The Snow Walker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Snow Walker
SnowWalker.png
Annabella Piugattuk e Barry Pepper in una scena del film
Titolo originale The Snow Walker
Paese di produzione Canada
Anno 2003
Durata 103 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere avventura, drammatico
Regia Charles Martin Smith
Soggetto Farley Mowat (racconto Walk Well My Brother)
Sceneggiatura Charles Martin Smith
Produttore Robert Merilees, William Vince, John Houston (co-produttore)
Produttore esecutivo Barry Pepper, Michael Ohoven, Ellen Little
Casa di produzione Snow Walker/Walk Well Productions
Fotografia Paul Sarossy (unità British Columbia), Jon Joffin (unità invernale), David Connell (visual consultant)
Montaggio Alison Grace
Effetti speciali William D. Ryan
Musiche Mychael Danna
Scenografia Doug Byggdin
Costumi Allisa Swanson
Trucco Margaret Solomon
Interpreti e personaggi
Premi
  • 6 Leo Awards 2004: migliori costumi, miglior attore, migliore colonna sonora, migliori effetti sonori, miglior suono e migliori effetti visivi
  • Method Fest 2004: Premio del pubblico

The Snow Walker è un film del 2003 diretto da Charles Martin Smith, basato sul racconto Walk Well, My Brother di Farley Mowat.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Siamo nel 1953. Nel territorio artico del Canada del nord, nella provincia dei Territori del Nord Ovest, il pilota Charlie Halliday si guadagna da vivere trasportando merci.

In cambio di due zanne di tricheco, Charlie accetta di trasportare fino a Yellowknife all'ospedale più vicino Kanaalaq, una giovane Inuit molto probabilmente ammalata di tubercolosi.

L'aereo però subisce un grave incidente e mentre Charlie va a cercare aiuto Kanaalaq rimane presso il rottame del velivolo.

Intanto le ricerche dei soccorritori non danno alcun esito e Charlie viene ormai dato per disperso.

Sarà Kanaalaq a ritrovare Charlie gravemente ferito una settimana dopo, a curarlo e ad insegnargli il valore dell'amicizia e come sopravvivere contro una natura ostile.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Dopo che un orso polare aveva interrotto le riprese del film, sono state messe delle guardie per proteggere gli attori.
  • Annabella Piugattuk parla effettivamente in lingua inuit.
  • Alcune scene sono state girate con una temperatura che andava dai 28 ai 45 gradi sotto lo zero.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema