*NSYNC (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
*NSYNC
album in studio
ArtistaNSYNC
Pubblicazione26 marzo 1997 Germania
26 marzo 1998 Stati Uniti
13 aprile 1999 Canada
1º ottobre 1999 Regno Unito
Durata50:06
Dischi1
Tracce13
GenerePop
EtichettaRCA Records
ProduttoreBülent Aris, Frank Busch, Full Force, Gary Carolla, Toni Cottura, Jaap Eggermont, Jörn-Uwe Fahrenkrog-Petersen, Kristian Lundin, Max Martin, Andreas von Oertzen, Denniz Pop, Evan Rogers, Rollocks, Carl Sturken, V. D. Toorn, Johnny Wright
Registrazione1997
FormatiCD, MC, LP, download digitale, streaming
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria[1]
(vendite: 25 000+)
Germania Germania[2]
(vendite: 250 000+)
Polonia Polonia[3]
(vendite: 50 000+)
Svizzera Svizzera[4]
(vendite: 25 000+)
Dischi di platinoCanada Canada (4)[5]
(vendite: 400 000+)
Dischi di diamanteStati Uniti Stati Uniti[6]
(vendite: 10 000 000+)
NSYNC - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1998)
Singoli
  1. I Want You Back
    Pubblicato: 4 ottobre 1996
  2. Tearin' Up My Heart
    Pubblicato: 10 febbraio 1997
  3. Here We Go
    Pubblicato: 5 maggio 1997
  4. For the Girl Who Has Everything
    Pubblicato: 18 agosto 1997
  5. Together Again
    Pubblicato: 31 ottobre 1997
  6. U Drive Me Crazy
    Pubblicato: 27 settembre 1998
  7. (God Must Have Spent) A Little More Time on You
    Pubblicato: 27 ottobre 1998
  8. Thinking of You (I Drive Myself Crazy)
    Pubblicato: 15 febbraio 1999

*NSYNC è l'album di debutto della boy band statunitense degli 'N Sync, uscito nel 1997 in Europa, nel 1998 negli Stati Uniti e nel 1999 in Canada.

Il disco ha raggiunto la seconda posizione della classifica americana e ha venduto oltre 11 milioni di copie solo negli Stati Uniti, ottenendo ben 11 dischi di platino.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Edizione americana
  1. Tearin' Up My Heart – 3:28 (Max Martin, Kristian Lundin)
  2. I Just Wanna Be With You – 4:03 (Full Force)
  3. Here We Go – 3:34 (Bülent Aris, Toni Cottura)
  4. For the Girl Who Has Everything – 3:40 (Jolyon Skinner, Veit Renn)
  5. (God Must Have Spent) A Little More Time on You – 4:42 (Carl Sturken, Evan Rogers)
  6. You Got It – 3:34 (Veit Renn)
  7. I Need Love – 3:14 (Gary Carolla)
  8. I Want You Back – 3:20 (Denniz Pop, Max Martin)
  9. Everything I Own – 3:57 (David Gates)
  10. I Drive Myself Crazy – 4:00 (Rick Nowels, Allan Rich, Ellen Shipley)
  11. Crazy For You – 3:40 (Christian Hamm, Alain Bertoni)
  12. Sailing – 4:36 (Christopher Cross)
  13. Giddy Up – 4:07 (NSYNC, Veit Renn)
Traccia aggiunta nell'edizione inglese
  1. U Drive Me Crazy (Radio Edit) – 3:34 (Bülent Aris, Toni Cottura, Rookee, Jan van der Toorn, G.J.O.R. Rollocks)
Traccia aggiunta nell'edizione giapponese
  1. Sailing (Live) – 4:36 (Christopher Cross)
Edizione tedesca
  1. Tearin' Up My Heart – 4:47 (Max Martin, Kristian Lundin)
  2. You Got It – 3:33 (Veit Renn)
  3. Sailing – 4:36 (Christopher Cross)
  4. Crazy For You – 3:42 (Christian Hamm, Alain Bertoni)
  5. Riddle – 3:41 (Pat Reiniz)
  6. For the Girl Who Has Everything – 3:51 (Jolyon Skinner, Veit Renn)
  7. I Need Love – 3:14 (Gary Carolla)
  8. Giddy Up – 4:09 (NSYNC, Veit Renn)
  9. Here We Go – 3:36 (Bülent Aris, Toni Cottura)
  10. Best Of My Life – 4:46 (Bülent Aris, Toni Cottura, V.D. Toorn)
  11. More Than A Feeling – 3:42 (Tom Scholz)
  12. I Want You Back – 4:24 (Denniz Pop, Max Martin)
  13. Together Again – 3:36 (Andy Reynolds, Tee Green)
  14. Forever Young – 4:07 (Jean Beauvoir, Bettina Martinelli, Nemo Fahrenkrog-Petersen)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche (1997-98) Posizione
massima
Austria[7] 2
Canada[8] 4
Germania[7] 1
Nuova Zelanda[7] 34
Paesi Bassi[7] 59
Regno Unito[9] 30
Stati Uniti[8] 2
Svezia[7] 56
Svizzera[7] 5
Ungheria[10] 3

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1997) Posizione
Austria[11] 35
Germania[12] 40
Classifica (1998) Posizione
Stati Uniti[13] 22
Classifica (1999) Posizione
Stati Uniti[14] 4
Classifica (2000) Posizione
Stati Uniti[15] 93

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) 'N SYNC - 'N SYNC – Gold & Platin, su IFPI Austria. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  2. ^ (DE) 'N SYNC – 'N SYNC – Gold-/Platin-Datenbank, su Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  3. ^ (PL) bestsellery i wyróżnienia, su Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  4. ^ (DE) Edelmetall, su Schweizer Hitparade. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  5. ^ (EN) 'N SYNC N SYNC – Gold/Platinum, su Music Canada. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  6. ^ (EN) N SYNC - N SYNC – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  7. ^ a b c d e f (DE) NSYNC - *NSYNC, su Schweizer Hitparade. URL consultato il 27 settembre 2022.
  8. ^ a b (EN) NSYNC – Chart history, su Billboard. URL consultato il 12 settembre 2022. Cliccare sulla freccia all'interno della casella nera per visualizzare le varie classifiche.
  9. ^ (EN) NSYNC - Full Official Chart History, su Official Charts Company. URL consultato il 27 settembre 2022.
  10. ^ (HU) Album Top 40 slágerlista: 1997. 25. hét 1997. 06. 16. - 1997. 06. 22., su Hivatalos Magyar Slágerlisták. URL consultato il 27 settembre 2022.
  11. ^ (DE) Jahreshitparade Alben 1997, su austriancharts.at. URL consultato il 27 settembre 2022.
  12. ^ (DE) Top 100 Album-Jahrescharts 1997, su Offizielle Deutsche Charts. URL consultato il 27 settembre 2022.
  13. ^ (EN) Year-End Charts - Billboard 200 Albums - 1998, su Billboard. URL consultato il 27 settembre 2022 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2021).
  14. ^ (EN) Year-End Charts - Billboard 200 Albums - 1999, su Billboard. URL consultato il 27 settembre 2022 (archiviato dall'url originale il 9 gennaio 2021).
  15. ^ (EN) Year-End Charts - Billboard 200 Albums - 2000, su Billboard. URL consultato il 27 settembre 2022 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2021).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica