Apus affinis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rondone minore
House swift I IMG 3260.jpg
Apus affinis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Apodiformes
Famiglia Apodidae
Sottofamiglia Apodinae
Tribù Apodini
Genere Apus
Specie A. affinis
Nomenclatura binomiale
Apus affinis
(J.E.Gray, 1830)
Sottospecie
  • Apus affinis aerobates
  • Apus affinis affinis
  • Apus affinis bannermani
  • Apus affinis galilejensis
  • Apus affinis singalensis
  • Apus affinis theresae
ApusAffinisDistribution.png

Il rondone minore o rondone indiano (Apus affinis (J.E.Gray, 1830) è un uccello appartenente alla famiglia Apodidae, diffuso in Africa e Asia.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo rondone di 13 cm di lunghezza è molto simile al rondone cafro (Apus caffer), soltanto che è più chiaro ed ha una coda più squadrata. Il verso simile a quello del rondone comune (Apus apus). Come il rondone cafro possiede un groppone bianco.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Uova di Apus affinis

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di insetti che cattura in volo.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Nidifica in città, rocce e grotte, solitamente in colonie. Il nido è a semicoppa, oppure un nido abbandonato dalle rondini.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È presente in India, Pakistan, Tunisia e a sud del Sahara. Sembra che abbiano nidificato anche in Spagna le sottospecie Apus affinis affinis e Apus affinis galileiensis, mentre per il resto dell'Europa risulta accidentale.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Apus affinis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Apodidae, in IOC World Bird Names (ver 9.1), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato l'8 maggio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]