution Mgmt, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2010).
  16. ^ (EN) Environmental Sciences & Pollution Management Index, Rutgers University. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2009).
  17. ^ (EN) Environmental Engineering Abstracts, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2005).
  18. ^ (EN) Environmental Engineering Abstracts, su www.libraries.rutgers.edu, Rutgers University. URL consultato l'11 aprile 2018.
  19. ^ (EN) Environmental Periodicals Bibliography, su ces.iisc.ernet.in, Environmental Studies Institute International Academy at Santa Barbara. URL consultato l'11 aprile 2018.
  20. ^ (EN) Health and Safety Science Abstracts, su csa.com:80. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2014).
  21. ^ (EN) Health and Safety Science Abstracts, Indiana University. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2005).
  22. ^ a b (EN) CSA High Technology Research Database with Aerospace, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2005).
  23. ^ a b (EN) Serials Source List for CSA High Technology Research Database with Aerospace, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2006).
  24. ^ (EN) CSA High Technology Research Database with Aerospace, su csa.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2005).
  25. ^ (EN) Charles R. Lord, Guide to information sources in engineering, Englewood (Colorado), Libraries Unlimited, 2000, p. 42, ISBN 1563086999, OCLC 57427238. URL consultato l'11 aprile 2018.
  26. ^ (EN) International aerospace abstracts, su catalogue.nla.gov.au. URL consultato l'11 aprile 2018.
  27. ^ a b c (EN) Scientific and Technical Aerospace Reports (STAR), su sti.nasa.gov, 4 aprile 2011. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2011).
  28. ^ (EN) Solid state abstracts journal, su catalogue.nla.gov.au. URL consultato l'11 aprile 2018.
  29. ^ (EN) Solid State and Superconductivity Abstracts, su library.dialog.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2006).
  30. ^ (EN) ISMEC bulletin, su library.mit.edu, Massachusetts Institute of Technology. URL consultato il 12 aprile 2018.
  31. ^ a b (EN) ISMEC, Mechanical Engineering Abstracts, University of Hong Kong, 15 ottobre 2012. URL consultato il 12 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il ).
  32. ^ a b (EN) About ISMEC: Mechanical Engineering Abstracts, Ovid Technologies. URL consultato il 12 aprile 2018.
  33. ^ a b (EN) ISMEC bulletin, su catalog.hathitrust.org, HathiTrust Digital Library. URL consultato il 12 aprile 2018.
  34. ^ a b c (EN) Mechanical Engineering Abstracts, su csa.com. URL consultato il 12 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2010).
  35. ^ (EN) ISMEC bulletin, in ISMEC bulletin, 1973, OCLC 1793713. URL consultato il 12 aprile 2018.
  36. ^ (EN) Mechanical & Transportation Engineering Abstracts, su csa.com. URL consultato il 12 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2001).
  37. ^ (EN) METADEX, su csa.com. URL consultato il 12 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2011).
  38. ^ (EN) CSA Materials Research Database with METADEX, su csa.com. (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2011).
  39. ^ (EN) Sociological Abstracts, su www.proquest.com, ProQuest. URL consultato il 12 aprile 2018.
  40. ^ (EN) Sociological abstracts, su catalog.loc.gov, Library of Congress, ISSN 0038-0202 (WC · ACNP). URL consultato il 12 aprile 2018.
  41. ^ (EN) CSA Sociological Abstracts, su csa.com. URL consultato il 12 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2011).
  42. ^ (EN) CSA Technology Research Database, su csa.com. URL consultato il 12 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2011).
  43. ^ (EN) CSA Technology Research Database, Dialog. URL consultato il 12 aprile 2018 (archiviato dall'url originale l'8 giugno 2013).
  44. ^ (EN) Technology Research Database, ETH Bibliothek. URL consultato il 12 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2012).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]