Anthony Muroni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Anthony Muroni (Perth, 6 agosto 1972) è un giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Australia[1] da una famiglia originaria di Tresnuraghes, inizia a collaborare con le pagine sportive del quotidiano La Nuova Sardegna all'età di 18 anni. Nel 1993 inizia a occuparsi di cronaca per lo stesso giornale, diventando corrispondente dal Montiferru. Dal 1997, per tre anni, coordina la redazione giornalistica di Radio Planargia, emittente locale di Bosa fondata e diretta dal sacerdote don Paolino Fancello. Nel gennaio 2000 viene assunto dal quotidiano L'Unione Sarda e assegnato alla redazione di Oristano, dove si occupa di cronaca nera a giudiziaria, oltre che del coordinamento della pagina del Marghine-Planargia. Nel 2003 è trasferito alla redazione di Macomer, dove resta sino alla chiusura, nel 2006. Dal 2006, per tre anni, si trasferisce nella redazione di Nuoro del quotidiano cagliaritano, dove si occupa di cronaca nera e sindacale. Nel dicembre 2008 è trasferito nella redazione centrale di Cagliari, dove si occupa di politica comunale nel capoluogo. Dall'aprile 2011 è alla guida del reparto Politica e, contemporaneamente, assume la conduzione della trasmissione televisiva "Dentro la notizia", in onda su Videolina. L'8 giugno 2013 diventa direttore del quotidiano L'Unione Sarda[1], carica da cui si dimette il 9 settembre 2016[2]. Contestualmente lascia anche le direzioni di Radiolina e Unionesarda.it, che aveva rispettivamente assunto il 1º gennaio 2014 e il 2 marzo 2015.

Nel 2017 è uno dei fondatori dell'associazione culturale Sardos, nata con l'obiettivo di promuovere nuove idee per lo sviluppo della Sardegna.[3][4][5]

Nel 2019 cura e presenta il programma "Regionali Live", in italiano e in sardo,[6] dedicato alle elezioni regionali del 2019, per il giornale online Sardegna Live.[7]

Dal 2019 inizia a lavorare come responsabile della comunicazione dell'Ufficio Stampa dell'Archivio Storico e della Biblioteca del Senato della Repubblica.[8]

Nel 2020, durante il lockdown causato dalla pandemia di COVID-19, presenta, nel suo canale di YouTube e Facebook, il programma "Cronache a domicilio", una serie de interviste a personaggi rilevanti legati alla società, alla cultura e alla politica sarda.[9][10]

Dal 28 di febbraio del 2021 presenta la trasmissione in sardo "A intro ‘e su contu", prodotta da Emmeffe comunicazione insieme a Terra de Punt per Rai Sardegna, e trasmessa sul digitale terrestre dal canale Rai 3 ogni ultima domenica del mese fino a maggio.[11] La trasmissione si occupa di società e di cultura in Sardegna, e le puntate vengono caricate successivamente su YouTube.[12]

Dal 1º luglio 2021 viene nominato come primo presidente della Fondazione Mont'e Prama, nata il giorno stesso con l'obiettivo di gestire l'importante patrimonio culturale rappresentato dai Giganti di Mont'e Prama, dall'area archeologica di Tharros, dall'Ipogeo di San Salvatore e dalla Torre di San Giovanni, tutti legati al territorio di Cabras.[13][14][15]

Politica[modifica | modifica wikitesto]

In occasione delle politiche del 2018 aderisce al partito indipendentista Autodeterminatzione[16] di cui diventa portavoce[17] e si candida per il Senato[18], ma non viene eletto.

Vicende giudiziarie[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio del 2016 Muroni è stato condannato per diffamazione per aver scritto un articolo relativo ad un'indagine, rivelatosi successivamente falsa, su Claudia Lombardo, presidente del Consiglio regionale sardo nel 2014.[19] Nel 2019 la Cassazione conferma in via definitiva la condanna[20] dopo il ricorso di Murioni, sentenza che venne confermata anche in appello.[21]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Peppino Pes: l'inedita confessione del prete bandito, L'Unione Sarda, 2004.
  • Il sangue della festa. Mortu in die nodida, Ethos Edizioni, 2012 ISBN 8895226283.
  • Francesco Cossiga dalla A alla Z. Il vocabolario del sardo che viveva per la politica, Ethos Edizioni, 2012 ISBN 8895226240.
  • Venticinque anni. Fatti, personaggi, interviste. Appunti sparsi di un cronista, Edizioni La Zattera, 2017 ISBN 8885586066.
  • Cossiga e l'alfabeto con la K, Santelli Editore, 2020 ISBN 9788892920125
  • Mario Melis il Presidente dei Sardi, Edizioni Arkadia, 2021 ISBN 9788868513269

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Cambio alla direzione dell'Unione Sarda, Anthony Muroni al posto di Figus, su Sardiniapost.it, 8 giugno 2013. URL consultato il 29 aprile 2020.
  2. ^ Anthony Muroni su Facebook: "Lascio la direzione de L'Unione Sarda", su Sardiniapost.it, 10 settembre 2016. URL consultato il 29 aprile 2020.
  3. ^ (SC) Albertu Filippini, It'est s'assòtziu Sardos, su Anthony Muroni, 21 luglio 2017. URL consultato il 16 luglio 2021.
  4. ^ "Perché aderisco a Sardos, fuori dalla contesa partitica": Muroni "scende in campo" con l'associazione culturale, su YouTG.NET, 27 maggio 2017. URL consultato il 16 luglio 2021.
  5. ^ Sardos si presenta a Sassari, fari su malessere di una città in declino, in Ansa, 2 dicembre 2017. URL consultato il 16 luglio 2021.
  6. ^ Anthony Muroni, "Custu sero in sardu", su facebook.com, 5 febbraio 2019. URL consultato il 16 luglio 2021.
  7. ^ Sardegna al voto: i risultati, gli approfondimenti e le interviste nella maratona curata e condotta da Anthony Muroni, in Sardegna Live, 23 febbraio 2019. URL consultato il 16 luglio 2021.
  8. ^ Anthony Muroni a Cabras per parlare del suo libro “Venticinque anni”, in LinkOristano, 23 settembre 2020. URL consultato il 16 luglio 2021.
  9. ^ ‘Cronache a domicilio’: Anthony Muroni intervista Paolo Savona, in CagliariPad, 8 maggio 2020. URL consultato il 16 luglio 2021.
  10. ^ Assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu: “Nessuna riduzione delle terapie per i pazienti oncologici”, in Cronache Nuoresi, 16 novembre 2020. URL consultato il 16 luglio 2021.
  11. ^ (EN) Post de presentatzione in sa pàgina de Facebook de Radio Sardegna, su Facebook, 24 febbraio 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  12. ^ A INTRO 'E SU CONTU, su www.youtube.com. URL consultato il 17 luglio 2021.
  13. ^ La fondazione dei giganti batte oggi il primo colpo, in La Nuova Sardegna, 1º luglio 2021. URL consultato il 16 luglio 2021.
  14. ^ Fondazione Mont’e Prama: Anthony Muroni presidente, Paolo Fresu nel cda, in LInkOristano, 1º luglio 2021. URL consultato il 16 luglio 2021.
  15. ^ "Giganti conosciuti in tutto il mondo e scavi museo a cielo aperto": i piani di Muroni per Mont'e Prama, in YouTG.NET, 9 luglio 2021. URL consultato il 16 luglio 2021.
  16. ^ I candidati di Autodeterminatzione, su autodeterminatzione.it. URL consultato l'11 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2018).
  17. ^ Redazione Cagliaripad, Nasce il “Polo dell’Autodeterminatzione”, Anthony Muroni è il portavoce - Politica, su Cagliaripad, 24 novembre 2017. URL consultato il 29 aprile 2020.
  18. ^ Referendum insularità, parla Anthony Muroni: "Non era lo strumento giusto", su www.sardegnalive.net. URL consultato il 29 aprile 2020.
  19. ^ Condannato Anthony Muroni: diffamazione del direttore dell'Unione, su Casteddu On line, 28 gennaio 2016. URL consultato il 29 aprile 2020.
  20. ^ Cassazione respinge ricorso di Muroni: confermata condanna per diffamazione, su Sardiniapost.it, 20 aprile 2019. URL consultato il 29 aprile 2020.
  21. ^ Muroni ha diffamato Claudia Lombardo, condanna confermata in appello, su Sardiniapost.it, 22 novembre 2017. URL consultato il 29 aprile 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN250829614 · ISNI (EN0000 0003 7127 7835 · LCCN (ENno2012083634 · WorldCat Identities (ENlccn-no2012083634