Antoine Pierre Khoraiche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antoine Pierre Khoraiche
cardinale di Santa Romana Chiesa
Anthony Peter Khoraish visits Ronald Reagan.jpg
Antoine Pierre Khoraiche con Ronald Reagan nello Studio Ovale, 1981
Template-Cardinal (Metropolitan Archbishop).svg
Gloria Libani data est ei
Incarichi ricoperti
Nato 20 settembre 1907, Ain Ebel
Ordinato presbitero 12 aprile 1930
Nominato vescovo 25 aprile 1950 dal Sinodo della Chiesa Maronita
Consacrato vescovo 15 ottobre 1950 dal patriarca Antoun Boutros Arida
Elevato patriarca 3 febbraio 1975 dal Sinodo della Chiesa Maronita
(confermato il 15 febbraio 1975 da papa Paolo VI
Creato cardinale 2 febbraio 1983 da papa Giovanni Paolo II
Deceduto 19 agosto 1994, Beirut

Antoine Pierre Khoraiche (Ain Ebel, 20 settembre 1907Beirut, 19 agosto 1994) è stato un cardinale libanese, patriarca di Antiochia dei Maroniti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ordinato sacerdote il 12 aprile 1930, fu eletto vescovo titolare di Tarso dei Maroniti ed ausiliare per l'Eparchia di Sidone il 25 aprile 1950. Fu ordinato vescovo dall'allora patriarca, Antoun Boutros Arida, il 15 ottobre dello stesso anno.

Divenne vescovo dell'Eparchia di Sidone il 25 novembre 1957.

Eletto patriarca di Antiochia dei Maroniti il 3 febbraio 1975, fu confermato il successivo 15 febbraio.

Papa Giovanni Paolo II lo elevò al rango di cardinale[1] nel concistoro del 2 febbraio 1983.

Rassegnò le dimissioni da patriarca di Antiochia il 3 aprile 1986.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Papa Paolo VI, con il motu proprio Ad purpuratorum Patrum Collegium, pubblicato l'11 febbraio 1965, stabilì che i Patriarchi di rito orientale assunti nel Sacro Collegio dei Cardinali non appartengono al clero di Roma e, pertanto, non può essere assegnato loro alcun titolo o diaconia. I Patriarchi cardinali appartengono all'ordine dei cardinali vescovi e, nella gerarchia, si situano immediatamente dopo di loro. Mantengono la loro sede patriarcale e non viene assegnata loro alcuna sede suburbicaria.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136145541823796601819 · LCCN (ENno2016000320