Ventricolo sinistro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ventricolo sinistro
Gray496.png
Anatomia del Gray subject #138 534
Sistema Cuore
Arteria Ramo intraventricolare della arteria coronaria sinistra
Vena Vena posteriore del ventricolo sinistr
MeSH
A07.541.560
Ventricolo destro Ventricolo sinistro Valvola cardiaca#La valvola semilunare aortica Valvola cardiaca#La valvola mitrale Atrio (anatomia)#Atrio sinistro Atrio (anatomia)#Atrio destro Aorta Valvola cardiaca#La valvola semilunare polmonare Valvola cardiaca#La valvola tricuspide Vena cava inferiore Vena cava superiore Arteria polmonare Vena polmonare
Vista anteriore (frontale) di un cuore umano aperto. In rosso le frecce riguardanti sangue ossigenato, in blu quello da ossigenare.

Il ventricolo sinistro è una delle quattro camere del cuore umano (due atri e due ventricoli). Riceve sangue ossigenato dall'atrio sinistro attraverso la valvola mitralica, e lo pompa nell'aorta attraverso la valvola aortica.

Forma[modifica | modifica wikitesto]

Il ventricolo sinistro è più lungo e più conico rispetto al ventricolo destro, e in sezione trasversale la sua concavità presenta una forma ovale o quasi circolare. Forma una piccola parte della superficie sternocostale e una considerevole parte della superficie diaframmatica del cuore; forma inoltre anche l'apice del cuore stesso.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Già in età adolescenziale, le sue pareti sono spesse dalle tre alle sei volte più del destro. Questo perché il ventricolo sinistro ha una mole di lavoro cinque volte superiore, ricevendo sangue a una pressione di circa 8 mmHg e pompandolo invece nell'aorta a una pressione di circa 120 mmHg a ogni battito cardiaco.

Funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

In condizioni eccellenti di salute, il ventricolo sinistro dovrebbe:

  • rilassarsi molto rapidamente dopo ogni contrazione per riempirsi velocemente di sangue ossigenato proveniente dalle vene (rilassamento diastolico e riempimento);
  • contrarsi rapidamente e pompare più sangue possibile, vincendo la maggiore pressione aortica e compensando quella necessaria a dilatare l'aorta e altre arterie (contrazione sistolica ed espulsione);
  • essere in grado di incrementare o decrementare rapidamente la capacità di pompaggio sotto il controllo del sistema nervoso.

Volume di pompaggio[modifica | modifica wikitesto]

In un adulto sano a riposo, il ventricolo sinistro pompa circa 5 litri di sangue per minuto; che possono diventare 25 sotto sforzo (45 in un atleta di livello olimpico).