Brazzers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.
Brazzers
Logo
URLSito ufficiale
Commercialesi
Tipo di sitopornografico
LinguaInglese
Registrazione
ProprietarioMindGeek
Creato daOuissam Youssef, Stephane Manos e Matt Keezer
Lancio2004
Stato attualeAttivo
SloganThe world's best HD pornsite!

Brazzers (IPA: /ˈbræzərz/) è una casa di produzione pornografica canadese la cui sede è a Montréal. Gestisce 31 siti web il cui capofila è brazzers.com e, a febbraio 2016, secondo Alexa presenta un indice di traffico web pari a 1 605[1].

Brazzers è una sussidiaria di Mindgeek, azienda privata di audiovisivi la cui sede legale è a Lussemburgo, e proprietaria di altri siti specializzati nel settore pornografico come Pornhub e YouPorn.

Gran parte del materiale pubblicato da Brazzers è prodotto negli Stati Uniti, in particolare a Las Vegas, Los Angeles e Miami.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il marchio Brazzers è stato lanciato nel 2004 da tre ragazzi che, insieme, frequentavano l'Università Concordia. Il sito è gestito da Montréal; le scene vengono girate prevalentemente a Los Angeles, Las Vegas e Miami. Dall'inizio della sua apertura Brazzers aderisce agli standard di controllo, utilizzando il sistema di etichettatura ICRA, ASACP e Parental Control Bar, che impedisce ai bambini di accedere ai contenuti per adulti presenti sul sito.

Ora sono invece attrici professioniste a girare i nuovi contenuti. Sempre nel 2008 venne licenziato il produttore Bobby Manila che, in seguito denuncerà il sito per frode e per aver violato alcuni termini del contratto[2]. Nel febbraio del 2010 la Pink Visual ha accusato la Brazzers di violare il contenuto protetto da copyright di distribuzione dei contenuti senza licenza[3]. Dal 2015 il sito diventa disponibile anche in spagnolo.

Il "Brazzers network"[modifica | modifica wikitesto]

I siti che compongono il network di Brazzers sono:

  • Asses In Public
  • Baby Got Boobs
  • Big Butts Like It Big
  • Big Tits At School
  • Big Tits At Work
  • Big Tits In Sports
  • Big Tits In Uniform
  • Big Wet Butts
  • Brazzers en Español
  • Brazzers Exxtra
  • Brazzers Live
  • Brazzers Vault
  • Busty And Real
  • Bustyz
  • Butts And Blacks
  • Clothed Female Nude Male
  • Day With A Pornstar
  • Dirty Masseur
  • Doctor Adventures
  • Hot And Mean
  • Hot Chicks Big Asses
  • HQ Honeys
  • Jizz On My Jugs
  • JugFuckers
  • Milfs Like It Big
  • Mommy Got Boobs
  • Moms In Control
  • Pornstars Like It Big
  • Racks And Blacks
  • Real Wife Stories
  • Sex Pro Adventures
  • She's Gonna Squirt
  • Teens Like It Big
  • Teens Like It Black
  • ZZ Series

Complessivamente, al 11 dicembre 2017, il network offre 8016 scene, con 1699 attrici, [4] tra cui le più prolifiche sono Phoenix Marie (117 scene), Monique Alexander (94), Nikki Benz (83), Ava Addams (74), Ariella Ferrera (68), Rachel RoXXX (68), Romi Rain (65), Bridgette B (65), Rachel Starr (63), Madison Ivy (60), Diamond Foxxx (59), Julia Ann (59), e Cory Chase (48).[4]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

2009
  • AVN Awards
    • Best Adult Website[5]
    • Best New Video Production Company
    • Best Big Bust Release per Big Tits at School
  • XBIZ Award: Affiliate Program of the Year[6]
2010
  • AVN Awards: Best Big Bust Series per Big Tits at School[7]
2011
  • AVN Awards
    • Best Membership Site Network[8]
    • Best Big Bust Series per Big Tits at School[8]
    • Best Vignette Release per Pornstar Punishment[9]
2012
  • AVN Awards
    • Best Big Bust Series[10]
    • Best Membership Website[10]
2013
  • Nomination XBIZ Award:[11]
    • Vignette Release of the Year per Big Tits in Sports Vol 9 e Day With a Pornstar
    • Vignette Series of the Year per Big Tits in Sports e MILFs Like it Big
    • All-Girl Series of the Year per Hot and Mean
2014
  • XBIZ Award – Studio Site of the Year (Brazzers.com)[12]
2015
  • XBIZ Award – Adult Site of the Year - Multi-Genre (Brazzers.com)[13]
2016
  • XBIZ Award – Adult Site of the Year - Video (Brazzers.com)[13]
2017
  • XBIZ Award – Best Art Direction for Storm of Kings[13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) brazzers.com, su alexa.com, Alexa. URL consultato il 15 marzo 2016.
  2. ^ Manila vs. Brazzers.com Settles Out of Court Archiviato il 24 settembre 2012 in Internet Archive.
  3. ^ Adult studio tackles 'tube sites'
  4. ^ a b Brazzers su Data18
  5. ^ 2009 winners, AVN Award. URL consultato il 25 luglio 2011.
  6. ^ 2009 XBIZ Award winners, XBIZ. URL consultato il 25 luglio 2011.
  7. ^ 2010 AVN Award winners, AVN Award. URL consultato il 25 luglio 2011.
  8. ^ a b 2011 AVN Award winners, AVN Award. URL consultato il 25 luglio 2011.
  9. ^ 2011 Award winners, AVN Award. URL consultato il 25 luglio 2011.
  10. ^ a b 2012 Award winners, AVN Award. URL consultato il 21 novembre 2012.
  11. ^ XBIZ Nominees 2013, XBIZ, January, 2013
  12. ^ Dan Miller, 2014 XBIZ Award Winners Announced, XBIZ, 24 gennaio 2014. URL consultato il 25 gennaio 2014.
  13. ^ a b c [www.xbiz.com/news/173901 XBIZ Award Winners], Adnet Media. URL consultato il 27 agosto 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]