Aratinga solstitialis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Conuro del sole
Aratinga solstitialis -Singapore BirdPark-6.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Sottofamiglia Arinae
Genere Aratinga
Specie A. solstitialis
Nomenclatura binomiale
Aratinga solstitialis
(Linnaeus, 1758)

Il conuro del sole (Aratinga solstitialis Linnaeus, 1758) è un uccello della famiglia degli Psittacidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Aratinga solstitialis - Loro Parque 01.jpg


Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre, come tutti gli Aratinga, di frutta, semi, noci, bacche; in più sembra che questa specie integri la dieta con molti fiori.[senza fonte]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Nidifica sia in coppie isolate sia in colonia, dove pare abbia una riproduzione di tipo «cooperativo»: quando i piccoli escono dai nidi vengono infatti nutriti non solo dai genitori ma anche dagli altri adulti della colonia. Normalmente la femmina depone 4 uova che vengono incubate per 27 giorni e i piccoli si involano a circa 8 settimane.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale di questa specie è ristretto a una parte dello stato del Roraima, nel Brasile settentrionale e alla parte occidentale della Guyana; sulla base di un singolo avvistamento si presume sia presente anche nella zona orientale del Venezuela.[1]

Il suo habitat è costituito dalle foreste secondarie molto aperte, dalle savane alberate e dai boschi di palme.[senza fonte]

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La Lista rossa IUCN classifica Aratinga solstitialis come specie in pericolo di estinzione (Endangered).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) BirdLife International 2014, Aratinga solstitialis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019. URL consultato il 10 giugno 2019.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Psittacidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 19 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sun Parakeet - BirdLife Species Factsheet, BirdLife International (2008). URL consultato il 3 gennaio 2009.
  • Hilty, S. (2003). Birds of Venezuela, 2nd edition. Princeton University Press, New Jersey. ISBN 0-691-02131-7
  • Juniper, T., & Parr, M. (1998). A Guide to the Parrots of the World. Pica Press, East Sussex- ISBN 1-873403-40-2
  • Jutglar, Á. (1997). Aratinga solstitialis (Sun Conure). p. 431 in: del Hoyo, J., Elliott, A., & Sargatal, J. eds (1997). Handbook of Birds of the World. Vol. 4. Sandgrouse to Cuckoos. Lynx Edicions, Barcelona. ISBN 84-87334-22-9
  • Restall, R., Rodner, C., & Lentino, M. (2006). Birds of Northern South America - An Identification Guide. Vol. 1: Species Accounts. Helm, London. ISBN 0-7136-7242-0
  • Recognize Aratinga pintoi as a valid species. South American Classification Committee.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]