Tylomyinae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tylomyinae
Oryzomys couesi, Tylomys panamensis.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Glires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Cricetidae
Sottofamiglia Tylomyinae
Reig, 1984
Generi

I Tylomyini (Reig, 1984) sono una sottofamiglia di roditori della famiglia dei Cricetidi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende roditori di medie o grandi dimensioni, con una lunghezza della testa e del corpo tra 95 e 255 mm, la lunghezza della coda tra 85 e 250 mm e un peso fino a 280 g.

Caratteristiche craniche e dentarie[modifica | modifica wikitesto]

La zona inter-orbitale è cuneiforme, le creste sopra-orbitali sono ben sviluppate e, negli adulti, si estendono posteriormente fino a formare creste temporali ben definite. Le placche zigomatiche sono relativamente strette. I molari sono brachiodonti, ovvero con una corona bassa, muniti di robuste cuspidi disposte in maniera simmetrica.

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

L'aspetto è quello di un ratto di medie o grosse dimensioni. La pelliccia è talvolta lunga, le parti dorsali variano dal giallo-brunastro al fulvo, mentre quelle ventrali sono più chiare, spesso bianche. Il muso è appuntito e provvisto di lunghe vibrisse e occhi grandi. Le orecchie sono prive di peli e possono essere molto grandi in alcune specie. I piedi sono corti e larghi con il quinto dito lungo come i tre più vicini, adattamento questo ad una vita arboricola, i cuscinetti plantari sono grandi e gli artigli sono nascosti da ciuffo di peli. La coda è leggermente più lunga della testa e del corpo. Le femmine hanno due paia di mammelle inguinali. In alcune forme i maschi sono leggermente più robusti delle femmine.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La sottofamiglia è diffusa in America centrale e meridionale.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Comprende i seguenti generi:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi