7-Zip

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
7-Zip
software
Logo
Schermata di esempio
GenereCompressione dei dati
Archiviatore di file
SviluppatoreIgor Pavlov
Data prima versione18 luglio 1999
Ultima versione19.00 (21 febbraio 2019)
Ultima beta21.00 (19 gennaio 2021)
Sistema operativoMultipiattaforma
LinguaggioC
C++
Toolkitinterfaccia grafica e interfaccia a riga di comando
LicenzaGNU Lesser General Public License
(licenza libera)
Sito webwww.7-zip.org/

7-Zip è un programma open source per la creazione e gestione di file compressi, progettato originariamente per Microsoft Windows. Usa il proprio formato archivio 7z ma può leggere e scrivere in molti altri formati. È attivamente sviluppato da Igor Pavlov sin dalla prima versione del 1999.

La maggior parte del codice sorgente di 7-Zip è distribuito sotto la GNU Lesser General Public License. È disponibile un porting multipiattaforma per sistemi Unix-like chiamato p7zip.[1]

Formati[modifica | modifica wikitesto]

Il formato archivio 7z[modifica | modifica wikitesto]

Come impostazione predefinita, 7-Zip crea archivi di formato 7z, con l'estensione .7z. Ciascun archivio può contenere più file e cartelle. La compressione, sicurezza e la riduzione di grandezza sono raggiunte utilizzando una combinazione di filtri impilati. Questi possono essere preprocessori, algoritmi di compressione e filtri di cifratura. Il nucleo della compressione dei file .7z usa vari algoritmi, i più comuni sono bzip2, LZMA2 e LZMA.

Sviluppato da Igor Pavlov, LZMA è un software relativamente nuovo che fa il suo debutto come parte del formato 7z. LZMA è costituito da un grande dizionario scorrevole basato su pacchetti LZ di grandezza fissata a 4Gb, e utilizzante un range coder. Il formato nativo dei file formato 7z è aperto e modulare. Tutti i nomi dei file sono memorizzati con caratteri Unicode. Le specifiche ufficiali del file formato 7z sono distribuite con il codice sorgente del programma.

Altri formati supportati[modifica | modifica wikitesto]

7-Zip supporta un numero elevato di altri formati di archivi compressi e non compressi, includendo compressione e decompressione di ZIP (anche archivi multivolume), gzip, bzip2, tar, e dalla versione beta 9.04 il formato XZ. 7-Zip permette solo la decompressione dei formati CAB (Microsoft cabinet file), RAR, MSLZ, SWF, FLV, Arj, Z, LHA, CPIO, SMZIP, JAR, immagini ISO CD/DVD (7-Zip nelle versioni 4.42 e superiori), DMG, HFS, RPM e archivi debian (DEB); dalla versione 4.65 può estrarre altri formati come: ARJ, CAB, CHM, CPIO, DEB, DMG, HFS, ISQ, LZH, LZMA, MSI, NSIS, RAR, RPM, UDF, WIN, XAR e Z (il supporto completo su estrazione e archiviazione è fornita solo per i seguenti formati: 7z, zip, gzip, bzip2 e tar).

7-Zip è capace di aprire alcuni file .msi (Microsoft installer), permettendo l'accesso al completo meta-file interno. Possono anche essere aperti altri formati di installer come i file CAB (compressione LZX) e NSIS (LZMA), questo significa che 7-Zip può essere usato per verificare se un file binario è un archivio; in maniera simile alcuni programmi eseguibili (.exe) possono essere aperti come archivi, potendone estrarre il contenuto.

Dalla versione 15.06 beta è possibile estrarre il contenuto degli archivi in formato RAR5[2].

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

La versione originaria, dotata di interfaccia grafica (7-Zip File Manager), è disponibile per i sistemi operativi Microsoft da Windows NT fino a Windows 10 (al 2017).[3] È disponibile anche la versione a per Windows a 64 bit che supporta maggiori quantità di memoria e una compressione più veloce.

La versione p7zip a riga di comando è stata adottata per l'utilizzo in sistemi operativi come Linux, FreeBSD, MacOS, AmigaOS 4 e vari altri[4].

È disponibile un front-end per p7zip con una GUI per Mac OS X dal nome di KEKA.[5] Sono fornite due versioni in riga di comando: 7x.exe, usando librerie esterne, e una versione stand-alone 7za.exe contenente moduli precostruiti; il supporto della compressione/decompressione di 7za è però limitata ai file di tipo 7z, zip, gzip, bzip2 e tar.

La versione con interfaccia a riga di comando è disponibile anche per i sistemi DOS (utilizzanti l'HX DOS Extender), ed è stata convertita per i sistemi Unix-like (p7zip).

L'ultima versione ufficiale è la 19.00 del 21 febbraio 2019.

Caratteristiche del programma[modifica | modifica wikitesto]

Modello di numerazione delle versioni[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la versione 4.65 7-Zip cambia il suo schema di numerazione in “anno.revisione”[6], simile a quella usata da Ubuntu ed altri progetti. La prima pubblicazione con il nuovo modello di numerazione si è concretizzata, nel corso del 2009, con le versioni di sviluppo 9.04. Per tutto il 2010 si è comunque proseguito pubblicando minor release successive delle beta 9.x, senza mai averne una versione ufficialmente stabile. Lo schema è seguito ininterrottamente dal 2015 a oggi.

Sicurezza[modifica | modifica wikitesto]

Gli archivi autoestraenti prodotti da 7-Zip (incluso lo stesso eseguibile per l'installazione di 7-Zip) possono essere vulnerabili a esecuzione di codice arbitrario tramite il dirottamento DLL: se la DLL UXTheme.dll si trova nella stessa cartella del file eseguibile viene caricata ed eseguita. Nella versione 16.03 di 7-Zip le note di rilascio informano che è stata aggiunta una protezione nel programma di installazione e nei moduli SFX per prevenire questo tipo di attacco.[7]

Le versioni di 7-Zip 18.03 e precedenti contengono una vulnerabilità di esecuzione di codice arbitrario nel modulo che estrae i file dagli archivi RAR (CVE-2018-10115), la vulnerabilità è stata risolta il 30 aprile 2018 con la versione 18.05.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Igor Pavlov, Download page, su 7-zip.org. URL consultato il 4 dicembre 2017.
  2. ^ (EN) Igor Pavlov, 7-Zip 15.06 beta announce: "7-Zip now can extract RAR5 archives.", su sourceforge.net, 9 agosto 2015. URL consultato il 19 novembre 2015.
  3. ^ (EN) Igor Pavlov, 7-Zip Home, su 7-zip.org. URL consultato il 4 dicembre 2017.
  4. ^ Download, su www.7-zip.org. URL consultato il 30 dicembre 2019.
  5. ^ KEKA, su kekaosx.com. URL consultato il 4 dicembre 2017.
  6. ^ (EN) Igor Pavlov, 7-Zip Official Forum: "Version 9? Are you serious?", su sourceforge.net, 17 novembre 2009. URL consultato il 19 novembre 2015.
  7. ^ a b (EN) HISTORY of the 7-Zip (TXT), su 7-zip.org. URL consultato l'8 maggio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di software libero