2 Girls 1 Cup

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.
Hungry Bitches
Lingua originaleportoghese
Paese di produzioneBrasile
Anno2007
Durata62 min (film) 60 s (trailer)
Generepornografico
RegiaMarco Villanova
SoggettoKarla & Latifa (nomi di scena)
SceneggiaturaRoger Wu
ProduttoreMarco Villanova
MusicheHervé Roy

2 Girls 1 Cup (2 ragazze 1 tazza) è il nome non ufficiale dato al trailer di Hungry Bitches, film brasiliano pornografico-fetish uscito nell'estate 2007. Il trailer mostra due donne che si cimentano in pratiche fetish molto spinte: defecano in una coppa, consumano gli escrementi e si vomitano addosso. Durante il trailer è udibile il brano Lovers Theme, di Hervé Roy, tema di Delusions of Grandeur.[1][2]

Il trailer, della durata di un minuto, è divenuto un fenomeno virale grazie ai blog sparsi sulla rete e ai cosiddetti reaction (video-reazione): filmati nei quali persone che hanno già visto il trailer lo mostrano ad amici, familiari e conoscenti che lo visionano per la prima volta rimanendo disgustati.[3][4] Nel periodo di metà ottobre 2007, i siti di video sharing, come YouTube, furono bombardati di questi video-reazione pubblicati per il divertimento dei visitatori.[5]

Origine[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, girata in Brasile, è ideata dal produttore Marco Fiorito (nato a San Paolo il 1º luglio 1971[6]) ed è prodotta dalla MFX Media, una delle sue tante compagnie. Fiorito descrive se stesso come "feticista compulsivo" e originariamente produceva video di foot fetish, ma passò ben presto alla coprofagia.[7] Fiorito disse che i suoi film erano legali in Brasile, ma le autorità degli Stati Uniti d'America ne ritennero osceni alcuni e sporsero denuncia contro Danilo Croce, avvocato brasiliano residente in Florida, funzionario di una compagnia responsabile della distribuzione dei film di Fiorito negli USA. Croce accettò un plea bargaining e fu condannato a tre anni di libertà vigilata più un pagamento di 98.000 $. Fiorito affermò allora di non sapere che i suoi film fossero illegali negli Stati Uniti e che, nel girare alcune scene, spesso fu usato del cioccolato al posto delle feci, per volere degli attori.

Nei primi due secondi del trailer vengono mostrati la stringa "MFX 1209", codice di produzione del film, e il sito web della MFX Media, "mfxvideos.com" (adesso è mfxmedia.com). Questo portò alcuni media a credere erroneamente che il film fosse tra quelli che Croce dovette censurare agli Stati Uniti.[8][9]

Impatto[modifica | modifica wikitesto]

I video-reazione[modifica | modifica wikitesto]

Il fattore che per primo favorì la diffusione del meme furono, appunto, le reazioni. La maggior parte dei reaction video pubblicati su YouTube mostrano alcune persone che convincono amici a guardare il trailer originale (naturalmente non inquadrato), filmando il loro comportamento. Persino Joe Rogan, ex presentatore del programma Fear Factor (famoso per le cose disgustose che i concorrenti che vi partecipavano erano obbligati a mangiare), dovette voltarsi guardando il trailer, in un video postato sul suo blog.[10] Un video pubblicato invece su Digg diventò popolare poiché il soggetto che guardava 2 Girls 1 Cup era un pupazzo di Kermit la Rana.[11] Nel gennaio del 2008, il sito Slate Magazine documentò il fenomeno con una slideshow contenente alcuni video-reazione.[12] Anche l'autrice americana Violet Blue espresse la sua considerazione per il meme in un articolo sul San Francisco Chronicle.[13] Il "Nerd Genuino" Toby Radloff rimase talmente schifato dal video che lo dovette immediatamente guardare di nuovo.[14] Il pornostar Ron Jeremy scappò dal programma radiofonico americano The Playhouse durante la visione[15] mentre, sempre sullo stesso programma, il cantante Wyclef Jean stette seduto a guardare per tutta la durata del video, senza reagire o distogliere lo sguardo, mangiandosi una pannocchia.[16] Infine, Ace Frehley, chitarrista dei KISS, guardò il trailer al The Opie and Anthony Show nel luglio del 2009, restando impassibile e dichiarando alla fine: "Sulla strada succedono cose più pazze di questa."[17]

Parodie[modifica | modifica wikitesto]

In un cortometraggio del cantante John Mayer, postato sul suo blog e intitolato 2 Guys 1 Cup ("2 ragazzi 1 tazza"), Mayer e Sherrod Small, inviato di Best Week Ever, gustano dello yogurt gelato Pinkberry allo stesso modo in cui le ragazze di Hungry Bitches mangiano le feci.[18][19] Anche il blogger Perez Hilton ha messo su YouTube una sua parodia del trailer, intitolata 1 Guy 1 Jar ("1 ragazzo 1 vasetto", palese riferimento a un altro video-shock su internet), dove inizia a mangiare del burro di arachidi da un vasetto nello stesso stile del video originale.[7] I registi Justin Roiland e Christian Le Guilloux hanno creato una serie di cinque minuti chiamata 2 Girls, 1 Cup: The Show ("2 ragazze, 1 tazza: lo show") per il sito di competizione di corti Channel 101. Debuttò il 27 gennaio 2008.[20] Brandon Hardesty pubblicò un video chiamato 1 guy 1 Lunchable ("1 ragazzo 1 Lunchable"), nel quale mangia dei Kraft Lunchable.[21] Il comico canadese Jon Lajoie ha composto una canzone intitolata 2 Girls 1 Cup song ("La canzone di 2 Girls 1 Cup"), che descrive le azioni svolte nel trailer quasi che fossero il modo delle due attrici per esprimere i loro sentimenti di amore. Il video della canzone ha avuto successo, registrando più di nove milioni di visite su YouTube.[22] La rivista satirica tedesca Titanic scherzò sulla morte di Osama bin Laden e sulla squadra di sicurezza nazionale degli USA nella Situation Room della Casa Bianca durante l'operazione militare.[23]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tele Music – TMCD1034 Romantic Themes Archiviato il 17 gennaio 2010 in WebCite
  2. ^ Top Score Music – TMCD1034 Romantic Themes Archiviato il 2 ottobre 2008 in Internet Archive.
  3. ^ Helen Popkin, The Internet can’t replace TV  – yet, MSNBC, 27 novembre 2007. URL consultato il 7 dicembre 2007.
  4. ^ Kathryn Amey, POP RHETORIC: Cute with Chris vs 2 girls, 1 cup, The McGill Tribune, 4 dicembre 2007. URL consultato il 7 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2010).
  5. ^ Karina Longworth, Karina’s Capsule: 2 Reactions, NewTeeVee, 20 novembre 2007. URL consultato il 7 dicembre 2007.
  6. ^ 2 Girls, 1 Cup: The Real Poop | The Smoking Gun
  7. ^ a b 2 Girls, 1 Cup: The Real Poop, The Smoking Gun, 30 novembre 2007. URL consultato il 7 dicembre 2007.
  8. ^ Steve Huff, 2 Girls, 1 Former Attorney General, Radar Magazine, 29 novembre 2007. URL consultato l'8 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2010).
  9. ^ One Cup: Danilo Simoes Croce, Anorak News, 1º dicembre 2007. URL consultato l'8 dicembre 2007.
  10. ^ Joe Rogan guarda 2 Girls 1 Cup Archiviato il 17 gennaio 2010 in WebCite
  11. ^ Will Femia, User Generated Failure, msnbc's Clicked, 28 novembre 2007. URL consultato l'8 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2010).
  12. ^ Michael Agger, 2 Girls 1 Cup 0 Shame, Slate Magazine, 31 gennaio 2008. URL consultato il 16 febbraio 2008.
  13. ^ "The 10 sex memes of 2007 From convictions to hoaxes, Violet Blue looks at 2007's most-clicked items." San Francisco Chronicle. December 27, 2007. Accessed July 29, 2008.
  14. ^ "2 Girls 1 Cup 1 Nerd".
  15. ^ "Ron Jeremy – 2 Girls 1 Cup ." Playhouse TV. November 16, 2007. Retrieved on September 15, 2009
  16. ^ "Wyclef Jean 2 Girls 1 Cup ." Playhouse TV
  17. ^ Ace Frehley from Kiss Watches 2 Girls 1 Cup
  18. ^ Ben Conoley, John Mayer Enters Food Porn World With "2 Guys 1 Cup", Chart Attack, 8 novembre 2007. URL consultato l'8 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2010).
  19. ^ johnmayer.com
  20. ^ 2 Girls, 1 Cup: The Show Archiviato il 17 gennaio 2010 in WebCite
  21. ^ 1 guy 1 lunchable by Brandon Hardesty
  22. ^ "2 Girls 1 Cup song" by Jon Lajoie
  23. ^ Wie pervers ist die US-Regierung? 2 Girls 1 Cup im Weißen Haus

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]