Bruzio (olio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olio d'oliva Bruzio
Olio d'oliva Bruzio
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Regione Calabria
Zona di produzione Zona sud della provincia di Cosenza
Dettagli
Categoria condimento
Riconoscimento D.O.P.
Settore Olii d'oliva
Altre informazioni Reg. CE n.1065/97
 

L'olio d'oliva Bruzio è un prodotto a denominazione di origine protetta (D.O.P.), secondo la norma europea del regolamento CEE 2081/92 ed il riconoscimento del regolamento CE n.1065/97. Solo l'olio d'oliva prodotto secondo le regole raccolte nel Disciplinare di produzione può fregiarsi del marchio.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Queste le caratteristiche dell'olio d'oliva extravergine Bruzio: sapore e odore fruttato, colore verde con lievi riflessi tendenti al giallo, acidità massima dello 0,80%.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'olio Bruzio viene prodotto mediante la spremitura di olive sane, raccolte nei territori meridionali della provincia di Cosenza. Per tale operazione sono ammessi dal decreto solamente processi fisici e meccanici che conservino il più possibile le caratteristiche originarie del frutto. I passaggi del sistema produttivo, seguenti alla raccolta (che deve avvenire in tempi brevi al giusto grado di maturazione), sono: selezione dei frutti sani, lavaggio, defoliazione, eliminazione dei corpi estranei, molitura, gramolazione e separazione.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La conservazione del Bruzio deve avvenire in luoghi freschi e asciutti, lontani da fonti di calore. Anche la temperatura deve essere controllata, rimanendo compresa fra i 14 e i 20 °C. In queste condizioni il prodotto può mantenere le sue qualità inalterate per oltre 36 mesi. Le basse temperature possono inoltre portare l'olio al congelamento: in tal caso è sufficiente riportare il recipiente in cui è conservato l'olio a temperatura ambiente.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

L'olio d'oliva Bruzio può venire utilizzato prevalentemente per accompagnare grigliate di pesce o verdute bollite, oltre che piatti tradizionali della cucina calabrese.

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina