Armando Traverso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Armando Traverso (Genova, 1º agosto 1958[1]) è un conduttore televisivo, conduttore radiofonico, giornalista e attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Conduttore di programmi della TV dei ragazzi della televisione di stato italiana,[2] ha studiato al DAMS di Bologna, e ha condotto sulle reti analogiche della Rai diversi programmi televisivi: Il sabato dello Zecchino (1986), Patatrac (1987-1991), La TV degli animali, È domenica papà (2002-2011).

È stato giornalista inviato per Sereno variabile, ha scritto la sceneggiatura di diverse puntate della Melevisione ed è stato l'autore di RaiSat Ragazzi.

Per Radio Rai ha condotto Strada facendo e Le colonne d'Ercole, entrambe su Radio Due.

Come attore ha avuto delle parti nei film La neve nel bicchiere (1984), Rimini Rimini - Un anno dopo (1988), L'insegnante di violoncello (1989), e nella miniserie La piovra 7 - Indagine sulla morte del commissario Cattani (1995).[3]

Negli anni del progressivo spegnimento del segnale analogico e della nascita dei nuovi canali digitali, Traverso ha lavorato come conduttore nei programmi Parapapà (2011-2012) e Casa Lallo (2011), trasmessi in prima visione su Rai Yoyo.

Nel 2020 spiega il coronavirus ai bambini e ai ragazzi nella striscia quotidiana Diario di casa, condotto con Carolina Benvenga, in onda su Rai1, poi Rai2, Rai Gulp e RaiPlay. La trasmissione ospita pediatri, psicologi ed educatori che, con un linguaggio adeguato, rispondono agli interrogativi che i giovani telespettatori inviano al programma per dar loro consigli utili.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

]]