Tongmenghui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

La Tongmenghui (cinese: 中國同盟會; pinyin: Tóngménghuì; Wade-Giles: T'ung-meng Hui), conosciuta anche come Alleanza Cinese Unita o Alleanza Rivoluzionaria Cinese, fu una società segreta e un movimento della resistenza sotterranea organizzato da Sun Yat-sen e Song Jiaoren a Tokyo, Giappone, il 20 agosto 1905. Questa nuova alleanza fu creata attraverso l'unificazione del Xingzhonghui di Sun, o Società per la rinascita della Cina, la Guangfuhui, o Società ripristinatrice, e altri gruppi rivoluzionari cinesi.

Combinando obiettivi repubblicani, nazionalisti e socialisti, la piattaforma politica del Tongmenghui era "Per espellere i barbari del Nord e per far rivivere Zhonghua, per stabilire una repubblica, e per distribuire terra in parti uguali tra la gente." (Cinese: 驱除 鞑 虏, 恢复 中华, 创立 民国, 平均 地 权) Tra i membri della Fedeltà c'era Li Zongren, signore della guerra Guangxi prominente e comandante militare del Kuomintang, e Wang Jingwei, che avrebbe poi servito come collaborazionista presidente del Yuan esecutivo e presidente del governo nazionale in giapponese che occupò la Cina durante la Seconda guerra mondiale.

Nel 1906, fu costruita una filiale a Singapore, in seguito alla visita di Sun; questa fu chiamata il ramo Nanyang e servì come sede dell'organizzazione per il Sudest Asiatico. Dopo la costituzione della Repubblica di Cina, la Tongmenghui formò, nell'agosto del 1912, il nucleo della nuova Kuomintang di Sun, che si traduce in Partito Nazionale del Popolo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]