Zinnia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Zinnia
Zinnia elegans with Bombus 01.JPG
Zinnia elegans con l'imenottero Bombus terrestris
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Heliantheae
Sottotribù Zinniinae
Genere Zinnia
L., 1759
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Tricolpate basali
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi II
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Heliantheae
Sottotribù Zinniinae
Specie
  • vedi testo.

Zinnia L., 1759 è un genere di piante appartenente alla famiglia Asteracee, originario del continente Americano, in particolare del Messico.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il genere Zinnia comprende specie erbacee annuali o perenni, alte da 50 a 100 cm, con numerosi ibridi orticoli dalle forme nane o giganti.

Tra le specie coltivate si ricordano:

  • Zinnia violacea, originaria del Messico e dell'America Centrale, che si presenta come un largo cespuglio ramificato annuale, alto circa 90 cm, con foglie opposte ovali-rotondate, e fiori grandi in capolini solitari, con molti ibridi a portamento nano o gigante
  • Zinnia linearis, con piccole corolle di colore giallo-arancione brillante e con ricche fioriture estive
  • Zinnia haageana, originaria del Messico, che ha dato origine a numerose coltivazioni, a forma nana o gigante, con fiori doppi di varie dimensioni e dai colori brillanti, nelle varie tonalità di giallo, rosa e rosso
  • Zinnia acerosa, originaria del Messico e del Sud-ovest degli USA, pianta perenne, alta fino a 60 cm, con fiori bianchi simili a margherite
  • Zinnia angustifolia, originaria del Messico, pianta annuale alta fino a 45 cm, con foglie lanceolate.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Il genere comprende le seguenti specie:[1]

Uso[modifica | modifica sorgente]

Si utilizzano nei giardini per aiuole e bordure, o in vaso sui terrazzi, e grazie alla lunga durata dei capolini, viene coltivata industrialmente per la produzione del fiore reciso

Metodi di coltivazione[modifica | modifica sorgente]

Piante resistenti e rustiche richiedono esposizione soleggiata, clima mite, terreno soffice anche asciutto

Si moltiplica in primavera con la semina, nelle zone a clima freddo sotto vetro trapiantandole a dimora cessato il periodo delle gelate

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Zinnia in The Plant List. URL consultato il 30 gennaio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica