Bruno Berni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bruno Berni (Roma, 2 marzo 1959) è un bibliotecario, traduttore e saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in lingue e letterature nordiche e in letteratura tedesca nel 1983 alla Sapienza di Roma, dal 1993 è direttore della biblioteca dell'Istituto Italiano di Studi Germanici a Roma, dove ha il ruolo di ricercatore. Ha insegnato lingua e letteratura danese all'Università di Urbino e all'Università di Pisa e lingua danese alla LUISS di Roma.

A partire dal 1987 ha pubblicato numerose traduzioni di autori classici e moderni prevalentemente danesi, ma anche svedesi, norvegesi e tedeschi. Ha scritto saggi su autori scandinavi in riviste italiane e danesi, pubblicato volumi monografici e bibliografie e recensito opere nordiche in alcuni quotidiani.

Traduzioni in volume[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2000: Dansk-Italiensk Erhvervsforenings Journalistpris (Premio giornalistico dell'Associazione commerciale italo-danese) per il contributo alla conoscenza tra i due paesi.
  • 2004: Hans Christian Andersen Prisen (Premio Hans Christian Andersen) per aver curato la prima traduzione completa delle fiabe di Andersen in italiano.
  • 2009: Den Danske Oversætterpris (Premio danese per la Traduzione) per il complesso dell'attività di traduttore e divulgatore della letteratura danese in Italia.
  • 2012: Premio Gregor von Rezzori – Città di Firenze per la traduzione di I figli dei guardiani di elefanti di Peter Høeg.
  • 2013: Premio nazionale per la Traduzione, Edizione 2012, per l'attività complessiva.
  • 2016: Premio Benno Geiger per la traduzione poetica (Fondazione Giorgio Cini, Venezia) per la traduzione di: Inger Christensen, La valle delle Farfalle.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN232892699 · SBN: IT\ICCU\CFIV\079187
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie