Alfredo Bodoira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfredo Bodoira
Juventus 1940-1941.jpg
Bodoira (in piedi, secondo da destra) nella Juventus della stagione 1940-1941
Nazionalità Italia Italia
Altezza 173 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 1949 - giocatore
1958 - allenatore
Carriera
Giovanili
192?-1930 Juventus
Squadre di club1
1930-1933 Juventus 1 (-?)
1933-1935 Anconitana 30 (-28)
1935-1941 Juventus 82 (-?)
1941-1946 Torino 50 (-?)
1946-1947 Alessandria 30 (-?)
1947-1949 Cesena 58 (-?)
Carriera da allenatore
1950-1951 Ravenna
1953-1954 Fossanese[1]
1957-1958 Aosta
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alfredo Bodoira (Mathi, 30 agosto 1911Torino, 3 agosto 1989) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo portiere.

Insieme a Guglielmo Gabetto ed Eugenio Staccione, è stato uno dei soli tre calciatori ad aver vinto il campionato italiano con entrambe le maggiori squadre di Torino, prima con la Juventus e poi col Torino.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Crebbe nelle giovanili della Juventus, partecipando da rincalzo ai primi successi della squadra del Quinquennio d'oro negli anni 1930, e vivendo poi le prime esperienze da titolare all'Anconitana, in Prima Divisione, dove militò dal 1933 al 1935. Tornato a Torino, a partire dal 1937 fu il portiere titolare dei bianconeri in Serie A, fino al 1941 quando passò ai concittadini del Torino con cui vinse gli scudetti 1942-1943 e, da riserva, 1945-1946.

Alla ripresa del campionato a girone unico, nel 1946, fu ingaggiato dall'Alessandria. Terminò la sua carriera agonistica nel 1948, dopo due stagioni disputate in Serie C con il Cesena. In seguito, negli anni 1950 intraprese brevemente l'attività di allenatore, prettamente in formazioni dilettanti quali Ravenna, Fossanese e Aosta.

Morì nel 1989, all'età di settantotto anni.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 1930-1931
Torino: 1942-1943, 1945-1946[2]
Torino: 1942-1943

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Duello in Quarta Serie tra Bodoira e Depetrini, in Stampa Sera, 7 novembre 1953, p. 5.
  2. ^ In rosa ma non sceso in campo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vladimiro Caminiti, Juventus Juventus. Dizionario storico romantico dei bianconeri, Milano, Edizioni Elle, 1977, p. 50.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Alfredo Bodoira, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.