Alfred Sant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfred Sant

Malta Primo Ministro di Malta
Durata mandato 28 ottobre 1996 –
6 settembre 1998
Capo di Stato Ugo Mifsud Bonnici
Predecessore Eddie Fenech Adami
Successore Eddie Fenech Adami

Dati generali
Partito politico Partito Laburista
Università BSc, MSc (Matematica, Fisica), Diplome ENA (Paris), MBA (Boston), DBA (Harvard)[1][2]
Professione scrittore, consulente aziendale, politico

Alfred Sant (Sliema, 28 febbraio 1948) è un politico e scrittore maltese, che fu leader del Partito Laburista dal 1992 fino al 2008 e Primo Ministro di Malta tra il 1996 e il 1998 e Capo dell'opposizione dal 1992 fino al 1996 e dal 1998 fino al 2008.

Studi[modifica | modifica wikitesto]

Sant compì gli studi all'Università di Malta (fisica e matematica) nel 1967 fino al livello di Master, poi all'Institut International d'Administration Publique presso l'École nationale d'administration (ENA) di Parigi nel 1970 e ottenne il Master in Gestione Aziendale (MBA) dalla Boston University Graduate School of Management e infine il Dottorato in Gestione Aziendale dalla Harvard University.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1970 al 1975 Sant funse da Secondo poi Primo Segretario della Missione maltese alle Comunità Europee a Bruxelles, da dove si dimise per intraprendere gli studi negli Stati Uniti. Rientrando a Malta, dal 1977 fino al 1978 fu ingaggiato come consulente presso il Ministero delle Industrie parastatali e del popolo e dal 1978 al 1980 era l'Amministratore della Medina Consulting Group. Sant ritornò al settore pubblico nel 1980 come Vice Presidente della Malta Development Corporation.

Politica[modifica | modifica wikitesto]

L'inizio politico di Sant fu come presidente del Partito laburista (1984-88) e presidente del suo Dipartimento dell'Informazione (1982–92). Era anche direttore del giornale del partito Il-Ħelsien [La Liberta'] (1987–88).

Si candidò alle elezioni del 1987, fu cooptato in Parlamento e nel 1992 fu eletto Leader del partito.

Il governo 1996-98[modifica | modifica wikitesto]

Alfred Sant fu Primo ministro per 22 mesi. Avendo una maggioranza di un solo deputato, era suscettibile alle minacce politiche dell'ex-Primo Ministro laburista Dom Mintoff e nell'estate del 1998 il governo perdette un voto in parlamento e Sant indisse le elezioni anticipate che perse.

Elezioni e Referendum 2003[modifica | modifica wikitesto]

Sant era fortemente contrario all'adesione di Malta all'Unione europea e invitò gli elettori a votare contro nel referendum del 2003 nel quale invece 54% dei votanti si pronunciò a favore dell'adesione. Sant comunque dichiarò il voto inconclusivo in funzione del fatto che non era la maggioranza dei votanti iscritti che si pronunciò a favore. In reazione a ciò, il Primo Ministro Eddie Fenech Adami chiese al Presidente di sciogliere il Parlamento e ci furono elezioni anticipate che nuovamente il Partito laburista perse.

Malgrado avesse rassegnato le dimissioni, Sant si ripropose alla leadership e fu confermato dal 66% dei delegati del partito.

Elezioni 2008[modifica | modifica wikitesto]

Sant perse anche queste elezioni (per soli 1580 voti) e si dimise da leader del partito, rimanendo deputato.

Opera letteraria[modifica | modifica wikitesto]

Dr Sant è un romanziere, saggista e drammaturgo rispettato, tra le cui opere si possono citare Min Hu Evelyn Costa? [Chi è Evelyn Costa?] (1979), Fid-Dell tal-Katidral [All'ombra della cattedrale] (1994), Qabel Tiftaħ l-Inkjesta [Prima che apra l'inchiesta] (1999); novelle: Kwart ta' Mija [Un quarto di cento] (1995) e Pupu fil-Baħar [Bambola a mare] (2009); romanzi: L-Ewwel Weraq tal-Bajtar [Le prime foglie del fico] (1968), Bejgħ u Xiri [Compere e vendite] (1981), Silġ fuq Kemmuna [Neve su Comino] (1982), La Bidu, La Tmiem [Né Inizio, Né Fine] (2001) e L-Għalqa tal-Iskarjota [Il campo dell'Iscariota] (2009). Tra i suoi saggi: L-Impenn għall-Bidla [L'impegno verso il cambiamento] (1986), It-28 ta' April 1958 [Il 28 aprile 1958] (1988), Malta's European Challenge [La sfida europea di Malta] (1995), l'autobiografia Confessions of a European Maltese [Le confessioni di un Europeo maltese] (2003) e Is-Soċjaliżmu fi Żminijietna [Il socialismo ai nostri tempi] (2004).

Sant ricoprì il ruolo di direttore di Tomorrow (Domani), una rivista mensile in inglese (1982–1985), e di Society (Società), una rivista trimestrale, oltre a scrivere innumerevoli articoli in It-Torċa, il giornale del Sindacato General Workers Union fino al 2008.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Compagno d'Onore dell'Ordine Nazionale al Merito - nastrino per uniforme ordinaria Compagno d'Onore dell'Ordine Nazionale al Merito
— 28 ottobre 1996

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.alfredsant.org
  2. ^ www.mlp.org.mt Archiviato il 23 ottobre 2008 in Internet Archive.
Controllo di autorità VIAF: (EN69152347 · LCCN: (ENn86812559 · ISNI: (EN0000 0000 3197 3631 · BNF: (FRcb14457019j (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie