PornoTube

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
PornoTube
CommercialeNo
Tipo di sitovideo sharing
LinguaInglese, Spagnolo
Registrazionefacoltativa
ProprietarioAEBN, Charlotte (Carolina del Nord)
Lancioluglio 2006
Stato attualeattivo
SloganSexperiment

PornoTube è un sito web sponsorizzato a contenuto pornografico che fornisce audio, video e foto di sessualità esplicita gratuitamente. Si tratta di uno dei siti porno a più alto traffico, ed è stato descritto come un importante sviluppo della pornografia su Internet[1]: il sito offre video amatoriali di sesso, spezzoni e scene di film porno sia eterosessuali che omosessuali ed è possibile creare dei propri personali canali (in stile YouTube).

Uno dei suoi concorrenti più significativi è stato, fin da principio, YouPorn il quale avviato a fine agosto 2006, l'ha da allora superato in popolarità[2]: entrambi sono poi veduti come fonte di notevole concorrenza sia per i siti pornografici a pagamento sia per le riviste tradizionali sessuali basate sui DVD[3][4].

Viene permesso di caricare contenuto generato dagli utenti; preoccupazioni sono state a più riprese espresse sia per l'impossibilità di verificare l'effettiva età dei soggetti raffigurati in video, sia per la possibilità di violazione dei diritti d'autore e di violazione della privacy (questo se vengono caricati video senza il consenso di tutte le parti coinvolte)[5]

PornoTube ha ricevuto maggior risalto alla fine del 2006, quando un presunto video sessuale coinvolgente Britney Spears e Kevin Federline è apparso sul sito web[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MyVideo leads next generation of upstarts Traditional media's appetite for video-sharing sites shows no sign of abating, but has echoes of the dotcom bubble" by Tom Braithwaite, Financial Times, London, September 5, 2006, pg. 30.
  2. ^ Comparison of YouPorn and PornoTube traffic, Alexa.com
  3. ^ Purveyors of porn scramble to keep up with Internet, USA Today, 5 June 2007
  4. ^ YouTube with fewer clothes, The Times, 19 June 2007
  5. ^ Porn 2.0, and Its Victims, The Tyee, 6 July 2007
  6. ^ Britney 'sex tape' leaks onto internet, in China Daily, 13 novembre 2006. URL consultato il 25 dicembre 2006 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2007).